28 settembre 2012

ANCORA DI MARIANO PASQUALIN ASSASSINATO A S.DOMINGO

Le storie a volte non finiscono mai, si trascinano, purtroppo tra mille rivoli e problemi, è il caso del povero Mariano di cui ancora la sorella Ornella tenta, a fatica, ad avere Giustizia, ad avere una risposta a quanto successo e perchè, addivenire a chi è responsabile della morte del fratello, del perchè del disinteresse della Autorità locali. Di seguito, dietro sua autorizzazione i testi alcune email:

martedì 22 maggio 2012 10.35, Buongiorno mi scusi se la disturbo ma volevo sapere quanto tempo ci vuole ancora per avere la cartella clinica, l'esame autoptico. tutta la documentazione degli atti giudiziari del fermo e dell'arresto( se ben ricordo tutto questo glielo avevo gia' chiesto ) come previsto dalla normativa in vigore. La stessa Procura della Reppubblica mi ha detto che mi devono essere recapitati perche' sono documenti che mi spettano, per quanto riguarda passaporto ecc e' gia' tutto arrivato ancora tempo fa e non mancava niente, solo un particolare molto importante , il cellulare non e' di mio fratello, ovviamente e' stato cancellato tutto dalla sim ma non certi sms che sono rimasti memorizzati nel cellulare e numeri di telefono attualmente ancora attivi. In attesa la saluto Pasqualin Ornella;

Il giorno 25 maggio 2012 19:13 ......risposta..

Buongiorno Sig.ra Pasqualin,

Ho provveduto ad ulteriore sollecito per gli esami autoptici di surnellao fratello e provvedero’ ad inviarli a Lei non appena perverranno a questa Ambasciata.
Per i rapporti di Polizia ho incaricato il nostro.......omissis............ e conto di farle avere notizie al piu’ presto.
Distinti saluti


Il giorno 26 maggio 2012 10:35, ornella pasqualin ha scritto:

Buongiorno. la ringrazio per avermi risposto. attendo allora sue notizie, intanto io provvedero' ad indagare per sapere 
a chi realmente apparteneva il cellulare che mi e' stato recapitato. Cordiali saluti Pasqualin Ornella

13 luglio 2012 13:03 ancora Ornella:
Buongiorno, sono ormai due mesi che aspetto notizie circa quello che ho chiesto e che mi spetta per diritto ma ancora non ho ricevuto niente, la cosa si ripete come quando cercavo di avere notizie di mio fratello. Sinceramente non mi meraviglio visto i precedenti, per quanto riguarda l'esame autoptico penso non esista non credo che Mariano sia stato sottoposto a quacosa del genere visto che la morte prima era dovuta ad una crisi diadetica e poi infarto e arterioslerosi severa,  penso sia abbastanza difficile che possa essere fattibile una cosa del genere ad una persona di cinquanta ann,i e cosi' all'improvviso poi. La causa e' lesione della colonna vertebral,e se ricorda ho parlato con un medico, e l'unico, senza ombra di dubbi che considero una persona onesta. Per quanto riguarda il fermo e l'arresto anche qui ci sono dei particolari molto oscuri, mio fratello e' stato fotografato con sacchetti di droga attorno al corpo come se fosse un delinquente, ma perche' non e' stato avvisato quel giornalista quando Mariano e' morto? E perche' i signori Olivieri e Citati mi hanno detto che la droga l'aveva nelle tasche? Come vede ci sono molte versioni che si contraddicono. La invito a farmi recapitare al piu' presto quello che ho chiesto, se per voi il caso e' chuiso per me invece e' ancora aperto, vi siete risentiti molto per un intervista, be' vi dico che ce ne saranno altri e se vi interessa c'e' anche un libro che parla dei detenuti italiani detenuti all'estero e c'e' anche la triste storia di mio fratello, un'altra cosa se non fosse per quell'articolo che quel giornalista ha scritto su il mio caro non sarei mai venuta a conoscenza di quello che gli era successo, dico questo perche' le autorita' sul posto non si sono spesi per far sapere alla famiglia cosa era successo e neppure i carabinieri locali non ne sapevano nulla. Saluti Pasqualin Ornella

A VOI OGNI GIUDIZIO E SPERO NESSUNO OSI FAR SUO TUTTO QUESTO, PER ESPRESSO VOLONTA' DI ORNELLA CHE HA SEMPRE RICONOSCIUTO IN L'UNICO CHE L'ABBIA AIUTATA, GIOVANNI FALCONE

Nessun commento: