20 maggio 2009

L'ADDIO

Lo so, forse non interessa nessuno nè tantomeno ai notabili della Chiesa che dovrebbero assisterci, aiutare, guidarci e, come Gesù ha detto:

"vi affido il mio gregge e quando alla sera riportandolo all'ovile ti accorgi che solo una ne manca, andrai a cercarla fino a che non la troverai"

e ne dovranno dare conto. Sono combattuto dalla mia religiosità, dall'essere Cristiano, come prima, ma tutto quello che si sta verificando e tutto quello che mi stanno dimostrando membri di quella Chiesa Cattolica alla quale appartengo, da Vescovi e preti, mi ha portato a questo bivio, ad una scelta purtroppo debbo dire sofferta.

Sono ancora a Piacenza precisamente a Bobbio, e questa mattina mi recherò alla cappella della Madonna dell'Aiuto, come faccio di solito da anni quando sono qui, ma credo proprio che questa mattina sarà una chiacchierata risolutiva, chiederò a Lei del perchè di tutto quello che mi è e che mi sta capitando ma tanto altro ancora, specie al comportamento della banda dei quattro e cioè i preti cui sopra.

Se nulla cambia penso che sarà proprio un allontanamento definitivo, non che penso che a voi interessi o debba interessare più di tanto, ma, siccome la Chiesa è parte integrante del nostro vivere quotidiano penso sia giusto che tutti abbiano una visione ampia, che sappiano come si comportano certe persone, che dovrebbero avere a cuore il bene della gente, pensare che Gesù si è fatto crocifiggere per noi, per salvare i nostri peccati, non ha approfittato del suo essere Divino, al di sopra di tutto e tutti, come fanno costoro, mercanti del Tempio che approfittano del loro stato per arricchirsi e fare solo il loro bene e interessi, loro e di parenti e amici. E' uno schifo al quale non ho più intenzione di sottostare o peggio ancora di sottomettermi, prostrarmi e soggiacere, silenziosamente e passivamente.

Non posso che maledirli con tutta la mia forza e che il Signore voglia finalmente ergersi a Giudice supremo e ripagarli con la giusta moneta, che siate maledetti voi e la vostra progenia e che tutto quello che avete arraffato possa diventare polvere e coprirvi fino a soffocarvi del vostro stesso male, MATTEO:

14 Se voi infatti perdonerete agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi; 15 ma se voi non perdonerete agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe.

19 Non accumulatevi tesori sulla terra, dove tignola e ruggine consumano e dove ladri scassinano e rubano; 20 accumulatevi invece tesori nel cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove ladri non scassinano e non rubano. 21 Perché là dov'è il tuo tesoro, sarà anche il tuo cuore.

24 Nessuno può servire a due padroni: o odierà l'uno e amerà l'altro, o preferirà l'uno e disprezzerà l'altro: non potete servire a Dio e a mammona.

15 Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci.

Falcone Giovanni

Nessun commento: