6 febbraio 2011

RIFLESSIONI DI UNA DOMENICA DI FEBBRAIO 2011

Continua l'assordante SILENZIO e indifferenza di tutte le Autorità e Organismi Internazionali sul problema degli Italiani Detenuti all'Estero, colpevoli o innocenti, non importa, anche se a dir il vero per i più, giudici supremi degli altri, sono considerati tutti colpevoli o peggio come è stato scritto: persone fatti e strafatti, straccioni e accattoni, in giro per il mondo a cercare il loro "IO", quando nei guai pretendono che le Ambasciate provvedono a Loro e spendano somme di danaro, è stato anche scritto che le Ambasciate e Consolati si prodicano, anche a livello personale degli impiegati a visite continue "mensili" e invio generi conforto e somme denaro raccolte dai loro stipendi.
Che cosa magnifica sarebbe se vero, peccato che la realtà è tutta diversa e questo lo potete desumere non solo dai miei articoli, fatti veri perchè a me successi personalmente e che ho avuto sempre il coraggio di denunciare e continuo, ma anche dalle pagine di altri siti web che trattano di queste storie o da articoli di giornali, pochi a dir il vero, a seguito di interviste rilasciate dai familiari ma anche da commenti di persone che hanno vissute sulla propria pelle queste degenerazioni.
Certo la nostra politica e politicanti hanno sempre avuto altro di più importante a cui pensare, ho raccolto Interrogazioni Parlamentari di anni passati in cui i vari Governi, per bocca dei loro rappresentanti che hanno risposto alle Interrogazioni, hanno affermato che: il problema è serio, è a conoscenza e che avrebbero attivati tutti i canali Nazionali e Internazionali affinchè fosse garantito ai cittadini Italiani il rispetto dei Diritti Civili, Umani e Giudiziari negli Stati dove fossero detenuti, che fosse Garantito loro la Costituzione Italiana alla pari dei Cittadini Italiani e anche stranieri in Italia.
Addirittura con la liberazione e rimpatrio della signora Baraldini in Italia dall'America, dove era detenuta per reati di terrorismo, a opera del Governo Italiano dell'epoca che pagò la cauzione al Governo Americano pari a 48.000.000 di lire di allora (soldi nostri) addirittura il Ministro della Giustizia di allora era all'aeroporto a ricevere la Baraldini come un capo di Stato in visita in Italia, giunta con un Falcon di Stato inviato in missione appositamente in America per il suo trasporto (soldi nostri per aereo, militari aeronautica e servizi, personale civile, tutto l'apparato predisposto all'aeroporto, spese chiaramente per i familiari dela stessa Baraldini portati a Roma). Successe giustamente un putiferio da parte dell'opposizione per quanto sopra descritto, e nei giorni a seguire il portavoce del Governo si affrettò a dichiare che come la Baraldini, nei mesi a venire tutti gli Italiani detenuti all'estero sarebbero stati fatti rientrare in Italia.
Bella promesso rimasta negli scaffali del DIMENTICATOIO, bel gridare delle opposizione di destra, solo per quel giorno anche queste finite negli scaffali del DIMENTICATOIO.
Noi, cittadini Italiani per costoro, tutti uguali senza distinzione, siamo NULLA, popolo pecorone al quale tutto si può fare, la dimostrazione è all'ordine del giorno, inutile fare finta di niente, in Italia tutto è importante e di tutto si parla e ci si occupa, testimonianza le varie trasmissione tv, Porta a Porta, Anno Zero, Ballarò, Reporter, Matrix, Striscia la Notizia, Le Iene, tutti giornali importanti di cui solo qualcuno ha pubblicato qualche articolo, ma tantissimo sono quelli che ho contattato, i partiti politici e loro Leader tutti, e posso fare nome e cognome, nessuno escluso, tutti i vertici dello Stato "vs l'incontro con il presidente della Repubblica, dalla cui Segreteria sto ancora aspettando notizie" mi sembra di essere il Legionario nel "Il Deserto dei tartari" che aspetta, aspetta il nemico che arrivi e che mai arriverà, anche io aspetto, aspetto cosa? il Niente.
Anche il sig. Beppe Grillo che all'epoca mandava tutti a Fanculo niente solo e sempre silenzio e menefreghismo. Solo qualche Parlamentare che per lavarsi la coscienza o farsi pubblicità ha fatto delle Interrogazioni Parlamentare che alla risposta del Governo si sono sempre dichiarati "Soddisfatti" senza entrare nel merito della problematica e andare a controllare se quello dichiarato risultava il vero, sarebbe stato sufficiente chiedere a Noi, familiari, avere un pò di coraggio in più. Ho chiesto tante e tante volte di avere audizione presso la Commissione Diritti Umani col quale Presidente ho avuto un incontro grazie all'interessamento del Senatore Rutelli, in Commissione Giustizia, Commissione Esteri, ma anche ho interessato gli Uffici ONU di Roma, ho scritto a livello personale a Strasburgo, al Presidente della Parlamento Europeo Bozek e Presidente della Commisione Barroso, ho interessato il Vice Presidente attuale del parlamento UE, il corregionale Pittella, NULLA, SILENZIO, risposte vaghe e di non Interesse al caso, ma tante e tante sono stati i miei interventi e richieste rimaste inascoltate NON SOLO PER IL MIO CASO, lo sapete benissimo, ma per tutti i cittadini Italiani sequestrati e detenuti nel mondo in modo disumano e vergognoso, atti criminali non degni di paesi cosiddetti Civili facenti parte a loro dire con orgoglio di quel mondo moderno chiamato GLOBALIZZAZIONE, sempre pubblicizzato come il mondo delle meraviglie, tipo quello della fiaba di Alice, mondo nel quale ogni giorno ci scontriamo in una realtà di vero e proprio "INFERNO DANTESCO" i cui traghettatori moderni come Caronte sono tutti, nessuno escluso.
Il mio grazie e plauso va ai pochi giornalisti della carta stampata e media che mi hanno aiutato, ai pochissimi Parlamentari che si sono adoperati, alla Deputata Zamparutti che ha avuto il coraggio di andare a visitare Angelo e gli altri Italiani detenuti in India, alla giornalista free lance in India Maria Grazia Coggiola che è stata colei che è andato a trovare Angelo nel carcere e che mi ha fatto avere quella foto famosa che mostrava Angelo nelle condizioni fisiche in cui era in quel momento, ma ancora al mitico Filippo fotografo free e amatoriale in giro in India che appena saputo la notizia è andato a Mandi, il primo davvero, a suo rischio, a trovare mio figlio, ma che dopo pochissimi giorni è dovuto andare via per non mettere a rischio la sua libertà, praticamente costretto.
Ma ancora il sig. Damien, cittadino francese, anche lui dopo avermi contattato si recò a Mandi alla ricerca di un suo amico Italiano di cui si erano perse le tracce, lì detenuto, e di cui ero a conoscenza, sul posto appurò la verità e scrisse quanto successe e quanto saputo in giro in quella località da cittadini Indiani, venni a sapere ancora di casi simili che da decenni succedevano in quei posti e riportati anche sulla pubblicazione di Lonely Planet "India del Nord" alle pagg. 316, 319, 850, 870 e 871, dove si parla dei rischi, della scomparsa di decine di cittadini stranieri, dei pericoli dell'incontro della polizia locale, ancora il caso di cui ho sempre parlato che è una fotocopia vera a propria a quanto successo a mio figlio, quello di Iann Stilmann, inglese avventura che potete trovare ancora su Internet idem in tutto e per tutto a quella di Angelo, ho sempre avuto il sospetto che i poliziotti fossero gli stessi.
CHE DIRE, TANTO E' ANCORA IL RAMMARICO CHE MI PORTO NEL CUORE E DI CUI VORREI PARLARE PIU' APPROFONDITAMENTE ANCHE SE MIO FIGLIO OGGI E' A CASA MA PER IL RISPETTO DI TUTTI COLORO ANCORA SEGREGATI NEL MONDO DI CUI NESSUNO VUOLE INTERESSARSI, CHISSA' SE VERRA' MAI IL GIORNO DI AVERE UNA TRASMISSIONE DOVE SI POSSA INCOMINCIARE A TRATTARE DAVVERO DI QUESTE STORIE A LIVELLO UMANO SI' MA MAGGIORMENTE A LIVELLO GIUDIZIARIO, PERCHE', COME TUTTI DICONO NEL MONDO, COMPLICI I NOSTRI RAPPRESENTANTI, NON TUTTI GLI ITALIANI SONO MAFIOSI DELINQUENTI O PEGGIO COME ALCUNI FUNZIONARI ASSERISCONO CHE I NOSTRI FIGLI SONO TUTTI DROGATI IN GIRO A CERCARE IL LORO "IO", IO DICO CHE INNOCENTI E COLPEVOLI VANNO TUTTI GARANTITI IN EGUALE MISURA SONO TUTTI ESSERI UMANI E CITTADINI ITALIANI.
E CHE DIRE POI DI SANTA MADRE CHIESA E ALCUNI SUOI RAPPRESENTANTI? CAPITOLO A PARTE DI CUI PARLERO' E NE SENTIRETE DELLE BELLA
A tutti buona giornata e che a nessuno tocchi queste situazioni Giovanni Falcone

Nessun commento: