26 giugno 2009

E la saga continua, vita dura per gli Italiani in vacanza all'estero


Ed ecco che la storia si ripete, in un'altra parte del mondo ma poco importa, sembra di vedere lo stesso film da decenni e il silenzio, disinteresse e abbandono continua.

Questa è la storia di Emanuele Chicca, 30 anni nato a Tivoli, come Angelo al suo primo viaggio all'estero per turismo, diventato un incubo, che dal 26 gennaio è segregato in un cella del carcere “Ceramica Roja” di Camaguey, in attesa di giudizio per un incidente stradale, rischia 15 anni di carcere.
Del suo stato carcerario, giudiziario e di salute non si sa nulla.

Come finirà anche questa vicenda?, intanto sappiamo con certezza quello che vive lui in carcere e la famiglia in Italia e la nostra cara amata politica? le Istituzioni che dovrebbero garantire i Diritti dei nostri cittadini? Si alzerà qualche voce in difesa sua e degli altri dimendicati? Chi lo sa? è sempre un enigma, ormai tra poco iniziano anche le vacanze estive per cui penso proprio che purtroppo nulla succederà, Emanuele dovrà aspettare come tutti.

Nessun commento: