31 maggio 2009

Il caso Angelo Falcone ad "Insieme sul Due"


Il 27 maggio, la nota trasmissione di Rai Due “Insieme sul Due” (www.insiemesuldue.rai.it), condotta dal giornalista Milo Infante, si è occupata anche di un argomento tabù, quello dei cosiddetti prigionieri del silenzio, i circa 3.200 italiani detenuti oltreconfine (sovente ingiustamente, gravemente malati, con famiglie ormai sul lastrico, spesso in condizioni disumane ecc. e che lamentano un inadeguato o nullo supporto della Farnesina - praticamente a niente sono valsi gl’innumerevoli appelli, fra cui diverse interrogazioni parlamentari ed europarlamentari - e delle principali organizzazioni umanitarie, che lo sono solo sulla carta).
In particolare il conduttore ha trattato il caso del ventinovenne Angelo Falcone che, con l’amico Simone Nobili, è detenuto in India dal 10 marzo 2007, deperito ed estremamente sfiduciato. E’ stato ingiustamente condannato (a parere suo, dei familiari, di molti politici e di centinaia di persone che seguono la vicenda con attenzione) in primo grado a ben dieci anni di reclusione ed al pagamento di centomila rupie di multa. Entro agosto si dovrebbe tenere l’appello. La famiglia Falcone è sul lastrico, per cui urgono contributi (Conto Corrente Postale numero 94590023 - Ufficio Postale di Rotondella (MT), intestato a Falcone Giovanni "Pro Angelo"
IBAN: IT 67 V 07601 16100 000094590023).
Ospiti in studio i genitori di Angelo, Giovanni e Sylvie, e la sorella Denise.
Per approfondimenti: http://giovannifalcone.blogspot.com/ - www.prigionieridelsilenzio.it.
27 maggio 2009 dall'amico Carlo Infante

3 commenti:

Luciano Ardoino ha detto...

Ciao Giovanni,

lunedì mattina ti verranno accreditati sul tuo C/C 500,00 euro.

Un grande saluto e a presto.
luciano

Giovanni Falcone ha detto...

grazie Luciano e un abbraccio a te e tutta la tua famiglia Giovanni

Anonimo ha detto...

Quando postate il video della trasmissione?