11 maggio 2010

IL LAMENTO DI UN EX SENATORE IN CARCERE

http://www.repubblica.it/politica/2010/04/21/news/di_girolamo_carcere-3505689/
Di Girolamo, il lamento dal carcere
"Qui dentro condizioni inumane"
L'incontro a Rebibbia con l'ex senatore, indagato per essere stato eletto all'estero con i voti della 'ndrangheta. "Quando uscirò mi occuperò dei problemi dei detenuti. Manca anche il barbiere. A chi entra in cella per la prima volta mi sento di consigliare il kit del detenuto..."
di ALBERTO CUSTODERO


L'ex Senatore DI Girolamo, detenuto in Italia, a Rebibbia, perchè sarebbe stato eletto all'estero con i voti della 'ndrangheta. Guarda caso oggi si accorge delle condizioni disumane nelle carceri italiane, pensate, dice che "MANCA ANCHE IL BARBIERE" addirittura vuole consigliare a chi entra per la prima volta in carcere detenuto, il "KIT DEL DETENUTO", chissà se riesce a registrarlo, può fare anche dei soldi.
Caro Senatore Di Girolamo lei, ma anche suoi ex colleghi, neanche immagina cosa devono sopportare gli Italiani detenuti all'estero, altro che barbiere, lì sì le condizioni sono disumane e penso, per capire questo dovrebbe essere trasferito in uno di quei penitenziari, indiani, thaillandese, indonesiano, arabo, messicano, brasiliano ma anche nella civilissima america e paesi occidentali per capire come vivono e subiscono giorno per giorno i nostri figli.
Vi accorgete di qualcosa solo quando lo vivete sulla vostra pelle o di qualche vostro familare.
Sono oltre 3 anni che grido queste brutture, nessuno, dico nessuno di Voi benpensanti cervelloni ha voluto ascoltare, neanche oggi. I trattamenti disumani sono un crimine e reato gravissimo per tutti coloro che li subiscono, non hanno corsie preferenziali per i potenti, sia reo confessi che per chi detenuto ingiustamente. Nel mondo gli Italiani sono considerati mangia spaghetti-pizza e mafiosi, grazie a Voi che mai vi siete degnati di salvaguardare la loro onorabilità di uomini e cittadini italiani, almeno quando innocenti.
Pensate, adesso Lui quando uscirà si interesserà dei problemi dei detenuti, nessuno gli ha detto nulla della vita dura che lì dentro avrebbe avuto e così non ha potuto prepararsi. Parla di malattie varie in particolare TBC e AIDS, i nostri figli hanno contratto tante di queste malattie, Angelo l'Epatite Virale, e vedremo al rientro. Avevo segnalato e fatto fare una interrogazione parlamentare per i vaccini dell'influenza H1N1 da inviare ai Consolati e a loro volta farli recapitare alle carceri dove detenuti gli italiani, bhè non è successo nulla, proprio NULLA, solo silenzio e indifferenza.
Mi fa piacere che Lei adesso si accorge di tutto questo e chissà forse qualcuno si ricorderà anche dei nostri figli, ma ci credo poco, è ancora viva la vicenda Baraldini, fatta rientrare in Italia, dall'allora Governo di sinistra, Ministro della Giustizia On. Diliberto, Governo che pagò la cauzione al governo americano, 50.000.000 di vecchie lire, mandò un Falcon di Stato a prelevarla e portarla in Italia dove a ricerverla andò lo stesso Ministro della Giustizia, accoglienza degna di un capo di stato. Angelo, mio figlio, ieri ha dovuto raggiungere Mandi in pulman pagato e cercato da lui, per presenziare l'udienza di oggi, un pomeriggio e una notte di viaggio, duro, nessuno l'ha accompagnato. Nessuno si occupa delle condizioni disumane di Kassim Britel, cittadino Itala-Marocchino detenuto in Marocco, di Carlo Parlante e Cico Forte in America, Giuseppe e gli altri Italiani in Brasile, Giovanni nell'ex Russia, oggi Tommy e Elisabetta in India, ma anche di Vincenzo da 8 anni in India, di Fernando in Thaillandia, di Juri in Indonesia e di tutti gli altri, decine e decine, ma si sà questi sono carne da macello, povera gente che nulla merita. Qualcuno ha scritto "morti di fame, fatti e strafatti, in cerca del loro Io, mendicanti straccioni e accattoni", qualche deputato ha dichiarato che non meritano nessuna pietà e che sono la vergogna dell'Italia, questo sul conto di chi condannato a pena definitiva, che grida la sua innocenza, ma anche di chi reo confesso, nei confronti di chi ancora in attesa di giudizio,
BHE' IO DICO CHE LA VERGOGNA SIETE VOI
Lei caro senatore dice, siccome manca il barbiere "ne va della dignità della persona, "come faccio a presentarmi ai colloqui con i familiari o con l'avvocato in modo così trasandato? "
I nostri figli non hanno nulla, nè barbiere, nè possibilità di lavarsi in modo adeguato, mangiare? un miraggio, ma tantomeno visite di familiari o delle semplici telefonate, data la distanza che ci separa.
PENSI CHE QUESTE SONO TUTTE VIOLAZIONI GRAVISSIME A LEGGI E CONVENZIONI INTERNAZIONALI di cui Voi tutti non vi siete mai interessati far rispettare e così oggi invoca delle semplici violazioni nazionali di cui poi se ne può anche fare a meno, visto che in parte è calvo, chissà forse risolve questo problema.
CARI FAMILIARI E AMICI CAPITE QUALE GRAVE PROBLEMA UN EX SENATORE DEVE SUBIRE? e potete contarci che i suoi ex COLLEGHI glielo risolveranno e andranno a trovarlo.
Ancora una cosa ex senatore eletto all'estero, ma anche tutti gli altri politici, quando andate all'estero in visite ufficiale, andate a trovare in quelle carceri gli italiani detenuti, non frequentate solo i saloni delle Ambasciate e dei vari Hothel Intercontinental Sheraton, Hjatt etc..
Giovanni Falcone

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Se questo ex senatore può comunque portare un po' di luce sulle vicende tristi degli italiani all'estero....beh...meglio che niente...

sarà valso a qualcosa il suo "lamento"

emanuela

Anonimo ha detto...

grande post giovanni !
peccato non riuscire a renderlo piu' visibile a tanta, ma proprio tanta gente.
coraggio !
bruno

Antonella ha detto...

ma x favore....si dovrebbero vergognare anche di lamentarsi...e muovere il culo per i propri cittadini che se non portano un entrata eeconomica o una rendita sicura oltre che un umiliazione non sono degni neanche di essere chiamati cittadini..e chi se ne frega se stanno morendo da qualche parte o se i loro diritti umani vengono calpestati...chi glie lo fa fare di preoccuparsi..se lo sara' portato lo spazzolino elettrico il senatore...almeno ci si sciacqua la bocca ..oltre che poterlo utilizzare giusto per sollazzo...