5 marzo 2012

Ancora la storia di Marcello MANCUSI si Soverato

http://archiviostorico.corriere.it/2003/aprile/08/Mio_fratello_ucciso_una_cella_co_0_030408059.shtml
Ragazzi, questa mattina inaspettato ha squillato il telefono e dall'altra parte era Lucia Mancusi, sorella del povero Marcello di cui tanto ho parlato in questi anni, anche Lui come altri purtroppo  ramasto vittima, INNOCENTE, della crudeltà umana e della Criminale Ingiustizia amministrata da chi dovrebbe Garantirne il rispetto, gente in divisa che di questa ne fanno la loro forza per imporre i propri volere contro persone indifese, specie in quei posti dove gli stranieri sono visti come galline dalle uovo d'oro da spennare a piacimento, tanto (purtroppo per Noi Italiani) nessuno reclama mai nulla e dico delle nostre care Autorità,  persone indegne di questa categoria, che come altri!!!! fanno solo i loro interessi........ persone pronte ad accampare ogni scusa per non intervenire, io aggiungo anche per incopetenza, vs la storia dei marò adesso in India.
Avevo tantissime volte tentato di contattare la famiglia e adesso sono stato ripagato, ma oltre io penso che semplicemente Marcello dall'alto grida GIUSTIZIA. Continuerò ad avere contatti e vedremo cosa si potrà fare per il futuro, cosa organizzerò per tutti gli "ITALIANI DETENUTI ALL'ESTERO" quella che ho sempre scritto essere la ragione della mia vita.
Da queste riga chiedo con tutte le forze e col cuore ALLA MAMMA CHE QUALCHE MESE FA MI HA CONTATTATO IN ANONIMO DI RICHIAMARE, non abbia paura insieme arriveremo ad avere Giustizia anche per Suo figlio, INSIEME SIAMO TUTTI PIU' FORTI, sono sicuro che adesso i tempi sono maturi se saremo uniti a gridare sempre e solo GIUSTIZIA per tutti, anche per chi non ha nessuno.
Giovanni Falcone

Nessun commento: