8 dicembre 2008

Risposta a Beppe Battaglia per l'Articolo su Nino, professione "Ergastolano"

Caro Beppe, sono io a ringraziare Te e l'Onorevole che siete andati a visitare queste "PERSONE" esseri umani dimenticati dalla nostra inciviltà e dalla pretesa di essere i migliori. Avrà commesso quello che ha commesso? non lo so, a me interessa poco anche perchè i peccati peggiori non li dobbiamo cercare negli altri ma nella nostra coscienza, fatto sta che proprio da ultimo si sono verificati casi di persone che stanno pagando per qualcosa che non hanno mai commesso, vite distrutte, ti posso solo dire e far capire a chi legge, che una volta al verificarsi di reati quando non si scoprivano gli autori, quei reati restavano nelle segnalazioni che ogni fine mese, ogni Comando Stazione Carabinieri doveve sempre riportare, fino a quando capitava di arrestare qualcuno per gli stessi reati al quale subito veniva caricato anche quel vecchio, così tutto ritornava alla normalità, cioè quel vecchio reato praticamnente non esisteva più, era stato arrestato finalmente l'autore. Tutto questo oggi per fortuna grazie alle nuove tecniche investigative non dovrebbero succede, grazie al lavoro dei RIS e a un buon avvocato.
Comunque apparte tutto io penso che non è possibile detenere una persona per tutta la vita in quelle condizioni, privato di tutto, addirittura Nino bravo pittore, non può neanche far circolare le sue opere, pensate penso che sarebbe una cosa positiva anche per quel carcere otganizzare una sua mostra, dimostrare il lavoro e recupero che si ha con queste persone, pubblicità gratuita, ma si vede che quel direttore è rimasto attacato ad un qualcosa di vecchio, antico, solo preclusioni e retaggi di un passato antico, che ci riporta ai dinosauri. Grazie ancora e mi piacerebbe insieme a te organizzare qualcosa per Nino, una mostra, forse perchè anch'io ho dipinto poco fino alla storia di Angelo. Falcone Giovanni

2 commenti:

Luciano Ardoino ha detto...

Nella vita ci sono giorni pieni di vento e pieni di rabbia,
ci sono giorni pieni di pioggia e pieni di dolore, ci sono giorni pieni di lacrime;
ma poi ci sono giorni pieni d'amore che ci danno il coraggio
di andare avanti per tutti gli altri giorni.

Romano Battaglia da "Notte infinita"

Anonimo ha detto...

gentile signor Falcone sono la sorella di Filippo so che ha chiesto notizie io non so dirle molto so solo che sta bene ma non può comunicare via mail ci sentiamo poco le sono vicina e condivido il suo dolore