27 aprile 2012

Franceschi, ipotesi omicidio involontario Morì in Francia, nel carcere di Grasse

Il Messaggero
http://247.libero.it/focus/21714228/5/franceschi-ipotesi-omicidio-involontario-mor-in-francia-nel-carcere-di-grasse/
 VIAREGGIO (LUCCA) - Il medico e due infermieri del carcere di Grasse, dove il 25 agosto 2010 morì Daniele Franceschi, 36 anni, di Viareggio, sono stati ufficialmente incriminati per omicidio ...

 E FINALMENTE IL CORAGGIO DI UNA MAMMA CHE STA COMBATTENDO PER AVERE GIUSTIZIA STA AVENDO I SUOI FRUTTI. Cara Cira finalmente stai raccogliendo i frutti, certo amari pensando al tuo povero figlio che più non c'è ma da lassù Daniele ti abbraccia e ti spinge ad andare avanti. Certo la strada ancora è lunga ma arriverai alla fine ad avere Giustizia, così come ho combattuto io per mio figlio. Le nostre lotte, le nostre sofferenze serviranno sicuramente ad altri ma il mio augurio è che a seguito di ciò questi bastardi capiscano che non l'avranno facile e prima di lasciarsi andare in gesti che di umano nulla hanno ci penseranno. Giovanni Falcone

18 aprile 2012

Intervista alla sorella di Marcello Mancusi

http://www.levocidelsilenzio.com/?p=110
(ASI) Quella di Marcello Mancusi è una storia cominciata con i propositi della scoperta di terre lontane e finita in tragedia, inghiottita dal mistero. Marcello è un funzionario dell’Ufficio d’igiene dell’Asl della città in cui vive, Soverato, che nell’ottobre 2002 decide di concedersi un viaggio in Thailandia per coltivare una delle sue passioni, l’escursionismo, in paesaggi esotici come i grandi parchi e la giungla.
....................... omississ.............

5 aprile 2012

Ancora un caso in Indonesia



Cari ragazzi e amici che mi seguite, si è verificato mesi fa un'altro caso in Indonesia, notizia avuta qualche giorno fa da un'amica, avevo chiesto di darmi i dati suoi e della famiglia in Italia per rendermi utile ma è di ieri la notizia che entrambi non desiderano dare risalto al caso ed evitare ogni menzione del fatto. Rispetto le volontà e speriamo che riescano a risolvere in proprio la faccenda, caso contrario se leggono, i familiari, possono sempre contattarmi. E LA STORIA INFINITA SI RIPETE...Giovanni Falcone

3 aprile 2012

RACCOLTA FONDI PER LA DIFESA DI DANIELE PIERRETTO



Sopra l'immagine con il codice IBAN per la raccolta fondi a favore di Daniele detenuto in Indonesia, per sostenere le ingenti spese della difesa. Vi prego di aiutare anche questo ragazzo a venir fuori dall'inferno dove è caduto, GRAZIE DI CUORE. Giovanni Falcone

1 aprile 2012

Daniele PIERETTO arrestato a Bali in Indonesia.

Ancora un Italiani arrestato astato nel mondo, e la saga continua. Ci sarà l'interessamento delle nostre Autorità? per aiutare il nostro cittadino? ci sarà l'aiuto alla famiglia in Italia?, speriamo, speriamo che questo nuovo governo si muova diversamente di tutti gli altri nel passato. Sapete, perchè da sempre lo scrivo, le sofferenze dei familiari in Italia, la distanza, la lingua, l'autoritarismo di quelle Autorità, non dimenticate la storia di Juri da me tanto scritto ed è proprio la sorella di Juri che mi ha contattato pochi minuti fa portandomi a conoscenza di quanto accaduto. Domani speriamo di contattare i familiari. Di seguito il link dell'articolo del Secolo XIX  di ieri 31 marzo, cioè ieri. Io non so se sia vero il fatto che gli è stato trovato addosso la droga, conoscendo i metodi di quelle polizie qualche dubbio mi rimane, però lo sapete, la mia lotta è sempre stata per la salvaguardia dei Diritti Civili e Umani al di là dell'innocenza e colpevolezza, non sta a me giudicare così come fece Cristo con la Maddalena (visto che siamo nei giorni di Pasqua) "io non ti condanno, va e non peccare più" ....
http://www.ilsecoloxix.it/p/mondo/2012/03/31/APwdyKDC-droga_italiano_arrestato.shtml#axzz1qoSrQanp

Genova - Daniele Pierretto, 33 anni, è stato arrestato a Bali dopo essere stato fermato all’aeroporto con un chilo e mezzo di marijuana. In base alle leggi indonesiane, particolarmente severe in merito ai narcotici, chi trasporta più di un chilogrammo di marijuana è tecnicamente punibile con la morte, ma casi analoghi sono stati puniti con pene detentive lunghe.

Leggi l'articolo completo: Droga - Bali, italiano arrestato per droga| mondo| Il SecoloXIX