2 dicembre 2009

Ferdinando NARDINI - detenuto in Thaillandia

Cari amici buongiorno, rieccoci a casa, dopo il viaggio di Roma per la trasmisssione, un'altro tassello è stato aggiunto, tutto ok, anche se devo dire il tempo ci è sempre tiranno, non è mai abbastanza, avrei bisogno di tantissimo per poter spiegare tutto questo malaffare delle detenzioni degli Italiani all'estero, (la vergogna dell'Italia ha detto qualche Parlamentare, in spregio all'art. 27 della Costituzione e al buon senso che dovrebbe avere un Parlamentare). Ma ancora di più sarebbe necessario e auspico prima o poi, di poter avere (come chiesto da tanto e anche promesso da un Parlamentare con incarico di prestigio in detta Commissione) un'audizione Parlamentare presso la Commissione Diritti Umani. Ma tantè, ancora nulla è successo, probabile che qualcosa di importante e serio avrò da dire e li spaventa.
Ora sono a chiederVi, così come avete fatto per Angelo e altri di scrivere a Ferdinando, detenuto in Thaillandia, condannato all'ergastolo, con un'accusa infamante, potete immaginare quanto bisogno ha di leggere da qualche amico e farlo sentire ancora vivo, essere umano, specie adesso che ci avviciniamo al Santo Natale. Sono sicuro non mancherete verso Ferdinando , Angelo e altri grazie:
Ferdinando NARDINI
Rayon Prison
111 Moo 9 Nonglalok
Bankau Rayong 21120
Thailand
Grazie per quanto, Giovanni Falcone

1 commento:

Anonimo ha detto...

buon natale nandino spero che tutto si chiarisca e tu possa uscire pulito ed innocente ciao a presto