26 aprile 2009

L'INCONTRO

Eccomi, pronto a rendervi conto di questi 2 giorni con Angelo, scusatemi per l'attesa, mi scono appena liberato, sono rientrato alle 18,00 da Nahan, giusto il tempo per una doccia e poi l'incontro o meglio la conferenza stampa dei giornalisti, carta stampata e la troupe della RAI che ha fatto le riprese per l'Italia. Mi dispiace per la mancanza delle autorizzazioni, perche' la RAI voleva venire anche a Nahan e fare le riprese all'interno del carcere.
Ragazzi e' stato bellissimo poterlo riabbracciare dopo circa 1 anno e mezzo credetemi eravamo in tanti a farlo, tutti voi con me, vi ringrazia, abbiamo pianto tanto.
Posso dirvi che e' stata una giornata intensa e emozionante, per noi ma anche e sopratutto dell'On. ZAMPARUTTI e la dott.ssa MIRELLI, che hano affrontato tutta la problematica inerente la loro detenzione e tutto quello che deve essere rivisto. Comunque per non entrare nei dettagli vi posso dire che tanto di importante e' stato fatto sia a Nahan presso le Autorita' del carcere ma anche e soprattutto a Delhi presso i Ministeri e Organizzazioni Umanitarie Governative e non.
Angelo l'ho trovato bene, meglio adesso rispetto alla foto di M.G.C. del Luglio 2008 e a quanto sapevamo in autunno al riguardo dei problemi alle ginocchia. Certo il morale e' giu', ma vorrei vedere diversamente, anche Simone sta bene e l'altro italiano che ho conosciuto.
Per il resto datemi tempo e lo potrete vedere anche voi.
Vi saluta tutti e vi ringrazia per quanto fate, vi fa ancora sapere che cerchera' di scrivere.
L'incontro e' stata una corsa per me appena varcato il primo cancello per raggiungere l'altro e poi l'abbraccio e il pianto, le guardie ci guardavano stravolte ed emozionate, non so forse non avevano mai visto nulla di simile. Poi tutto e' andato liscio,siamo stati anche con Simone e l'altro e ci siamo un po' raccontati di cose. Poi alle 18,00 fuori, ma contenti perche' sapevamo che questa mattina ci siamo rivisti, alle 10,00 e fino quasi a mezzogiorno, abbiamo festeggiato il compleanno insieme ai detenuti e guardie presenti, ho mandato a comperare du bottiglie Koka e dei dolci locali dall'autista e poi abbiamo brindato. Purtroppo alle 12,00 il distacco, commovente, io ho sentito un senso di colpa ad averlo dovuto ancora una volta lasciare li', speriamo che tutto finisca presto, che possa al piu' presto ritornare a casa. Giovanni Falcone

11 commenti:

Gloria - Leonardo ha detto...

Giovanni, mentre ti scivo mi scendono le lacrime; ho appena aperto il tuo blog ma con un po' di ansia perchè pensavo di trovare brutte notizie e invece finalmente, le preghiere di noi tutti, sono servite. Sono felice e sto'immaginando nella mia mente il vostro incontro ho il cuore in fibrillazione dalla gioia. Mi fa piacere soprattutto che tu abbia trovato Angelo meglio dell'ultima volta e che tu possa avere trascorso alcune ore con lui. Sarà stato sicuramente il regalo più bello che ha ricevuto.
In attesa di sentirti quando ritorni, Leo ed io ti abbracciamo forte.

Anonimo ha detto...

Sono contenta
un forte abbraccio
Paola

Anonimo ha detto...

Mi fa enormemente piacere che lei abbia potuto passare qualche ora con Angelo e Simone, immagino chr gioia sarà stata per loro vederla!!
Elena.

Luciano Ardoino ha detto...

Giovanni, che dire; questa cosa è servita a tutti.
Ciao
luciano

Anonimo ha detto...

Bravo Giovanni non mollare.
Domenico Lacopo

Eleonora ha detto...

Giovanni sono felicissima che tu abbia potuto riabbracciare Angelo dopo oltre un anno...e per il suo compleanno poi! Mi fa piacere che questo viaggio abbia avuto visibilità: spero che qualcosa si possa finalmente smuovere
Un abbraccio grande
Eleonora

pietro ha detto...

le preghiere dei più piccoli si esaudiscono...
e qst x angelo, spero sia slo un piccolo pezzettino del regalo più grande...
un abbraccio
pietro & co.

Anonimo ha detto...

Giovanni!!
Ho pianto tanto a leggere il racconto del tuo incontro con Angelo!!
Mi fa piacere sapere che sta bene! E soprattutto che è consapevole di non essere solo, ma di sentire la vicinanza di noi tutti!
Ci aggiorniamo appena ritorni in Italia!
Un abbraccio,
Giusy

Anonimo ha detto...

Non ho parole. Leggendo il tuo report mi sono commossa, pensando ai ragazzi e immaginando l'emozione che tu abbia potuto provare e loro anche.
Incrociamo le dita per una rapida soluzione.
Con affetto Nadia

Anonimo ha detto...

Ciao sono Pino Battafarano sono molto felice per te per questo momento che hai trascorso con Angelo,so che non vedevi l'ora di incontrarlo,non vedo l'ora che Angelo torni a casa...Ciao a presto

Anonimo ha detto...

vorrei che tutti, leggendo questo pezzo, si rendessero conto di quanto non bisogna mai dare per scontato un abbraccio col proprio figlio...un incontro col proprio babbo...MAI DARE PER SCONTATA LA LIBERTA' CHE ABBIAMO...
grazie Giovanni per ricordarcelo sempre
un abbraccio
emanuela