16 febbraio 2011

Da sei mesi in carcere a Cuba: «Ha confessato il falso dopo le torture»

Da http://www.ilgazzettino.it/
VICENZA - Da circa sei mesi il vicentino Luigi Sartorio è rinchiuso in un carcere di L'Avana senza che siano stati ancora formulati i capi di imputazioni contro di lui. Nel frattempo, l'imprenditore italiano - arrestato insieme al fiorentino Simone Pini e al mantovano Angelo Malavasi nel luglio scorso ........................................................
.......................omississ..........................................

Il ministero degli Esteri, ha però sottolineato Mantica, «segue con attenzione i casi di 1800 italiani detenuti nel mondo ma, si tratta comunque di fatti privati in cui lo Stato non può intervenire. Noi possiamo fornire assistenza ai familiari e verificare che le condizione del trattamento dei detenuti rispettino i diritti umani». Quei diritti che, secondo Sbrollini, in questo periodo sono stati violati. «Sartorio soffre di patologie che richiedono continui controlli medici. I suoi legali ci hanno riferito che, in carcere, ha subito violenze», ha evidenziato la deputata dicendosi comunque «rassicurata dall'attenzione» al caso dimostrata dalla Farnesina. Oggi, ha infine aggiunto Sbrollini, «abbiamo consegnato l'ultima parte dei documenti che dimostrano che Sartorio non era a Cuba il 14 maggio, al momento del presunto omicidio. Speriamo che bastino ad ottenere il suo rilascio».

Mercoledì 02 Febbraio 2011 - 19:28 Ultimo aggiornamento: Venerdì 04 Febbraio - 03:31

1 commento:

Anonimo ha detto...

ma che cazzate vanno dicendo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
ma stiamo scherzando ma che cazzo dicono! il ministro degli esteri ha ben altri compiti per i suoi 19000 euro al mese, ma non vedono che il loro colleghi francesi inglesi muovono mare e monti per i loro civili?!????? però in italia quando un extracomunitario commette crimini a tutto spiano a lui però i diritti e il gratuito patrocinio gli vengono garantiti.
e poi qua non stiamo parlando di un contratto o di cosa simili, stiamo parlando di VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI SANCITI DALLA CARTA PER I DIRITTI UMANI E FINO PROVA CONTRARIA GLI ITALIANI COME GLI ALTRI POPOLI SONO ESSERI UMANI E QUINDI I DIRITTI DEVONO COMUNQUE ESSERE GARANTITI IN QUALUNQUE PARTE DEL MONDO E IN QUALUNQUE MOMENTO! forse il signor ministro non lo sa, ma i diritti sono sanciti anche nella nostra carta costituzionale (ammesso ke l'abbia mai aperta e letta)!!! roba dell'altro mondo. e poi ragazzi stiamo parlando di torture ma stiamo scherzando?

stanca di questi politici a cui piacciono solo riceveri soldi dai cittadini!!!!!!