29 luglio 2010

DIRITTI ANCORA NEGATI PER GLI ITALIANI DETENUTI ALL'ESTERO

Questa mattina ho trovato un articolo su Piacenzasera.it un articolo riguardante una manifestazione che si terrà in provincia di Piacenza organizzata dalla Lega Nord per la liberazione del soldato Israeliano Gilad Shalit da 4 anni nelle mani di Hamas.
http://www.piacenzasera.it/portfolio/personalizzazioni/HomePage.asp?id_prodotto=21209&id_categoria=7&commenti=s
Tra gli altri il sindaco di Bobbio e Fiamma Nirenstein, vicepresidente della commissione Affari esteri della Camera, giornalista e firma autorevole di politica internazionale, alla quale ho scritto più volte, senza ricevere nessuna risposta. Il mio è il risentimento di un padre e di un cittadino che si è visto non garantito nei propri diritti inviolabili e sacrosanti".
Ho subito commentato l'articolo e poi telefonato alla redazione e alla giornalista spiegavo il mio disappunto e risentimento per il fatto che tutto viene fatto a favore degli stranieri, non solo coloro in Italia ma anche quelli nei propri paesi,
chiaro che i Diritti Umani sono per tutti o almeno dovrebbe essere, tranne che per gli Italiani, da parte proprio del Parlamento, Politica, Giornalisti TV e carta stampata, Associazioni Umanitarie tutte con in testa Amnesty International, mondo della cultura, insomma proprio tutti, anche L'Europa tace, l'ONU tace, tutti interessati da me del problema. A tutti costoro dico anche a nome degli altri familiari GRAZIE. Sono proprio felice e orgoglioso di vivere in un paese con un alto grado di cultura e civiltà e senso di responsabilità verso i propri cittadini, addirittura il Vescovo della mia Diocesi interpellato sul suo silenzio e della Chiesa rispondeva che tutto era dovuto perchè non sapeva se Angelo era colpevole o innocente e che era in corso un processo, che io definivo "farsa" così come in effetti alla fine si è dimostrato con l'assoluzione di Angelo.
Giovanni Falcone

Nessun commento: