16 ottobre 2009

Lazio: Garante; virus H1/N1, carceri a rischio e manca vaccino

www.ristretti.it Edizione di mercoledì 14 ottobre 2009
http://www.ristretti.it/commenti/2009/ottobre/14ottobre.htm#10
Virus H1/N1: il Garante chiede la convocazione dell’Osservatorio Regionale sulla sanità penitenziaria.
Convocare l’Osservatorio Permanente sulla salute penitenziaria del Lazio per discutere del modo per affrontare il virus influenzale H1/N1 nelle carceri della Regione Lazio. La proposta è del Garante dei Diritti dei Detenuti del Lazio Angiolo Marroni che questa mattina ha inviato un telegramma urgente al Dirigente Sanitario Regionale per la medicina penitenziaria.
A motivare la richiesta del Garante il primo caso di infezione da virus H1/N1 nelle carceri italiane - un detenuto del carcere fiorentino di Sollicciano -................omissis....................................................
Questo era l'allarme che io già avevo lanciato al mio rientro dall'India, dove avevo visitato Angelo e gli altri Italiani. Questo in considerazione del fatto che, 2 giorni prima della partenza il TG aveva annunciato il ricovero in rianimazione di un cittadino Italiano contagiato e di ritorno proprio dall'India. A Piacenza telefonavo un dottore dell'ASL di quella città, mio amico, per chiedere un parere e cosa fare non solo per me ma anche e sopratutto per Angelo nell'immediato e il futuro, chiaro che il vaccino non c'era ancora, l'unica cosa che potevo fare e portarmi dietro, io e a loro in carcere, la solita Aspina, Tachipirina in caso di febbre, ma maggiormente prendere vitamina C. In carcere in un primo momento mi è stato vietato lasciare quei medicinali sebbene ho spiegato le motivazioni, durante la permanenza ho provveduto a comperare tutti i giorni frutta e dargliela per la vitamnina C.
A questo punto ho pensato che risultava chiaro che il problema è serio, per i detenuti in India ma in tutto il mondo e ho lanciato l'appello, anche con l'incontro avuto con il Consigliere del Signor Presidente della Repubblica, dal quale nulla ancora ho saputo in merito alle mie richieste.
Mi fa piacere che il Garante del Lazio pone questo problema, speriamo che la questione venga posta anche per gli Italiani detenuti all'estero, ancora più a rischio, dato i luoghi maggiormente esposti, ma per le condizioni di vita in quei luoghi. Per questo chiedo anche il Vostro aiuto commentando questo post ma maggiormente inviando e-mail ai Ministeri competenti - Min. Affari Esteri, Giustizia, Salute e alla Presidenza della Repubblica, grazie Giovanni Falcone

1 commento:

Anonimo ha detto...

dovremmo e dovrebbero tutti ringraziare lei, caro Giovanni...che ci fa notare quante mancanze ci sono!!!!
speriamo che ci si renda conto che le condizioni per il diffondersi dell'influenza sono SICURAMENTE di più nelle carceri all'estero!!!
aspettiamo...aspettiamo...aspettiamo...
un abbraccio
emanuela