30 settembre 2009

UDIENZA DAL SIGNOR PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


Cari amici sono a comunicarVi che giorno 2 ottobre sarò ricevuto dai collaboratori personale del Signor Presidente della Repubblica Giorgio NAPOLITANO, in quei giorni in visita ufficiale in Basilicata. Speriamo che sia l'occasione per rilanciare in modo adeguato la problematica di Angelo e di tutti gli Italiani detenuti nel mondo.

Giovanni Falcone

IL VIAGGIO - SETTEMBRE 2009







Eccoci qua, al rientro in Italia avvenuto l’altra mattino alle 08,40 a Milano Malpensa, da lì abbiamo proseguito il viaggio per Bobbio (PC) e io successivamente la stessa sera, per me, alle ore 21,30 salivo su un pulman che mi ha riportato a casa, dove vivo, Rotondella (MT), località che ho raggiunto alle 09,00 del mattino successivo del 29 corrente. Così è finito il viaggio che ci ha portato, me, Sylvie (la mamma) e Denise (sorella) fino in India a trovare Angelo, per me il 3° viaggio, per loro era la prima volta a quasi 3 anni della maledetta partenza di Angelo per quella località.
Ancora una volta voglio ricordare che tutto questo è stato possibile grazie al buon cuore di una persone che risponde al nome di Franco Stella, che ha voluto da subito, appena pochi secondi dopo aver ascoltato da me la storia di Angelo. Franco sembra una persona di altri tempi, con la sua aria quasi da dura che si è rilevato di una umanità unica.
Dopo giorni di preparativi frenetici, di acquisti vari, ogni cosa che si vedeva si comperava per lui, vestiti, saponi, sigarette, lamette per la barba, alimentari come parmigiano, pasta, passata di pomodoro, spezie varie già pronte per preparare spaghettate, acciughe sottolio o salate che poi io ho trasformato in sottolio e messo in sottovuoto, alla rosa di mare piccante calabrese, salumi della nonna, a fette di prosciutto crudo confezionato in sottovuoto, olive, sale, zucchero, formaggi vari, nutella, cioccolatini, caramelle e cicche americane, bagno schiuma, tarallucci, caffè solubile, thè, pasta di acciughe e dulcis in fundo non poteva mancare una buona scorta di spaghetti e la porchetta, ma tanto altro ancora che adesso non ricordo, insomma c’erano 3 valige, e 3 borse termiche piene.
Sono contento adesso di questo, almeno so che la sera quando riassapora i gusti di quei cibi con la mente corre ai bei tempi passati e che ci auguriamo possano ritornare al più presto. Inoltre gli abbiamo portato un lettore CD e dei CD con canzoni attuale e passate di suo gradimento e un lettore MP4 caricato anch’esso con musica ma cosa importante con immagini della famiglia che potrà rivedere ogni momento e farlo sentire più vicino e ancora vivo.
Il viaggio è iniziato per me il 14 settembre, alle ore 21,00 in autobus per raggiungere Piacenza e in auto a Bobbio con Denise, dove mi sono fermato tutta la settimana con Lei e disbrigo faccende e gli ultimi preparativi con altro comperato dalla mamma e Denise.
Domenica mattina 20 siamo decollati da Milano Malpensa alla volta di Zurigo prima e Delhi successivamente dove siamo arrivati alle ore 23,55 e subito in albergo.Il giorno dopo, lunedì alle 10,00 incontro con gli avvocati che ci hanno fatto il punto della situazione. Successivamente in Ambasciata abbiamo incontrato l’Ambasciatore Toscano e il Console Annis con i quali abbiamo fatto il punto della situazione e chiarito alcune cose. Loro sono rimasti sempre sulle loro posizioni, di quello che avrebbero fatto nei modi e tempi previsti, per cui regolare, mentre io non sono stato da meno e ho ribadito chiaramente e con fermezza la mia posizione e quanto non fatto da loro (secondo me) e tutti le altre autorità competenti, ma non di meno il Governo, il Parlamento e i vari Uffici competenti per questi casi.
Chiara la mia posizione che denuncio ogni giorno, SE I NOSTRI CITTADINI VIVONO QUESTE SITUAZIONI, AL DI LA’ DELL’INNOCENZA O COLPEVOLEZZA, vengono a mancare le Garanzie dei propri Diritti Civili e Umani da parte di chi questo dovrebbe garantire. Non si può lasciare abbandonati, nelle mani di gente senza scrupoli due persone e non assisterLi Giuridicamente con la scusa che loro non possono nulla in uno Stato Sovrano, o adducendo scuse di distanze e altro, tutto ASSURDO E TUTTO NON VERO, perché ci sono delle Leggi e Convenzioni Internazionali che tutelano tutti i cittadini in tale situazioni e per questo ho pubblicato un elenco forse anche non completo ma sicuramente abbondante per queste. MA QUELLO CHE PIU’ VIENE A MANCARE IN QUESTI CASI E’ L’UMANITA’, io non posso dimenticare quando da Carabiniere mi toccava intervenire in casi del genere non è mai venuto a mancare il senso Umano e religioso, che sono alla base e fondamento di ogni Civiltà degna di questo.
Non mi fermo, non mollo e non retrocedo di un solo centimetro, costi quello che costi e se ancora non l’hanno capito, se ne renderanno conto in futuro io continuo a lottare per questo che è un problema Sociale Nazionale e farò di tutto, usando anche ogni mezzo per costringere il Parlamento ad occuparsene.
Se questi signori avessero loro provato a lasciare un figlio lì come Noi abbiamo dovuto fare, credetemi che il giorno dopo avrebbero mosso i monti, ma tanto il problema è nostro, povera gente, carne da macello, numeri e basta e questo siamo anche per Santa Madre Chiesa, la grande assente.
Angelo,Simone e Vincenzo sono costretti a dormire per terra su una, dico una coperta che funge da materasso e coperta che dovrebbe riscaldarti nelle notti fredde e umide e nei periodi dei monsoni, sono costretti a fare i vegetariani, passare le giornate ad oziare (e per questo la pena è come quadruplicata), non un’assistenza spirituale, arrangiarsi e sopravvivere con quello che ti passano, E NESSUNO, DICO NESSUNO DELLE NOSTRE AUTORITA’ ha mai trovato nulla da ridire (continuo a gridare che avrebbero potuto e potrebbero). Ho chiesto al Direttore la possibilità di voler io comperare 3 lettini, a mie spese, non è stato possibile, perché questo disinteresse dei Consolati?
Invito tutti a leggere http://www.ristretti.it/ sito di cultura e informazione dal carcere, dove tutti i giorni vengono riportati articoli di vita di carcere in Italia, così da renderVi conto da soli delle disparità chiare che ci sono verso i nostri cittadini detenuti all’estero da parte delle nostre Autorità e di quelle dove sono detenuti, aprite dalla home page “stranieri e carcere” e “affetti detenuti”
In Italia, ad esempio è stato studiato un vitto per ogni nazionalità, un modo di vita carceraria che li tenga sempre più legati alla loro terra e cultura, anche in termini di religione e badate ad oggi in Italia ci sono circa 24.000 cittadini stranieri detenuti, in tanti anche indiani, su una popolazione di circa 60.000.000 milioni di abitanti, in India, popolazione 1.250.000.000, detenuti Italiani ad oggi 4, 3 dove c’è Angelo e 1 in altra località, quanto miliardi spende l’Italia? In India non si possono comperare 3 letti, costo 20 €? E devono per forza fare i vegetariani? Se loro non vogliono preparargli il cibo consone alla loro cultura, che gli diano la possibilità personale, Angelo e Simone sono ottimi cuochi e avrebbero i mezzi per potersi comperare qualcosa. Visitate http://www.ristretti.it/ e vi rendete conto di quello che dico.
Altro allarme che voglio lanciare, INFLUENZA AVIARIA h1n1 che sta mietendo vittime nel mondo, ebbene 2 giorno prima della mia partenza in India c’è stato in Italia un ricovero, in rianimazione, di un cittadino italiano rientrato dall’India, IO CHIEDO AL PARLAMENTO TUTTO: “QUALCUNO HA PENSATO A TUTTI I CITTADINI DETENUTI NEL MONDO? A CHI SPETTERA’ LA LORO VACCINAZIONE? PERCHE’ NON FAR INTERVENIRE LE AMBASCIATE DIRETTAMENTE? PERCHÉ NON INVIARE AD OGNUNA DELLE SEDE DIPLOMATICHE DEI PAESI DOVE SI TROVANO UN NUMERO CONGRUO DI VACCINI COSI’ CHE I FUNZIONARI CON DEI MEDICI DI FIDUCIA POSSANO ANDARE A VACCINARE QUESTI CITTADINI ITALIANI?
Ritornando alla visita, devo dire che è andata tutto ok, abbiamo avuto la possibilità di incontrare Angelo tutti i giorni, questo anche grazie all’interessamento del Consolato che a seguito di un mio preventivo avviso hanno scritto alla Direzione carcerario chiedendo e ottenendo l’autorizzazione. Appena arrivati in carcere c’è stato l’incontro, Angelo, mamma e Denise, io ho voluto lasciare loro questi attimi anche perché il mio era il 3° viaggio, 10 minuti di abbracci, baci e pianto (anche i poliziotti si sono commossi) poi Angelo ha tirato fuori da sotto la maglietta 2 bouchè di fiori raccolti nel giardino del carcere e li ha regalati loro, bellissimo atto. I giorni sono trascorsi con le visite quotidiane, il pomeriggio dalle 15,00 in poi, abbiamo parlato di tutti dei tempi passati ma anche del futuro, speriamo prestissimo, di quello che è stata tutta la vicenda, di quello fatto o che si poteva fare, ma poi inesorabile è arrivato il giorno del distacco, meglio sarebbero state delle coltellate, averLo dovuto lasciare ancora lì, disperazione totale, per Noi ma ancora di più per Lui, che dire, situazione indescribile, non l’auguro a nessuno e speriamo che tutto finisca al più presto.
Giovanni Falcone

29 settembre 2009

diretta radio 29.09.2009 ore 09,45

Ragazzi buon giorno sono in diretta radio fra 5 minuti su www.bierredue.it vi aspetto Giovanni Falcone

28 settembre 2009

RIENTRO


Eccomi qua ragazzi, oggi a mezzogiorno sono arrivato a Bobbio (PC) e questa sera riparto per Rotondella (MT) dove sarò domattina. Un abbraccio e grazie tante da Angelo, Vi bacia tutti.
Sopra i fiori che Angelo ha regalato alla mamma e sorella quando arrivati, erano 2 bouchè molto belli, tirati fuori da sotto la maglia, pensiero gentile.
Giovanni Falcone

24 settembre 2009

VISITA AD ANGELO 22 settembre 2009

Buon giorno a tutti ragazzi, scusate il ritardo sapete qua non tutto e- facile, come accento sulla e martedi abbiamo incontrato Angelo che SALUTA TUTTI VOI DI CUORE E VI RINGRAZIA PER QUANTO, INOLTRE GLI SONO ARRIVATE DELLE LETTERE E HA RISPOSTO, ...PERO- NON SAPPIAMO SE A LUI SONO ARRIVATE TUTTE E SE QUELLE CHE LUI HA SCRITTO SONO ARRIVATE A VOI, sapete qua le poste lasciano a desiderare.
Inoltre cosa piu- importante il fatto che lo abbiamo trovato MAGRO E CON IL MORALE QUASI A PEZZI, il processo di appello e stato rinviato alla meta- di ottobre, speriamo almeno che questo calvario finisca. Quando incontratoci con LUI nell-ufficio dei Direttore ci siamo abbracciati forte, scena straziante con la madre e la sorella che non vedeva da quasi 3 anni, pianti e abbracci dicevo durato 5 minuti, poi Angelo ha fatto una cosa bellissima, non aspettata, ha tirato fuori da sotto la maglia 2 bouche- di fiori preparati per la Mamma e Denise e glieli ha dati, bellissimo nella drammaticita.
Siamo andati avanti nell-incontro e chiarimenti. Abbiamo incontrati anche Simone e Vincenzo, loro, in particolare Simone meglio, Simone in particolare, ringranziando Dio. Il Direttore, gentile, ci ha concesso oltre 1 ora, fattoci consegnare quasi tutto quello che avevamo portato e ci ha autorizzato 1 visita al giorno fino a domenica mattina per il saluto e poi, PURTROPPO LA RIPARTENZA PER DELHI E L-ITALIA.Un abbraccio a tutti per adesso e grazie a dopo, saluti da ANGELO e NOI Giovanni Sylvie e Denise

19 settembre 2009

Brasile, sacerdote italiano giustiziato in Amazzonia

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=384057
Un'altro Santo se ne è andato purtroppo, assassinato. Questi sono i sacerdoti che fanno grande la Chiesa altro che questi nostri in Italia, che sanno solo approfittare e vivere nel benessere e lusso, approfittano solo di quanto fanno questi Santi.
Sua Santità deve decidersi a farli girare tutti, obbligatorio, 6 messi all'anno in giro nelle missioni del mondo, capire cosa vuol dire essere Servi del Signore e dedicare tutto per chi soffre.
Controllo dei conti correnti e per alcuni (tanti purtroppo, castrazione chimica).
Giovanni Falcone

18 settembre 2009

A proposito di Preti

Leggete il commento giunto al mio post precedente, ecco, la verità di quello che dico incomincia a venire fuori, speriamo che siano tanti altri ancora a commentare, ognuno dire anche una piccola parte, come un mosaico da comporre piano piano.
DECIDETEVI A PRENDERE CORAGGIO.
Io so perfettamente quello che dice Andrea, e vi assicuro che quello che dico io non è da meno, sta a Voi, io la mia strada l'ho scelta.
Giovanni Falcone

IVANO è tornato a casa.

Finalmente una buona notizia, Ivano è tornato a casa, il suo incubo è finito, Auguri Ivano spero che ricominci a rivivere e riprenderti tutto quello che ti è stato tolto, è dura recuperare gli anni rubati, ma dai forza e coraggio, se vuoi io sono qua, Giovanni Falcone

IL GRANDE......

Un Grande qualche giorno fa ha Scritto su Facebook: "rifaccio le valige, è ora di ripartire" bhè ragazzi lo sapete anche io lo sto facendo, ma forse per lui non sono grande, ma neanche voglio esserlo, faccio quello che faccio per Angelo e per i 3000 internati nel mondo di cui NESSUNO VUOLE INTERESSARSI, neanche il Grande benché interessato.
Io in India non avrò modo, tempo, danaro, e una troupe al seguiti, altrimenti mi sarebbe piaciuto visitare le favelas (chiamiamolo così) indiane e gli altri Italiani detenuti e non in condizioni miserevoli, l'amico Max Bono dal Brasile mi ha inviato articoli fatti da lui e pubblicati, di situazioni allucinanti che vivono italiani lì, CHI VA A TROVARLI? (dato che si trova lì) CHI VA A DOCUMENTARE QUESTO SCEMPIO? forse perchè come ha dichiarato qualche Deputato SONO LA VERGOGNA DELL'ITALIA?
Io dico siamo Noi la vergogna (i tanti che potrebbero e non lo fanno), solo apparenza, lustrini, bella faccia e pubblicità, gridiamo alla disumanità a vedere cosa succede agli altri anche lontani, (giustissimo) ma NON CI ACCORGIAMO (perchè non lo vogliamo)COSA SUCCEDE DAVANTI AL NOSTRO NASO, questa è la vergogna.
Neanche Santa Madre Chiesa con i suoi rappresentanti, che tanto e tanto gridano per tutto e tutti, neanche loro VOGLIONO OCCUPARSI DI QUESTI CITTADINI DETENUTI ALL'ESTERO, lo sapete benissimo, certo non possono dire di non sapere perchè tanto ho scritto a partire dal Vaticano e quanto successo con il prete del mio paese e il Vescovo della Diocesi, Pastore del Gregge, ma quale gregge? quello scelto e che interessa solo loro, VERGOGNATEVI IMMONDI. Ogni momento del giorno dovreste chiedere perdono a Cristo, solo belle parole dai pulpiti.
IO CONTINUERO' SEMPRE A MALEDIRVI.
Giovanni Falcone

17 settembre 2009

Attentato in Afganistan, morti 6 Parà Italiani



Sono appena rientrato a Casa, fuori da questa mattina, in giro per Piacenza a fare le ultime spese di materiale da portare ad Angelo, appena ho acceso il computer e ho letto la triste notizie dell'attentato.
Non ci sono parole, ONORE ai nostri Ragazzi caduti per PER la Patria e l'Esercito Italiano, altri 6 EROI sono andati tra le braccia di Nostro Signore. Tutti dobbiamo pregare questi ragazzi, Italiani e non, che in giro per il mondo garantiscono il nostro vivere Civile.
O N O R E A:
- Antonio FORTUNATO, 35 anni, originario di Lagonegro (PZ);
- Matteo MUREDDO, 26 anni di Oristano;
- Davide RICCHIUTO, 26 anni nativo di Glarus (Svizzera);
- Roberto VALENTE,37 anni di Napoli;
- Gian Domenico PISTONAMI, 26 anni di orvieto;
- Massimiliano RANDINO, 32 32 anni di Pagano (SA).
Condoglianze sentite a tutte le famiglie in particolare alla famiglia Fortunato, nostro corregionale e ancora ONORE e alto il grido F O L O G O R E.
Giovanni Falcone

16 settembre 2009

RICHIESTA Intervento a Trasmissioni TV - URGENTE

Cari amici, oramai come potete sentire dagli spot pubblicitari in tv, tutte le trasmissioni stanno prendendo il via per il palinsesto del nuovo anno e parlo in special modo di quelli che trattano temi attuali e scottanti e danno la possibilità di intervento in studio, ma anche dei TG di tutte le testate, tutti, nessuno escluso. Fino adesso nel corso anche degli anni passati NESSUNO HA VOLUTO E VUOLE OCCUPARSI DEI NOSTRI FAMILIARI, DEI NOSTRI CITTADINI DETENUTI ALL'ESTERO, (tranne alcune serie trasmissioni che ringrazio, ) in tanti rei confessi ma in tantissimi gridano la loro innocenza inascoltati, Loro, dove detenuti e Noi in Italia paghiamo regolarmente le tasse allo Stato, quello Stato che non ha mai garantiti i propri cittadini all'estero, anzi ne hanno provocato l'arresto e detenzione con il loro silenzio e indifferenza. Casi gravissimi di violazioni dei Diritti Civili e Umani, casi addirittura di Assassinio di nostri Cittadini, come Simone Renda di Lecce, Marcello MANCUSI e altri tra cui anche nomi altisonanti dell'alta borghesia, nulla e niente pare scalfire il muro dell'omertà e indifferenza.
Solo pochi minuti fa ho fatto l'ennesima telefonata a Porta a Porta, cercando di parlare con il responsabile della trasmissione, Maurizio Ricci, 063700161, mi ha risposto un redattrice che non ha voluto passarmi Ricci, ma , dopo averle raccontato la storia degli Italiani Detenuti all'Estero (e non solo di Angelo) mi ha risposto che se fino adesso non ero stato contattato vuol dire che non interessa, allora le facevo notare come è stato concesso ore e ore di trasmissione, servizi girati in Italia e all'estero (con dispendio di soldi, anche nostri dato che paghiamo le tasse) come il caso Marzuk, o l'albanese per omicidio signora Reggiani e tanti altri, nulla con arroganza, strafottenza e DISISUMANITA' mi ha quasi chiuso il telefono.
A VOI CHIEDO CON FORZA DI TELEFONARE E INVIARE E-MAIL A TUTTE QUESTE TRASMISSIONI E CHIEDERE CHE SI OCCUPINO ANCHE DEI NOSTRI FIGLI ITALIANI.
- portaaporta@rai.it, 063700161, fax 063721910 sig, Maurizio Ricci;
- Matrix, 0657787912-13-19, diretta trasm. 0657787833, fax 0657797834
- ballaro@rai.it, 06372292, fax 063700417 - 37517561;
- maurizio costanzo schoh, 068022310, 3358184121;
- La7, www.ottoemezzo@la7.it, qui trovare anche la trasmissione di Lilly Gruber;
- La vita in diretta, lavitaindiretta@rai.it, Ines Siano,
- nuova trasmissione, "il fatto del Giorno" condotto da Monica Setta, inizia il 22 settembre, da trovare contatti;
- Anno Zero da cercare contatti;
Ma anche per favore tutte le altre trasmissioni che ritenete Voi, è essenziale che chiamiate Voi come pubblico che segue le trasmissioni, grazie e che il Signore Vi Benedica e ci aiuti. Giovanni Falcone

13 settembre 2009

Articolo LIBERTA' del 10 settembre 2009

cliccare per ingrandire e leggere
Giovanni Falcone

P A R T E N Z A P E R L' I N D I A

Questa sera inizia il viaggio, alle ore 20,10 partenza in pulman per Bobbio (PC) dove sarò per tutta la settimana a definire i preparativi per il volo in India che avverrà domenica prossima alle 10,00 da Milano Malpensa.
Il rientro è per il 28 a Milano e poi di seguito subito a Rotondella (MT) per continuare la battaglia.
Saluterò e abbraccerò Angelo da parte Vostra tutti, e spero poter avere dei contatti internet per tenerVi aggiornati, un abbraccio a tutti, Giovanni Falcone

12 settembre 2009

Esternazione di Benedetto xvi oggi in Vaticano

Benedetto xvi continua a richiamare alla ragione Apostolica tutti i Pastori di Cristo, segno evidente che qualcosa non va, tante sono le lamentele, gente che come me ha scritto a Sua Santità, almeno penso e non si spiega altrimenti. Tutto questo continuo richiamare all'obbedienza e al mandato deve avere una ragione, anche oggi durante il TG1 delle ore 13,30 è passato il servizio per l'Ordinazione di 5 nuovi Vescovi. Sua Santità ha detto:
Anche nella Chiesa come nella società civile si soffre perchè molti ai quali è stato affidata una responsabilità, lavorano non per la comunità ma per se stessi.
La denuncia del Papa arriva durante la Messa Solenne nella Basilica di S.Pietro per l'Ordinazione di 5 nuovi Vescovi "poichè Gesù, dice Benedetto xvi, è venuto nel mondo per servire, i Vescovi devono essere come Lui, servi fedeli, buoni e prudenti, una prudenza intesa non come astuzia, ma come amore per la verità e capacità di giudicare senza pregiudizi".
Questa è una denuncia forte e attuale, Vescovi come Caifa con la sua corte dovrebbero ben tenere presente le parole e le indicazioni di Sua Santità.
Costoro continuano nella loro strada del benessere personale dimenticando i problemi che affligono i fedeli, il gregge che Cristo gli ha affidato, nell'indifferenza e arroganza, tutto fanno tranne quello che dovrebbero, per Mandato e per quanto loro imposto dal Codice di Diritto Canonico, Benedizionale Santa Romana Chiesa e direttive varie della Chiesa Centrale, della C.E.I. Nazionale e Regionale. Ma nulla, pare che niente riesca a scalfire il loro cuore, a costoro non posso che rinnovare il mio grido e denuncia, "SIETE DEGLI ESSERI IMMONDI" e pagherete tutti i vostri peccati quando sarete al cospetto di Cristo.
Voglio ancora ricordare quanto successo nel comune di Maschito (PZ) dove il mese scorso è stato sospesa la celebrazione dell'Eucarestia e ogni altra celebrazione Sacramentale o manifestazione di Cultuale (can. 1312), eccetto la comunione agli ammalati, l'unzione agli infermi ed il rito funebre, fino a quando la Comunità non accetterà le norme universali e particolari stabilte dal Diritto, nella fattispecie quelle emanate dalla Conferenza Episcopale di Basilicata nel Direttorio del 1991 e ogni altro atto di governo posto dal vescovo. Ogni sacerdote e/o fedele è tenuto all'osservanza di quanto stabilito.
DOMANDA:
perchè tutto questo non viene fatto osservare in tutta la Basilica da tutti i Vescovi?
perchè tutti i sacerdoti della Basilicata non si attengo a quanto sopra?
perchè ci sono sacerdoti che da decenni amministrano banche? nella fattispecie in quel di Nova Siri Scalo (MT)?
perchè in quasi tutte le parrocchie si organizzano feste (madonna del Carmine quest'estate a Nova Siri Scalo) per raccolta fondi? dove vanno poi a finire questi soldi? dove si può consultare l'incasso e la successiva spesa?
perchè Noi Fedeli siamo abbandonati nell'indifferenza totale, vedasi la mia situazione che nonostante tutte le denunce persiste?
Ha ragione Sua Santità, ma dovrebbe trovare il sistema di controllare ogni cosa, anche dando più ascolto alle numerose denunce che arrivano e alle quali non si da mai seguito.
Giovanni Falcone

10 settembre 2009

TRASMISSIONE televisiva del 9 sett. 2009 su TRMTV di Matera

http://www.trmtv.it/cucu/2009/09/il-caso-di-angelo-falcone-detenuto-in-india/
Di seguito il bellissimo commento di khadija:
un cucumento per
“Il caso di Angelo Falcone detenuto in India”
il 9 settembre, 2009 alle 15:48 khadija ebbe a dire:
GRAZIE! a voi e a Giovanni che lotta come un leone,grazie!i nostri cari soffrono, e noi con loro e le difficoltà di una famiglia in simili condizioni sono grandi, sconosciute e misconosciute
e la pena non è compresa se non dalle parole dei protagonisti e Giovanni vive questa pena e sa comunicarla
grazie a chi ha reso possibile il prossimo viaggio in India
buon viaggio alla mamma di Angelo, a Denise e Giovanni, un caro saluto khadija

Interrogazione al Parlamento Europeo dell'On. Mario BORGHEZIO


Grazie all'On. Mario BORGHEZIO della Lega Nord che ieri ha presentato una Interrogazione al Parlamento Europeo per Angelo, ma devo dire che ho inviato i documenti e ho chiesto di interessarsi alla problematica degli Italiani detenuti all'estero. Un'altro tassello è stato aggiunto al mosaico e andiamo avanti senza fermarci e senza dare tregua.
«C’era in una città un giudice, che non temeva Dio e non aveva riguardo per nessuno. In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: Fammi giustizia contro il mio avversario. Per un certo tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: Anche se non temo Dio e non ho rispetto di nessuno, poiché questa vedova è così molesta le farò giustizia, perché non venga continuamente a importunarmi».
E il Signore soggiunse: «Avete udito ciò che dice il giudice disonesto. E Dio non farà giustizia ai suoi eletti che gridano giorno e notte verso di lui, e li farà a lungo aspettare? Vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?».(dal Vangelo di Luca 18,1-8).
Meditate gente, non siete altro che degli esseri Immondi e pagherete per tutto il male che ci fate. Giovanni Falcone

9 settembre 2009

Diretta TV ore 14,00 TRM Matera, OGGI 9 SETTEMBRE 2009

Alle ore 14,00 DI OGGI 9.9.2009 sarò in diretta TV su TRM Matera per parlare di Angelo e dei 3000 Desaparecidos Italiani nel mondo:
http://www.trmtv.it/home/
In Studio oltre a me sarà il Presidente della provincia di Matera Franco STELLA e in collegamento telefonico da Roma l'On. Elisabetta ZAMPARUTTI (Radicale - PD)
Un'altro tassello che si aggiunge al mosaico. Giovanni Falcone

5 settembre 2009

C O M U N I C A T O

Purtroppo sono a comunicarVi che sono 2 giorni che non ho Internet perchè in avaria. Tutto ciò per altro capita in un momento inopportuno, dato i molteplici e importanti impegni, tra cui l'organizzazione dell'imminente viaggio in India. Ho dato comunicazione al 187, speriamo che tutto si risolva al più presto, Giovanni Falcone

Commento di un cittadino attento.

Anonimo ha detto...
Ho visto la trasmissione ed ho seguito attentamente l'intervento della Dottoressa cercando di capire le sue parole e di vedere oltre la sua veste di funzionario pubblico ma purtroppo ciò che ho visto è stata solo una persona totlamente distaccata dai suoi concittadini dimenticati all'Estero dalle Istituzioni Italiane che perlatro sono sempre le più lente d'Europa e di tutto il mondo Occidentale. Infatti è stato evidente che la Dottoressa è apparsa molto tranquilla ed abituata come tutti gli addetti ai lavori.. della serie prendiamo atto dell'angoscia dei familiari; per noi questa è routine, è prassi ma qualcosa faremo prima poi. La cosa brutta è che emerge il poi...Quello che mi sconvolge è che alle soglie del 2010, all'interno dei nostri Ministeri ci sono ancora tanti Ponzio Pilato.
4 settembre 2009 16.48

3 settembre 2009

Intervento a "UNO MATTINA" RAI UNO

Domani mattina 4 settembre alle 09,15 sono in diretta, collegamento da Bari alla trasmissione RAI di cui sopra. Un'altro tassello al mosaico di tutta questa assurda storia e speriamo che qualcosa si muova definitivamente. Giovanni Falcone

Articolo di Gianluca Bruno su LA NUOVA DEL SUD del 03.09.2009