11 marzo 2009

Programmi televisivi

Ieri sera a Porta a Porta è andato in onda l'ennesimo processo in diretta per il caso dello stupro di S.Valentino a Roma. Grande spiegamento di mezzi e chiaro di soldi per organizzare il tutto, ennesima trasmissione andata in onda per due stranieri, accusati dello stupro, presenti in Italia.
Il problema non sono gli stranieri, è chiaro, il problema è che tutto quello che si fa per loro non viene fatto per noi, presi come siamo di ogni tipo di problemi per noi e per i nostri cari detenuti all'estero.
Pensate che sono 2 anni che sto provando ad andare in qualche trasmissione importante tipo Porta a Porta, niente, porte chiuse per noi, sono decine e decine le e-mail inviate a tutte le trasmissioni. E allora la domanda è questa: perchè a loro si e noi, cittadini Italiani no?, come è possibile che noi troviamo le porte chiuse negli Stati dove loro sono detenuti e qui in Italia, la nostra Patria che dovrebbe garantirci in tutto e per tutto? come è possibile che i nostri cari sebbene detenuti e noi qua continuiamo a pagare regolermente le tasse e di quei soldi nulla riusciamo ad avere? come è possibile che paghiamo il canone RAI e non possiamo accedere alle trasmissioni? utili a noi per far arrivare forte il nostro grido di aiuto e le vere storie alle Autorità competenti? una trasmissione come quella andata in onda ieri sera quante migliaia di Euro è costata? Io non so più cosa pensare, ci attiviamo in Italia per tutti e per tutto, l'importante che siano stranieri, o animali, piante e tanto altro ancora, è, come altre volte ho denunciato, come se un padre si preoccupa dei figli del vicino e per contro lascia morire i propri, non esiste nessuna legge della natura uguale. Ma ancora mi chiedo se questa è effettivamente Democrazia.
Strano e assurdo tutto questo, ripeto noi siamo doppiamente vessati, in Patria dalle nostre Autorità e all'Estero nei paesi che ci ospitano, e questo lo sa chi ha girato un pò il mondo, in paesi dove noi sicuramente non possiamo fare tutto quello che gli altri fanno da noi.
Vi dico solo che questi grossi programmi, tutti, non mi aprono neanche più le e-mail che invio.
Bravi, bravi tutti, siccome sono un Cristiano non posso neanche augurvi quello che stiamo soffrendo noi, pensateci. Falcone Giovanni

2 commenti:

Blindsight ha detto...

giovanni, il confine tra quanto dici e il razzismo è così sottile da confondere le due cose: chi può fare ciò che vuole qui da noi? solo i criminali d'accordo con loro simili italiani, mai fare di tutta l'erba un fascio e la storia degli stupri è stata una sporca strumentalizzazione per dare il contentino alla lega, così fobica contro quelli che chiama "extracomunitari" o "clandestini" che brucerebbero tutti se fosse per loro.
porta a porta è una trasmissione finta, come questa molte altre trasmissioni italiane, perché la censura qui sta raggiungendo livelli peggiori a quella dittatoriale.
sei cristiano? allora saprai meglio di me, che parlo da romana, cosa fanno tutti (dico tutti) quando vengono a roma per andare dal papa: un gran casino! il papa è presente in qualche altra parte del pianeta? no, quindi intanto è scontato che siamo una nazione diversa dal resto del mondo, così come roma è un simbolo planetario che ospita lo stato più ricco del mondo.
mi viene di pensare che forse il problema del razzismo nasca proprio in casa nostra, senza dimenticare che sono milioni e milioni gli italiani che si sono impiantati all'estero, così come hanno fatto altri ora nella nostra nazione, noi esportando mafie e corruzione ovunque, questi che stanno qui oggi per farci aumentare il tasso di natalità (che era zero) e per mani di schiavi che cominciavano a mancare in questo paese che ha schiavizzato troppi popoli, quando non commetteva genocidi in nome di "dio".
capisco il tuo dolore, ma se ragioni giovanni cosa cambierebbe una trasmissione come porta a porta? si forse qualcosa, ma mai quanto lo sarebbe una parola del papa, o la pericolosissima "radio maria", che continua con i suoi trasmettitori a mietere vittime e il vaticano ha pure vinto la causa (ovviamente), oppure l'ambasciata presso la santa sede (basterebbe un alto prelato, è che non ci si pensa al loro potere, eppure sono pagati pure loro...).
il mio è solo un ragionamento per dirti di non prendertela, di non rasentare il razzismo e di riflettere invece su tante cose, insomma cerco di calmarti ;) stai su, ciao laura

Giovanni Falcone ha detto...

Laura, puoi dormire sonni tranquilli sul mio razzismo, semplicemente non esiste, il mio era ed è uno sfogo contro Porta a Porta e le altre trasmissioni finte del genere, lo so anche io, però avrei bisogno di loro, solo per portare avanti la mia battaglia, per aiutare i 3000, anzi adesso se leggi il mio blog si è aggiunto un'altro caso in sud america. Il Papa? certo ho tentato anche quella strada, ancora nessuna risposta, anzi qui al mio paese sto avendo problemi da loro, che mi contrastano anzicchè aiutarmi, ho scritto al Papa, e Vescovi, fatte e-mail a quelli moderni che hanno fatto siti, NULLA, silenzio, vanno solo dove c'è da arraffare, questa è oggi la Chiesa, purtroppo.
Io continuo a gridare di voler essere garantito la centesima parte di come sono garantiti gli stranieri da noi, ma non per razzismo, ma >Giustizia, d'altronde pago le tasse a questo Stato assente.
Un saluto a te Laura e tutti Giovanni Falcone