16 agosto 2009

CINEMA DA MARE 2009







Ieri nella serata conclusiva di "CINEMA DA MARE 2009" sono stato invitato da Franco Rina, ideatore e curatore da sempre di questa bellissima rassegna.
Come lui stesso ha dichiarato: in solo 7 edizioni "Cinema da Mare" si è trasformato nel festival dei record.
Il più grande raduno internazionale di giovani registi, 150 ragazzi da tutto il mondo, 48 paesi presenti, 162 films , 45 giorni di lavori, 1700 km percorsi, il pù grande set a cielo aperto, tante troupes a lavoro contemporaneamente nella stessa città e tanto altro ancora, http://www.cinemadamare.com/ via Trionfale 156, 00136 Roma, Italy.
Ecco in questo bellissimo contesto come dicevo sono stato invitato dal direttore Franco Rina a portare la mia testimonianza sulla storia di Angelo e tutti gli altri che come Angelo vivono di queste situazioni assurde, per non usare altri aggettivi. Ho potuto parlare davanti ad una platea particolare e attenta, che dire la storia di Angelo farà il giro del mondo se ancora ce ne fosse bisogno, la mia speranza è che qualcuno di questi giovani registi emergenti faccia sua la storia e giri un film, sarebbe il modo più bello per denunciare le inadempienze e le violazioni di mala Giustizia e Diritti Umani.
Per la cronaca ha vinto il film "il mio ultimo giorno di guerra" di Matteo Tondini.
Sul palco anche Armando Lo Scaglio, giornalista e critico d'arte al seguito del festival nonchè in stretto contatto con Armando Bronzi e gli altri del gruppo di Facebbok che mi seguono e aiutano.
Grazie a tutti, Giovanni Falcone

Nessun commento: