26 novembre 2009

Poesia di Angelo 16.3.2008 "A DIO" e questo schifo di vita

traduzione
Dov'è la logica in tutta questa storia, dove posso trovare un senso in tutte queste notti, dove posso individuare un senso in tutti questi giorni consumati dentro un carcere....
Come posso trovare una ragione per tutta questa dannata vita!!Perché ogni volta nella mia vita ogni cosa va storta... perché non accade neinte di bello in questa situazione, come posso continuare a trovare la forza di andare avanti...
Guarda un po' come è la mia vita ora, come potrei?
Per quanto tempo ancora pensi che potrò resistere, Dio?
Perché mi stai facendo questo?
Dove ho sbagliato nella mia vita? Io aiuto sempre chiunque in ogni occasione...
Perché, dammi una risposta!!!
Dai un senso alla mia vita!! Dammi una sola ragione per tutto questo...
Ti prego, dammi indietro la tua famiglia, la mia vita, dammi indietro tutto ciò che apparteneva alla mia vera vita!!
Io aggiungo caro Angelo, mio amore, anche Lui è lontano dai nostri problemi e si è assogiogato ai signori che ci comandano e ci tengono oppressi, non serve pregarlo, tanto poi l'esempio che io vivo con Kaifa e suoi Bravi della mia Diocesi la dice tutta questa verità. Falcone Giovanni

3 commenti:

Pino Battafarano ha detto...

La poesia è molto bella in essa si intravedono le condizioni del caro Angelo.
lo sò è duro sopportare tutto questo ma non bisogna mai abbandonare la fede di Dio.
Ciao Giovanni

Giovanni Falcone ha detto...

La Fede? e quale Fede? di chi? di Colui che ha permesso la distruzione della mia famiglia? che cosa ho gli ho fatto per meritarmi questo? ha ragione Angelo, pensa ha sempre dato e fatto tutto per gli altri, come me, che ancora mi occupo di volontariato, pregio della famiglia, quando eravamo a Belgrado, Lui, piccolo tutti i giorni si faceva accompagnare per strada, per dare qualcosa agli zingarelli che chiedevano l'elemosina.
E questi quattro p... della diocesi qua neanche una preghiera, pretendevano che dovevo chiedere, da bravi mafiosi che sono, convinti che tutti al mondo gli devono il culo, bhè con me hanno sbagliato, meglio morire con dignità che piegarsi a questi p..... bastardi. Giovanni Falcone
P.S. so che mi seguono e leggono, ma nel caso prego qualche loro amico di fargli leggere tutte queste poesie a loro dirette....

Blindsight ha detto...

Giovanni la fede è una cosa, il Vaticano un'altra. Personalmente penso che non ci si debba affidare completamente né all'una né tantomeno all'altro. Penso che quando succedono cose brutte nella propria esistenza bisogna accusare il vero colpevole, farlo con un qualsiasi dio è sbagliato perchè è invisibile, semmai bisogna concentrarsi a cercare la verità e accuserei chi non smuove un dito per tuo figlio, chi lo tiene lì insieme a molti altri e chi legge questo blog come se fosse un reality show.
Una verità sola finora è venuta a galla: non siamo protetti da nessuno, né qui né all'estero.
Un abbraccio ad entrambi e cercherò di seguirti in tv lunedì mattina su Rai3, con la speranza che qualcuno ti viva come essere vivente e non come personaggio di una drammatica fiction, Laura