21 maggio 2009

Cancellazione della lista radicale: Pannella al 6° giorno di sciopero assoluto della fame e della sete



Pannella al 6° giorno dello sciopero totale:
Al solito per avere riconosciuti dei Diritti sacrosanti bisogna ricorrere allo sciopero della fame, in questo caso l'On. Pannella bene fa, perchè in effetti nulla si è detto o visto al riguardo della lista Radicale Bonino-Pannella alle prossime elezioni Europee. Da un sondaggio risulta che solo il 3% degli Italiani sa dell'esistenza della loro lista.
Caro Marco e Emma, ci siamo conosciuti a Chianciano con Emma e con te anche prima in altre occasioni che Voi Radicali avete voluto darmi per portare avanti la battaglia per Angelo ma anche di tutti gli Italiani detenuti all'estero, solo Voi attraverso i Vostri microfoni , per ultimo dal palco del Convegno di Chianciano mi avete dato questa opportunità.
A nulla, fino ad oggi, sono servite tutte le mie richieste inviate in tutti i modi possibili, anche con una denuncia fatta nei modi previsti dalla Legge al Garante delle Comunicazioni e Presidente della Vigilanza RAI in data ottobre 2007, fino ad oggi nessuna risposta ho ricevuto in merito, alle redazioni di Giornali e Media Nazionali, NULLA, solo silenzio e sbeffeggiamenti subiti col vedersi cancellare le e-mail inviate senza neanche leggerle.
Questa è democrazia e pluralità? nutro dei grossi dubbi, oppure questo silenzio serve a non amplificare carenze gravi delle nostre Istituzioni?
Spero che almeno Santoro ti dia questa possibilità, come da te richiesto:
http://www.radicali.it/view.php?id=142203 a me non ha risposto, neanche una sua giornalista alla quale mi ero rivolto ha voluto accogliere il mio grido di aiuto.
In Italia si può parlare e fare di tutto tranne che di Radicali e Italiani detenuti all'estero, PERCHE'? quale sono le loro paure? posso capire le paure verso Marco o Emma e di altri autorevoli eletti nello loro file, gente navigata nella politca, e addentrati in tutti i problemi di Garanzie di Diritti Civili e Umani o le battaglie a livello Internazionale a fianco di chiunque viene messo in condizioni di segregazione o silenzio, come per il mio caso, anche per me si sono mossi solo loro, i Radicali e Nessuno Tocchi Caino, grazie a tutto quello fatto nei mesi precedenti (inviti a congressi, o dibattiti a radio Radicale a Roma) ma anche grazie a quanto sta facendo l'On. Zamparutti e Sergio D'Elia e le Interrogazioni di Cappato alla UE.
POSSO SOLO DIRE, GRAZIE, GRAZIE PERCHE' ESISTETE e per lungo tempo ancora alla faccia di chi questo non lo vuole, grazie per tutto quello che fate per la gente emarginata e sola, i desaparecidos del mondo intero.
AD ELISABETTA VOGLIO FAR SAPERE CHE SE OCCORRE E RITIENE UTILE POSSO ANCHE IO VENIRE A ROMA AD AFFIANCARVI NELLO SCIOPERO.
Quanto è verificabile il silenzio l'ho notatato entrando adesso che scrivo nelle news di Google, c'è di tutto, non una parola allo sciopero di Marco.
Falcone Giovanni

Nessun commento: