28 febbraio 2010

AIUTIAMO Pier Paolo









E' già da tempo che conosco la famiglia di Pier Paolo, bimbo sfortunato di Policore, fin dalla nascita, Cristo gli ha messo sulle spalle una croce troppo grande anche per persone adulte. Con loro abbiamo anche avute dirette radiofoniche su Bierredue Basilicata con l'amico Filippo che si è interessato più volte al caso.
Ho tentato in vari modi di aiutare la famiglia con delle indicazioni, su cosa fare e spero di aver fatto qualcosa di buono. Ultimamente, ne ho parlato a Gianluca Bruno, giornalista, che scrive per La Nuova del Sud che si occupa anche di Angelo, e lui ha pensato di fare un articolo sulla storia di Pier Paolo, nella speranza di richiamare l'attenzione delle Autorità Competenti, siamo andati a trovare la mamma di Pier Paolo la quale ci ha illustrato tutta la storia, sin dall'inizio e in effetti il 5 febbraio usciva l'articolo, a firma di Gianluca, che potete leggere cliccando sull'immagine sopra riportata.
Ieri 27, finalmente la bella notizia, un'associazione di Irsina (MT) la Cooperativa "Fratello Sole" per il tramite del suo Responsabile Operativo , dott. Roberto Grieco, faceva sapere di volersi occupare di Pier Paolo ed aiutarlo. Anche questa notizia la potete leggere integralmente sull'articolo sopra riportato.
Che dire, siamo felicissimi per quanto sopra, insieme alla famiglia, ed è la dimostrazione che a volte basta poco, anche il coinvolgimento di semplici cittadini può aiutare e spriamo di cuore che la famiglia possa trovare un momento di serenità. Auguro loro ogni bene e felicità e se qualcuno vuole intervenire per aiutare Pier Paolo non deve fare altro che contattarmi e io provvederò a dare i contatti giusti, GRAZIE di cuore, Giovanni Falcone

1 commento:

Anonimo ha detto...

Un abbraccio e un bacio al piccolo Pier Paolo e alla sua famiglia.
Spero che presto la situazione possa migliorare.
L'amore, la dignità e il coraggio di questa famiglia sono un esempio per tutti e meriterebbe attenzione e interventi adeguati, certo non le carenze delle istituzioni, che costringono questi piccoli e le loro famiglie a vivere giornate da autentici Super Eroi.
Un saluto affettuoso e in bocca al lupo
Paola