13 dicembre 2009

Partecipazione a "I FATTI VOSTRI" di Mauro Nardini

Domani 14 alle ore 12,00, il signor Mauro Nardini, fratello di Ferdinando, detenuto in Thaillandia, condannato all'ergastolo, sarà ospite nella direta del noto programma televisivo "I Fatti Vostri" di RAI 2. Vi invito a seguirlo.
Maur0parlerà del fratello Ferdinando, arrestato il 19 febbraio 2009 a seguito di sentenza condanna all'ergastolo, per omicidio, reato di cui si è sempre proclamato estraneo. Abitava in Thaillandia dopo il matrimonia con una cittadina di quello stato. Ha atteso con animo sereno, di chi sa diu essere innocente tutto il processo, poteva anche rientrare in Italia e non lo ha fatto, sicuro di sè e fiducioso nella Giustizia. Purtroppo così non è stato. Da quando in carcere, Ferdinando non può comunicare con i familiari in Italia, gli viene impedito.
Faccio notare che la Thaillandia ha firmato per Adesione, seppure con riserva e dichiarazioni, la Convenzione O.N.U. "Patto Internazionale Relativo ai Diritti Civili e Politici" del 16 dicembre 1966, in data 29 ottobre 1996 e entrata in vigore il 29 gennaio 1997.
La Risoluzione O.N.U. del 30.08.1955 "Regole minime per il Trattamento dei Detenuti" all'art. 37 recita: I detenuti devono essere autorizzati, sotto la necessaria sorveglianza, a comunicare con la loro famiglia e con quei loro amici nei quali si può fare affidamento, a intervalli regolari, sia per corrispondenza sia ricevendo visite.
E' chiaro, aggiungo io, che nel 1955 l'uso dei telefoni era limitato e che sicuramente in tempi recenti ci sono state modifiche e aggiunte al suddetto Regolamento.
CHE DIRE, CAMBIANO GLI STATI, MA I PROBLEMI SONO SEMPRE GLI STESSI, per Noi chiaro, Oggi giustamente in Italia tutti fanno ricorsi (giustamente) alla Corte di giustizia d'Europa e regolarmente accolti, l'Italia condannata a pagare Migliaia di Euro, Noi Italiani all'estero invece siamo preclusi da tutto, perchè nessuno presenta anche solo due riga di Nota Protesta Ufficiale nè all'O.N.U. ma neanche alla Corte di Giustizia dell'Aja, allora chiedo:
PERCHE' TUTTO QUESTO?
Giovanni Falcone

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ancora tanta tristezza e rabbia nel sentire l'ennesimo caso di ingiustizia...

Cosa possiamo fare?
Solo sperare, pregare, fare sentire alla famiglia di Fernando la nostra vicinanza...

La liberazione di Angelo ci fa sentire più fiduciosi...
La lotta continua di Giovanni ci fa sperare che giorno dopo giorno, tassello dopo tassello, noi italiani all'estero possiamo finalmente avere la dovuta attenzione...
Forza Mauro...
emanuela

mauro ha detto...

grazie Emanuela persone come te mi danno la forza di andare avanti

Anonimo ha detto...

forza nandino spero che la giustizia possa capire la tua innocenza

Anonimo ha detto...

spero pure che i tuoi genitori sappino sempre che tu sei un uomo pulito come lo eri in italia