15 aprile 2009

RINGRAZIAMENTI

Cari amici, come ogni mattina di buon'ora sono davanti al computer a cercare notizie che possano aiutarmi ad aiutarli, a controllare e-mail nella speranza di qualche richiesta o interessamento di Autorità Civile o Ecclesiali, ma oramai devo comunicarvi che tutto tace.
Sono passati 2 anni, l'emozione iniziale e finita, parafrasando alla situazione triste attuale devo dire che, come il terremoto, dopo le grosse scosse iniziale tutto va scemando e si assesta fortunatamente in questo caso, ma per noi invece è una disperazione totale.
Chi doveva mettersi a posto la coscienza con Interrogazioni e Ordini del Giorno, oppure notizie su giornali e riviste, l'ha fatto, adesso dormono sonni tranquilli anche se purtroppo le cose sono peggiorate, basta solo pensare che oramai sono 6 mesi che non riusciamo a parlare al telefono con Angelo. Ma non importa, noi, dicono loro, abbiamo la coscienza a posto, abbiamo fatto quello che potevamo.
Pensate che ci sono ancora Interrogazioni dormienti, presentate tanti mesi fa, ma non ci si preoccupa neanche di chiedere al Governo il perchè ancora non risponde.
Sto gridando la violazione continua di leggi Internazionali, zitti nessuno dice nulla.
Chiedo, cosa fanno i 630 Deputati e 315 Senatori? e i tantissimi Funzionari di Ministeri, Ambasciate, Consolati, ma ancora i Deputati del Parlamento Europeo con tutti i loro Funzionari e Segretari, Funzionari presso la Corte di Giustizia Europea, Corte di Giustizia dell'Aja, ma ancora di più Ambasciatori e Funzionari distaccati presso l'ONU, e tutti Magistrati e Funzionari del Ministero Grazia e Giustizia dislocati presso questi Organismi Internazionali, ma anche le nostre Forze di Polizia sempre presso Organismi?
Pensate sono migliaia di persone che dovrebbero lavorare e interessarsi solo di questo, centinaia di miliardi spesi ogni anno e noi siamo qui sempre più soli e come vedete su giornali e TV (pochi) ma anche su Internet trovate solo al riguardo notizie fatte circolare da me e da Katia, Nulla più, è possibile? eppure questo sono i fatti.
Capisco, noi siamo gente comune, pensionati, operai, chi si interessa di noi?, nessuno, dobbiamo (dicono loro) chinare la schiena e tacere, pena? silenzio, noncuranza, indifferenza, anche da Santa Madre Chiesa.
SIAMO PER LORO SOLO PEONI, GENTE DA SACRIFICARE
Io l'unico silenzio che ho sempre ottemperato con ONORE è stato quando da Carabiniere ho giurato e ottemperato al motto "USI OBBEDIR TACENDO E TACENDO MORIR"
Grazie a quanti per questa Santa Pasqua ci ha anche solo fatto una telefonata di auguri per farci sentire vivi, esseri umani da non dimendicare. GRAZIE (per dire) A COLORO CHE PER MANDATO DIVINO AVREBBERO DOVUTO STARMI VICINO, ALLEVIARE LE MIE SOFFERENZE (come nostro Signore nella Via Crucis, quando ha incontrato la Veronica e il Cireneo) E NULLA HANNO FATTO, io non vi perdono nè civilmente e maggiormente Cristianamente, il vostro perdono dovete chiederlo a Cristo, ogni volta che sull'altare Consacrate il Corpo di Nostro Signore.
Grazie Pietro e dai tanti bacioni a Monica che la sera prima di addormentarsi prega per Angelo, sì è vero, qualcuno tanti anni fa ha detto "SIATE COME I BAMBINI" ma voglio andare oltre:
dalla lettera di Giovanni Paolo II ai bambini nell'anno della Famiglia:
È proprio così: questo Bambino, ora appena nato, una volta diventato grande, come Maestro della Verità divina, mostrerà uno straordinario affetto per i bambini. Dirà agli Apostoli: « Lasciate che i bambini vengano a me e non glielo impedite », e aggiungerà: « Perché a chi è come loro appartiene il Regno di Dio » (Mc 10, 14). Un'altra volta, agli Apostoli che discutevano su chi fosse il più grande metterà davanti un bambino e dirà: « Se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel Regno dei cieli » (Mt 18, 3). In quella occasione pronuncerà anche parole severissime di ammonimento: « Chi scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare » (Mt 18, 6).
quest'ultima parte in particolare la dedico a chi non perde occasione a sgridare i bambini anche quando con l'innocenza che li accompagna possano fare qualcosa in occasione di riti.......
Falcone Giovanni

Nessun commento: