29 gennaio 2009

Battisti: è bufera

Notiziario NIP News ITALIA PRESS agenzia stampa - N° 17 - Anno XVI, 27 Gennaio 2009, 18:52:
................... OMISSISS................
Che esula un po' dal dibattito politico-diplomatico è arrivata anche la forte indignazione di Giovanni Falcone, ‘padre coraggio' che da due anni lotta per riportare suo figlio Angelo e altri detenuti italiani che rimangono impigliati nelle maglie della giustizia di altri Paesi in Italia per ricevere un processo giusto, che ammette: "Non capisco perché il caso Battisti ha sempre grande risalto tra i media e il caso mio, con mio figlio, e quello di altre migliaia di famiglie che hanno parenti reclusi nelle carceri di tutto il mondo non viene mai preso in considerazione. Voglio che anche i nostri diritti siano rispettati e che il governo finalmente si impegni a fare qualcosa anche per noi. Non possiamo lottare da soli ora abbiamo bisogno di aiuto da tutto il Parlamento. Nessuno si è mai mosso per noi, nessuno si vuole ‘misurare' con noi".
L'onorevole Elisabetta Zamparutti, del PD, infine, ammette che "il caso Falcone ed il caso Battisti, a mio avviso, sono molto diversi tra di loro. Ma rimane evidente l'inconsistenza della politica estera del nostro governo che utilizza solo demagogia e batte i pugni per il condannato eccellente, Battisti, ma poi in realtà cosa fa? Il Paese avverso, come nel caso quello di Lula, poi si impunta. Ai cittadini italiani non è data tutela, la politica del governo italiano è solo declamatoria. Io vorrei che Battisti rientrasse in Italia, ma non in nome di una giustizia datata, ma in nome di ciò che Battisti è adesso."

Giorgio Riccardi News ITALIA PRESS

Nessun commento: