15 marzo 2011

Italiani detenuti all’estero: a Santo Domingo situazione sempre più tragica

Da http://www.secondoprotocollo.org/ venerdì, febbraio 18th, 2011
Italiani detenuti all’estero: a Santo Domingo situazione sempre più tragica
La situazione degli italiani detenuti a Santo Domingo si fa sempre più tragica, il tutto nel completo disinteresse delle istituzioni italiane in loco. A parte la detenzione illegale di cui è vittima Luciano Vulcano (di cui abbiamo parlato qui http://www.secondoprotocollo.org/?p=2260 ), è la situazione sanitaria dei nostri connazionali a preoccupare.
Luciano Vulcano da oltre due mesi ha fatto richiesta al Consolato Generale di Santo Domingo di ricevere alcuni farmaci indispensabili per curare una grave patologia che lo affligge. Gli era stato chiesto di inviare una ricetta redatta dall’ambulatorio medico del carcere, cosa che lui ha fatto prima di Natale. Da allora nessuno ha provveduto a fargli avere quelle medicine. Nella stessa situazione si trova Ambrogio Semeghini, da mesi in attesa di effettuare una biopsia per un grave sospetto di tumore alle corde vocali. Costo dell’esame 25 euro. E adesso alla pattuglia si sono uniti altri due ragazzi italiani arrestati lo scorso 3 febbraio. Da allora nessuno ha provveduto a fare una visita consolare né a interessarsi di loro, ambedue in precarie condizioni di salute è uno in particolare bisognoso di farmaci salvavita.

La nostra associazione da mesi fa notare che l’assistenza ai nostri connazionali in difficoltà a Santo Domingo è praticamente assente anche in termini di semplici consigli alle famiglie dei detenuti che necessitano di contattare un avvocato in loco che non sia un bandito, cosa che avviene spesso in Repubblica Domenicana. Per questo, grazie all’interessamento della Commissione Nazionale per i Diritti Umani della Repubblica Domenicana e a quello di Annalisa Melandri, ieri abbiamo fornito al Ministero degli Esteri e all’ambasciata italiana a Santo Domingo, una lista di avvocati verificati e certificati ai quali i famigliari dei cittadini italiani che si trovano in difficoltà nella Repubblica Domenicana possono rivolgersi. La lista, che trovate anche qui sotto, dovrebbe indirizzare chi ne ha bisogno verso una assistenza legale degna di questo nome e tenere lontani i soliti avvoltoi che di solito prendono tanti soldi senza però fare niente per i loro assistiti. Ecco i nomi degli avvocati (in totale 18) nella speranza che possano essere utili anche alla nostra Ambasciata.

1- JUANA MAGALIS LEISON GARCIA – Cedula no. 001-0504272-5 TEL (829)890-9233
2- ARACELIS FRANCISCA MORALES ARIAS – Cedula no. 001-1404739-2 Tel (829)383-8749
3-LICDO.ANDRES CESPEDES – Cedula no. 001-0137904-8 Tel (829)707-2129
4-LICDO EDWARD DAVID CAPELLAN LIRIANO – Cedula no.001-0903726-7 Tel.(809)399-0015
5- LICDA MILVIA YOSELIN MELO CIPRIAM - Cedula no.010-0010523-7 Tel (829) 983-3050
LOCALIZABLE EN AZUA
6- LICDO. JOSE ANIBAL GUZMAN JOSE – Cedula no.001-0476802-3 Tel. (809)882-7881
7 LICDO. PEDRO VALDERA TEL. (809)915-2661 LOCALIZABLE EN NAGUA
8-DR. MANUEL MARIA MERCEDES MEDINA – Cedula no.001-0234211-0 Tel (809)980-0343
9- LICDA. JUANA DE JESUS- Tel.(809)645-4871 LOCALIZABLE EN SAN CRISTOBAL
10- LICDO. DIONICIO JEREZ Cedula. no. 031-0108596-1 Tel (809)395-1139 LOCALIZABLE EN SANTIAGO
11- LICDO. RADHAMES MERCEDES – Tel (829)776-5252 LOCALIZABLE EN MOCA
12-RICARDO VARGAS – Tel (809)543-4960 LOCALIZABLE EN PUERTO PLATA
13-LIC. RAFAEL E. PEGUERO – Cedula no.003-0007870-6 Tel (829)383-6772 LOCALIZABLE EN BANI
14-LICDO. JULIO CESAR PEGUERO – TEL 538-2580 LOCALIZABLE EN SAMANA
15-RICARDO ANTONIO DE JESUS CAMPUSANO PEREZ – Cedula no.001-0628661-0 TEL(829)968-5974
PROVINCIA SANTO DOMINGO
16-LICDA. JOSEFINA MARMOLEJOS – TEL. (809)492-5838 LOCALIZABLE EN LA VEGA
17-LICDO. ALQUIMIDES REYES – TEL (829) 986-8687 LOCALIZABLE EN BONAO
18- DR. JUAN DIONCIO RODRIGUEZ – TEL (809)682-3901 DISTRITO NACIONAL

© 2011, Secondo Protocollo. I contenuti sono liberamente riproducibili inserendo un link al post. Gli articoli sono commentabili sul Forum previa registrazione. Tutti gli autori di Secondo Protocollo forniscono i loro contributi gratuitamente e in modo volontario

Ti potrebbe interessare anche....Italiani detenuti all’estero: ne abbiamo parlato a Radio Onda Rossa (ascolta l’intervista)
Italiano detenuto illegalmente a Santo Domingo. L’ambasciata se ne frega
Italiani in carcere all’estero: sciopero della fame per protestare contro il Consolato di Santo D ...

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Spesso, purtroppo, si registrano comportamenti dubbi e sconcertanti dei nostri Consolati e Ambasciate, che danno l'impressione che quanti si scrollano di dosso, con inaccettabile leggerezza, precisi doveri e responsabilità sappiano che tanto .... nessuno indagherà, non dovranno rispondere di nulla. Tutto ciò comporta conseguenze immediate e drammatiche a persone che si vedono negare tutele e diritti legittimi. Continuare a ignorare queste zone d'ombra significa incoraggiarle, con tutto ciò che comporta, e questo è intollerabile per un Paese che si definisce civile ma soprattutto per le persone che subiscono le conseguenze di tutto questo.
Un abbraccio e un saluto.
Paola

Anonimo ha detto...

Sono un giovane avvocato che sto seguendo un caso di una italiana arrestata 3 mesi fa a Caracas incastrata sotto minaccia provata di morte ...sono sconvolto e mi vergogno di essere italiano...niente medicine niente vestiti nulla di nulla da parte delle istituzioni ambasciate e consolati sevono solo a far esporre una bandiera ...se ciò fosse accaduto ad un Amaricano si sarebbero mosse le teste di cuoio
Organizziamoci per un sit.in sotto il ministero....basta subire e parlare
il mio numero è il seguente 3311116151
riccardo

Luca de Fusco ha detto...

Mi spiace apprendere simili notizie. Ma siccome leggo che Ambasciatore italiano a Santo Domingo è tale Arturo Olivieri devo dire che non sono sorpreso dalle critiche che gli vengono rivolte. Poichè l'ho conosciuto e frequentato di persona per almeno due anni nella sede di primo incarico posso affermare che si tratta di persona moralmente non integra oltre ad avere uno scarso senso del dovere istituzionale e che prova fastidio da situazioni come quella descritta. Non mi sorprende che alla sua età sia stato assegnato a sede di scarso rilievo cone S Domingo e questo starebbe a dimostrare che non gode al ministero di buone valutazioni. Ritengo che, come in altri casi analoghi, la medicina migliore sia un esposto circostanziato alla magistratura italiana. Mi soprende che non sia stato già fatto.