24 luglio 2011

India, ergastolo a Tomaso "E' un'ingiustizia. Siamo allibiti"


Ed ecco purtroppo il finale del processo farsa con l'avvallo dei silenzi, lassismo, menefreghismo e del non voler e sapere e pretendere  l'applicazione  delle Leggi Internazionali esistenti, Leggi che però vengono pretese, abbassandoci i pantaloni, l'applicazione per gli stranieri in Italia, in tantissimi nel nostro paese solo per delinquere visto la situazione giuridica nel "nostro paese".
E' la norma in quei posti questa situazione, adesso bisogna pensare all'appello e intanto il tempo passa, ancora 1 anno se va bene per inizio processo e ancora 1 per la fine e intanto i ragazzi in carceri che definirli tale non so quale peccato si commette..
Chi si occuperà di loro? chi andrà a trovarli? chi seguirà tutto quello di cui hanno bisogno per fare una vita dignitosa degna di un essere umano??????? PROPRIO NON LO SO.............
Come dicevo su Facebook, non hanno le palle per affrontare queste situazioni, ricordo quando ho fatto la battaglia per avere l'autorizzazione alle telefonate mensili, mi fu risposta che da accertamenti effettuati........ non c'era una legge che potesse obbligare quello stato a concedere in contatto, PENSATE UN PO',  
REGOLE MINIME PER IL TRATTAMENTO DEI DETENUTI Ris. O.N.U. 30.08.1955  
art. 37 i detenuti devono essere autorizzati, sotto la necessaria sorveglianza, a comunicare con la loro famiglia e con quei loro amici nei quali si può fare affidamento, a intervalli regolari, sia per corrispondenza sia ricevendo visite
Ma tanto altro c'è, io non sono altro che un povero analfabeta, ma disposto a sedermi e discutere con tutte le menti fine del Ministero, IO SAPREI BENISSIMO COSA FARE E COME PORTARE AVANTI QUESTE SITUAZIONI, intanto far rispettare le Leggi esistenti.........
A chi......... vorrei ricordare  la Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti Conclusa a New York il 10 dicembre 1984,
art. 11, Ogni Stato Parte esercita una sorveglianza sistematica sule norme, direttive, metodi e pratiche d'interrogatorio e sulle disposizioni concernenti la custodia e il trattamento delle persone arrestate, detenute o imprigionate in qualunque maniera in qualsiasi territorio sotto la sua giurisdizione, al fine di evitare qualsiasi caso di tortura.
Tutte Leggi firmate per adesione dall'India.
Adesso si deve pensare al futuro, non oso neanche immaginare quella che stanno soffrendo i ragazzi e i loro genitori, mi associo al loro dramma, da me purtroppo vissuto in precedenza FORZA RAGAZZI, Giovanni Falcone

Nessun commento: