7 ottobre 2011

Italiani detenuti all'estero. Intervista a Marina Maurizio, mamma di Tomaso Bruno

4 commenti:

Anonimo ha detto...

la storia continua a ripetersi....

fino a quando???

in molti paesi siamo considerati polli da spennare...e purtroppo lo Stato latita...

che tristezza
emanuela

Anonimo ha detto...

Purtroppo, anch'io sto vivendo una storia simile, sono completamente sola e non so se potrò mai rivedere mio figlio, dov'è la chiesa? Dov'è lo stato? Dov'è la solidarietà umana?

Anonimo ha detto...

Non si scoraggi, Angelo e Simone alla fine sono tornati a casa e questo da più di una speranza.
Posso solo immaginare quello che Lei prova in questo momento ma so che il Sig. Giovanni, che ben conosce questo calvario, saprà darLe i suggerimenti giusti.
Un grande abbraccio a Lei e a suo figlio.
In bocca al lupo
Paola

Giovanni Falcone ha detto...

Signora mi contatti pure in privato 3384005065 sono a sua disposizione per aiutarla in tutti i modi Lei ritenga opportuno volersene avvalere e non si scoraggi Giovanni Falcone