5 febbraio 2009

Birmania. Graziato italiano condannato a 25 anni per droga

Da www.loccidentale.it del 3 febbraio 09
Per il sospetto di aver detenuto quindici grammi di eroina era stato condannato a quindici anni di carcere e cinque di lavori forzati da un Tribunale del Myanmar, l'ex Birmania; poichè non aveva il visto su passaporto, aveva avuto un'altra condanna a cinque anni con altrettanti di lavori forzati.......................leggi tutto l'art. al link sotto
http://www.loccidentale.it/articolo/birmania.+graziato+italiano+condannato+a+25+anni+per+droga.0065682

Quante e quante storia ancora purtroppo ci sarà da leggere? Grazie Internet che ci offri queste opportunità che altrimenti non so. Sapere o non sapere? Ben tornato Claudio F., bentornato alla vita. Speriamo che prima o poi anche noi troveremo il Buon Samaritano? Falcone Giovanni

Vangelo secondo Luca 10,25-37 « Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico e incappò nei briganti che lo spogliarono, lo percossero e poi se ne andarono, lasciandolo mezzo morto.
Per caso, un sacerdote scendeva per quella medesima strada e quando lo vide passò oltre dall'altra parte. Anche un levita, giunto in quel luogo, lo vide e passò oltre. Invece un Samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto lo vide e n'ebbe compassione. Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi, caricatolo sopra il suo giumento, lo portò a una locanda e si prese cura di lui. Il giorno seguente, estrasse due denari e li diede all'albergatore, dicendo: Abbi cura di lui e ciò che spenderai in più, te lo rifonderò al mio ritorno. Chi di questi tre ti sembra sia stato il prossimo di colui che è incappato nei briganti?». Quegli rispose: «Chi ha avuto compassione di lui». Gesù gli disse: «Va' e anche tu fa' lo stesso»

1 commento:

Anonimo ha detto...

cioa Giovanni sono claudio f.ho passato anchio come tuo figlio l'inferno delle carceri asiatiche .Come penso tu sai in birmania non rispettano i diritti umani per farmi confessa un crimine non commessa sono stato torturato per 10 giorni con scariche elettriche sale sulle ferite ancora adesso a distanza di 3 anni ho ancora incubi terribili che penso non finiranno mai ti faccio tanti auguri per tuo figlio e quando finira tutto cerca di stargli il piu vicino possibili come hanno fatto i miei genitori con me.Un grosso abbraccio Claudio