14 febbraio 2014

Italiano detenuto in Guinea: «Il mio inferno di frustate» Roberto Berardi è accusato di furto, in carcere da un anno - rcd

http://video.corriere.it/italiano-detenuto-guinea-tg1-suo-disperato-appello/8d053fe0-930c-11e3-aaf6-4579e45c2a0a



NON SOLO MARO'. Appello disperato di Roberto, torturato sistematicamente e quotidianamente, CHI SI OCCUPA DI QUESTI CITTADINI? O NON SONO TALI?? ISTITUZIONI, POLITICI, MEDIA, CARTA STAMPATA, MA CHE KAZZ... CI STATE A FARE? CAPISCO I LAUTI STIPENDI MA UN ATTIMO DI UMANITA' E DI ORGOGLIO NAZIONALE. Qui da noi a milioni fanno i loro comodi "e le cronache quotidiane lo dimostra" si fanno arrestare per vivere dignitosamente, specie d'inverno, e dopo tale detenzione presentano ricorsi con avvocati compiacenti a Strasburgo per rimborsi di maltrattamenti - detenzione in solo 4 5 mq, perchè la tv una sera non funziona, perchè non riescono a telefonare per linee intasate o lo Stato Italia dimentica di comrargli le schede telefoniche, E L'iTALIA sistematicamente viene condannata a pagare, milioni di Euro...
ECCO INVECE COME VIVONO I CITTADINI ITALIA ITALIANI NELLE CARCERI DEL MONDO, COLPèEVOLI?, INNOCENTI? non importa DIRITTI E LEGGI INTERNAZIONALI E CONVENZIONI, Politici lo sapete che esistono? certo dopo lo schiaffo del segretario dell'ONU datovi per la vicenda dei marò ci ripensate e pensare che i marò lavoravano proprio per l'ONU, che VERGOGNA CHE SIETE TUTTI DAL VERTICE DELLA PIRAMIDE ISTITUZIONALE (LO ZAR GIORGIO) A VENIRE GIù ALLA BASE DI SEMPLICI FUNZIONARI DI CONSOLATI, AMBASCIATE, M.A.E. 

Aiutiamo Roberto a ritornare a casa..............