31 gennaio 2009

Circoscrizione Estero, XVI Legislatura, 31 gennaio 2009, COMUNICATO STAMPA

Da News Italia Press 31.01.2009
http://www.circoscrizionestero.it/pages/home_generica.php?id_com=704

All'indirizzo di cui sopra il Link, il Comunicato Stampa, di cui allego una parte con omissis

comunicato stampa
60 anniversario diritti umani: Contini, "Fieri del nostro paese"
30.01.2009 16:01:05

.....................................................omississ.................................
La Repubblica italiana, per i principi fondamentali del proprio ordinamento e per la tradizione di civiltà giuridica che la caratterizza, non ha mai consentito, né legittimato di fatto l'utilizzo di trattamenti disumani o degradanti, o ancor peggio della tortura, nei confronti di indagati, imputati o condannati, nemmeno di fronte a gravi reati suscitanti pubblico allarme o indignazione generale.

Ritengo che possiamo ritenerci fieri del nostro Paese che ha saputorealizzare quel difficile equilibrio tra esercizio della pretesa punitiva erispetto dei diritti inviolabili della persona. Trova pertanto pienagiustificazione la diffusa indignazione di fronte alla recente decisionedelle autorità brasiliane di concedere lo status di rifugiato ad unterrorista pluriomicida, condannato per tali reati all'ergastolo, perevitarne l'estradizione in Italia e la giusta esecuzione di un giudicatopenale, da tempo emesso.
Auspichiamo che gli ulteriori sviluppi della vicenda, emersi in queste ore a seguito della reazione incisiva del nostro Governo, rendano giustizia non solo alle vittime dell'ex terrorista ma anche alle garanzie di pieno rispetto dei diritti umani che l'Italia offre alle persone private della loro libertà". Lo ha detto Barbara Contini, membro della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani, rivolgendosi ai 250 studenti provenienti dalle scuole superiori di tutt'Italia che quest'oggi partecipano ad una seduta speciale dell'Aula dedicata al 60.mo anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani.

E' con vero piacere che leggo dell'impegno del mio Stato a favore dei Diritti Umani , che ammetto e ne sono fiero, verso i tantissimi cittadini stranieri presenti e che ogni giorno, in tutti i modi, a rischio anche della vita, arrivano da noi.
Si legge, la Repubblica Italiana non ha mai legittimato l'utilizzo di trattamenti disumani e degradanti o addirittur peggio tortura..................
che belle parole, meritano il massimo rispetto civile e umano, tutti dovrebbero farne buon uso, ma allora dico e chiedo da sempre con forza perchè non richiederne e pretendere in tutte le Sedi Istituzionali Nazionali e Internazionali, il rispetto anche con il Diritto di Reciprocita' per i nostri cittadini fermati, arrestati e detentui dopo, non sempre nel rispetto dei Diritti Umani e Giudiziari? Perchè gli Italiani all'estero non sono considerati nè dal proprio Stato nè da quello che li ospita.
Dico che la grandezza di uno Stato si vede proprio dal rispetto ricevuto prima ancora che darne, oggi invece avviene il contrario e praticamente non siamo considerati e il caso Battisti la dice tutta questa verità.
All'On. Barbara Contini ma a tutti i politici di tutti gli schieramenti chiedo e ricordo che nel mondo ci sono crica 3000 cittadini Italiani che aspettano un vostro impegno Istituzionale. Falcone Giovanni

Nessun commento: