30 maggio 2010

IL POTERE DELLA CHIESA - anzi di ALCUNI SUOI APPARTENENTI

Devo constatare con rammarico, che quando si scrive o si parla di Chiesa da parte di tutti o quasi cade il silenzio, imbarazzante, oserei dire timore e anche paura.
Paura e timore che ci attanaglia da secoli di sopraffazione, coercizione continua messa in atto da parte di chi, impropriamente indossa abiti talari, che fanno di questo solo e soltanto POTERE, da esercitare verso tutti coloro che li circonda, potere che serve ed è servito ad arricchirsi a disimisura, loro e la loro cerchia di amici e parenti. Occupare ogni poltrona dalla quale dirigere la regia mondiale dell'affare e malaffare.
Certo, Cristo non aveva immaginato che i suoi servitori, apostoli moderni, potessero arrivare a tanto, ci avevavo già tentato quando LUI era ancora in vita, ma con coraggio li scacciò a malomodo dal tempio, dalla casa del Padre Suo.
Ma si sà, il male alleato al potere è sempre esistito, forte, la storia ci porta tanti esempi anche del passato, ed ecco che coloro che erano stati cacciati, con astuzia demoniaca e con la complicità del popolo pecorone e ignorante tramava sotto, riuscendo nel loro malefico intento, mettendo in croce Cristo. Quel Cristo che amorevolmente, per noi, immeritevoli di tanto, nulla fece, morì sulla croce per noi, per i nostri peccati.
Si gira la pagina ad oggi, Anno Domini 2010, cosa è cambiato? nulla, i Farisei sono ancora al loro posto e anche il popolo pecorone ignorante e così questi demoni continuano la loro vita quotidiana di strapotere su tutto e tutti.
Ad ogni generazione si pensava che con l'arrivo dei giovani, in futuro qualcosa sarebbe cambiato ma irremidiabilmente ogni volta tutto si è rilevato inutile, così oggi dobbiamo prostrarci ancora a costoro per avere tutto, ANCHE UNA PREGHIERA, come è successo a me, ma non ho ceduto e non cederò mai, piuttosto la morte che farmi sodomizzare da costoro, che continuo tranquillamente a maledire nella speranza che prima o poi Cristo ritorni sulla terra per scacciarli definitivamente o che Dio ci castighi con un'altro diluvio universale.
L'AZIONE PIU' DIABOLICA DI SATANA E' FAR CREDERE DI NON ESISTERE
E NEGARE L'ESISTENZA DI DIO
Continuo a sostenere che COME ABBIAMO I NOSTRI DIRITTI CIVILI, ALLA PARI ABBIAMO I NOSTRI DIRITTI ECCLESIASTICI, da umili Cristiani e per questo dobbiamo lottare, i preti sono tali per mandato di Cristo ai quali ha affidato il proprio gregge, e lo devono curare in ogni modo salvaguardando la sua integrità, sopravvivenza e una vita degna di Cristiano, dispensando in eguale misura a tutti, senza distinzione di ceto o classe sociale Amore, Carità, Misericordia e Perdono, e se necessario porgere anche l'altra guancia, TUTTO QUESTO DIPENDE DA NOI TUTTI.
Giovanni Falcone

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Da parte mia, il silenzio...non è paura o timore...
la difficoltà di lasciare un commento nasce dall'impossibilità di tradurre in parole quello che per me è la Fede, che va al di là degli errori umani, al di là delle colpe e dello schifo di determinate persone dentro alla Chiesa..
E' giusto denunciare e urlare e condannare...
però, come in tutte le cose, si arriva poi a generalizzare e anche quelli che fanno del bene e sono veramente Cristo..vengono comunque infangati...
emanuela

Giovanni Falcone ha detto...

Cara Emanuela, intanto ti saluto, poi che dire sempre questa storia di mettere tutto sull'umanesimo, sai un parroco, amico, con cui mi sento spesso, mi dice sempre: "sai Giovanni, anche noi siamo uomini" e no, gli rispondo, troppo comodo, voi non potete sempre ricorrere a questa scappatoia, non lo accetto e non è giusto metterla su questo piano.
Non ho mai generalizzato e non si deve mai fare, le mele marce sono dapertutto, però mai tacere, bisogna sempre denunciare e gridare le ingiustizie e i propri Diritti. Anche Gesù gridava sempre la fede in Dio Padre, gridava tanto forte da far arrivare la sua parola ovunque, gridò talmente tanto quando cacciò tutti dal tempio in malo modo, farisei, sommi sacerdoti corrotti, cambiavaluta, così dobbiamo fare anche noi. Gesù ha detto che non si può servire 2 padroni, o Dio o mammone. Le mie non sono parole gridate al vento, sono sete e fame di Giustizia, Ecclesiastica così come ho gridato per quella Civile. Ho lavorato in missione all'estero per la Chiesa, quella vera, giusta, povero in mezzo ai poveri, agli ammalati, in mezzo agli ultimi, bhè lo sai? ti garantisco che allora stavo meglio.