12 agosto 2011

MARIANO è stato cremato.

Ieri sera mi sono sentito con Ornella, la sorella di Mariano, come ogni giorno da quando mi ha contattato la prima volta, e purtroppo ieri sera mi ha dato la triste notizia la CREMAZIONE di Mariano a S.Domingo.
Così facendo credono di aver raggiunto il loro scopo, sottrarsi alla Giustizia Civile, degli uomini, ma non sanno che c'è una Giustizia alla quale non potranno mai sottrarsi, quella Divina: Mt 25,45-46   Allora egli risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che non avete fatto a uno solo di questi più piccoli, non l’avete fatto a me”. 
E se ne andranno: questi al supplizio eterno, i giusti invece alla vita eterna».
E sì, verrà il giudizio finale, ma ciò non toglie che si smetterà di trovare il modo di avere la giustizia terrena. Come potete immaginare Ornella era distrutta da questa notizia, erano giorni che continuava a ricevere telefonate quasi di minacce di gettare il fratello  nella fossa comune se non si decideva a inviare le autorizzazioni necessarie alla cremazione, questo perchè come da giorni sostengo (vs caso Renda) per evitare il rientro in italia della salma e poter così far effettuare gli esami necessari per addivenire alle cause reali della morte, vedere sul corpo i segni di torture? e violenze varie????
Continua così purtroppo la fine di Italiani nel mondo, dimenticati, non protetti e garantiti come previsto dalla nostra Costituzione, Leggi Nazionali e Internazionali, ma anche e sopratutto da Convenzioni che trattano la salvaguardia dei Diritti Umani e dei Detenuti nel mondo di ogni Nazionalità, Convenzioni firmate per adesione da quasi tutti gli  Stati ma regolarmente disattesi dagli maggior parte di essi,come diceva Albert  Einstain Il diritto internazionale esiste soltanto nei manuali di diritto internazionale  ma ci sono alcuni che sono dei veri campioni in questo e quelli siamo noi. Qualcuno  anni fa davanti alle telecamere e giornalisti, incalzato per quanto successo giorni prima dichiarava e giurava che nel giro di pochi mesi tutti gli Italiani detenuti all'estero sarebbe stati fatti rientrare a casa così come fatto con "la Baraldina"... sono passati anni e tantissimi altri casi succedutosi di arresti, detenzione, anzi sequestri a fini estorrsivi, assassini di altri connazionali (quelli che si sanno) ma quanti altri di cui nulla si sa per il fatto che non ci sono stati familiari che hanno lottato o perchè erano connazionali residenti in quei posti maledetti. Giovanni Falcone

Nessun commento: