20 giugno 2009

khadija ha detto...


Sotto voglio riportare e mettere in Evidenza, PER CHI DI DOVERE, le belle parole che Kandija ha commentato al mio articolo precedente, Lotta Kandija, lottiamo affinchè tutti abbiamo Giustizia, Giovanni.


Ciao Giovanni,letto l'articolo, ti ho ascoltato nell'intervista a Radio Radicale,efficace e puntuale.Spero davvero che qualcosa si muova per tutti i nostri cari detenuti all'estero e per noi. Anch'io penso da tanto a uno sciopero della fame, ma Kassim non vuole, si preoccupa per me, dice sempre che io devo stare bene, ma bene non sto: proprio come tu pensi a tuo figlio giorno e notte, io faccio altrettanto, mio marito e la sua tragedia sono sempre con me. Da anni abbiamo dimenticato cosa voglia dire una vita normale!Credo tu cominci a sentire la debolezza, sono tanti giorni ormai, riguardati per quel che puoi, risparmia le tue forze... Grazie di tutto, del tuo impegno e di quello che stai facendo khadijawww.kassimlibero.splinder.com

Nessun commento: