23 febbraio 2010

E la chiesa ricorda, tutto e tutti, tranne gli Italiani detenuti all'estero.

Si sta ricordando in tutto il mondo la figura di don Giussani, nel 5° anniversario della morte, fondatore di C.L. a cui fanno capo tantissimi vescovi e preti. Tanto e tutto gira nella Chiesa oggi intorno a don Giussani e Comunione e Liberazione preti e su, sempre più suore e preti di C.L. affollano le stanze del Vaticano, cosa che qualche malumore sta creando nelle gerarchie ecclesiastiche. Da uno dei suoi libri di don Giussani si legge:
questo “quindi” è importante per me -, dimostrare la razionalità della fede, implica un concetto preciso di razionalità. Dire che la fede esalta la razionalità, vuol dire che la fede corrisponde alle esigenze fondamentali e originali del cuore di ogni uomo. La Bibbia, infatti, invece della parola “razionalità”, usa la parola “cuore”. La fede, dunque, risponde alle esigenze originali del cuore dell’uomo, uguale in tutti: esigenza di vero, di bello, di bene, di giusto (del giusto!), di amore, di soddisfazione totale di sé».
Invece da un articolo di Repubblica di oggi 23 febbraio: http://www.repubblica.it/politica/2010/02/23/news/unit_chiesa-2397846/
"Don Giussani - sostiene Angelo Scola Patriarca di Venezia - era un grande realista, e aveva percepito con chiarezza che il potere è inevitabile perché la sua radice è antropologica. Tutti hanno potere, anche il neonato sulla mamma e viceversa". Di qui la creazione della Compagnia delle Opere.
Il potere, è forse questo che spinge chi al mio paese non ha mai proferito parola sul caso di Angelo mio figlio, dal 9 marzo 2007 in India dove ha trascorso 2 anni e 9 mesi in carcere, in condizioni disumane. E' stato il mio non volermi assoggettare al suo potere, cioè a dovergli chiedere personalmente preghiere, pretesa rivoltami in presenza di testimoni:
" TU DOVEVI VENIRE DA ME E CHIEDERMI DI FARE LA FUNZIONE IN CHIESA"
ed è stato per questo che da lui e dal suo vescovo, altro accolito, non ho mai ricevuto una parola, un gesto di umanità, una preghiera, costringendomi ad allontanarmi dalla Chiesa ancora oggi, alla faccia di quanto insegnato da Gesù e riportato nella Bibbia e nei Vangeli, ma anche da quanto fatto da Santi uomini della Chiesa, che hanno dato e profuso tutto per il prossimi, in particolar modo con gli ultimi.
Io continuerò sempre a parlare di costoro come soloro che porteranno la Chiesa a crollare su se stessa, sono cristiano, come Voi tutti, i nostri insegnamenti e esempi sin da piccoli sono stati altro, non questa sete di potere e ricchezza che oggi vige nella maggior parte degli appartenenti alla Chiesa, vendete quegli appartamenti acquistati con i soldi della povera gente e date il ricavato ai bisognosi, ritiratevi nei deserti e boschi e fate penitenza, siamo in Quaresima, chiedete perdono a Dio di tutti i vostri misfatti,
http://giovannifalcone.blogspot.com/2009/08/ma-pare-che-ad-alcuni-il-vangelo-non.html
ma tanti sono i post nel blog, gli articoli sui giornali e dichiarazioni rilasciate da me in trasmissioni TV alle quali ho partecipato.
Giovanni Falcone

7 commenti:

Anonimo ha detto...

ognuno ricorda ciò che gli stà più a cuore.
tu ricordi tuo figlio perchè ti stà a cuore.
non puoi pretendere che lo sia anche per gli altri.
se credi è un bene per te non per gli altri. se vuoi fare polemiche LIBERO DI FARLO.

Giovanni Falcone ha detto...

Io scrivo, ricordo in proprio senza costringere nessuno a fare altrettanto, ognuno è libero di pensarla come vuole, porto a conoscenza solo di fatti, gravi che si verificano,m e comunque ho sempre fatto presente che per fortuna non tutti i preti sono come questi esseri immondi di cui parlo. Comunque, caro amico, se vuoi essere chiamato tale, io mi firmo, sempre, assumendomi anche la responsabilità, una cosa è certa è dal 9 marzo del 2008 che li attacco, sul blog, giornali, TV, Radio, e mai, dico mai hanno replicato, preferiscono il silenzio, vuol dire che ho ragione, sono disposto, caro ecclesiastico, ad andare anche davanti al Tribunale Ecclesiastico a rappresentare la mia denuncia e ragione, mia e di tutti gli altri familiari come me, di chi ha familiari con gravissime patologie mai aiutati,addirittura rifiutano la Comunione ai bimbi gravemte ammalati, perchè dicono "non capiscono nulla", DOVREBBERO SOLO VERGOGNARSI.
Caro del mio amico, se vuoi puoi contattarmi in privato, tu sei uno di costoro? o un loro fautore?
Giovanni Falcone

Anonimo ha detto...

la Misericordia di DIO è grande ed è per Tutti. come lui vorrà usarla

Giovanni Falcone ha detto...

Caro mio don, la Misericordia certamente, ma il comportamento di chi ha scelto di seguire Cristo come Lui ha insegnato è un'altra cosa. Questo per me è tradirlo, così come ha fatto Giuda. Costoro sempòicemente non amano quello che ama Cristo, che passino pure alla concorrenza, non ne sentiremo la mancanza, anzi la Chiesa ci guadagna. Quando ne ha voglia mi contatti, le garantisco che sarà una nsotra quetione, i dati sul profilo del mio blog oppure un msg.
Matteo 6:
14 Se voi infatti perdonerete agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi; 15 ma se voi non perdonerete agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe.

19 Non accumulatevi tesori sulla terra, dove tignola e ruggine consumano e dove ladri scassinano e rubano; 20 accumulatevi invece tesori nel cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove ladri non scassinano e non rubano. 21 Perché là dov'è il tuo tesoro, sarà anche il tuo cuore.

24 Nessuno può servire a due padroni: o odierà l'uno e amerà l'altro, o preferirà l'uno e disprezzerà l'altro: non potete servire a Dio e a mammona.
Giovanni Falcone

Anonimo ha detto...

Sono sempre più convinta che quello che Lei Giovanni è riuscito a fare e quello che, sono certa, continuerà generosamente a fare allargheranno sempre di più la breccia nel muro di indifferenza e silenzio che caratterizza questi drammi.
Sono anche convinta che tutte le battaglie per i diritti civili, soprattutto per chi subisce da vicino un'ingiustizia, abbiano bisogno di sostegno e condivisione.
Comunque Dio legge nel cuore di tutti e conosce sempre la verità.
Un caro saluto e un forte abbraccio.
Paola

Anonimo ha detto...

caro Giovanni, tu giudichi, e pretendi che gli altri facciano quello che tu ritieni giusto. giusto in questo momento per te.
tu parli di fede. quale fede. la tua fede.

Mimmo
ruvo di puglia

Giovanni Falcone ha detto...

Caro Mimmo, ho troppo rispetto per tutti e la mia educazione non mi consente di inculcare il mio pensiero a Voi, ognuno la pensa e agisce come vuole, faccio solo presente dei fatti, dimostrabili con testimonianze di tutta la cittadinanza facendo anche presente che ci sono violazioni gravissime al Codice di Diritto Canonico. Daltronde non si capisce il loro silenzio, li attacco sul blog, giornali, TV, mai una replica, perchè? Io vorrei un confronto pubblico. Daltronde pretendo i miei Diritti di Fedele e cittadino cattolico, io laico mi occupo di volontariato con un'associazione cattolica, sono stato all'estero e ancora oggi sono spesso proprio nella tua regione presso case famiglie. Sono sereno e con la coscienza a posto, per la Fede sono un tantino in standbay, grazie a loro "esseri immondi"
Giovanni Falcone