13 novembre 2008

Il Console Generale dell'India a Parma







FESTA DELL’INDIA A PARMA PER LA MENSA DI PADRE LINO
L’iniziativa organizzata dall’Associazione Silentia Lunae rientra nel Festival dei Diritti Umani

All’interno della nona edizione del Festival dei Diritti Umani, l’Associazione Silentia Lunae con Provincia di Parma, in collaborazione con l’Associazione Cibo per Tutti – Kuminda e il Circolo Culturale Il Borgo, presentano due iniziative con il Console Indiano Chakravarti all’interno della “Festa dell’India”.

INCONTRO CON IL CONSOLE
Giovedì 13 novembre alle ore 16:30, presso il Convento della SS. Annunziata di Parma, il Console Generale Indiano Chakravarti, insieme a rappresentanti delle autorità, proporrà alla cittadinanza una riflessione non solo sulla cultura, ma sul diritto alla pace e sul diritto al cibo. L’India, un paese oggi ricco, che esporta tecnologia, è storicamente stata una nazione povera ed in lotta con l’emergenza cibo. Ma nel contesto odierno la configurazione di Nord e Sud del mondo non coincide più strettamente con confini geografici, e dunque ci troviamo ad affrontare emergenze cibo anche a Parma, dove la Mensa di Padre Lino è un luogo importante, capace di fornire un pasto giornaliero a più di cento persone in città.
Il tema dell’accoglienza tra due culture, fondamentale nel dialogo internazionale, vuol essere anche un abbraccio ideale tra i francescani e la comunità indiana, nello spirito di pace che animava sia Francesco d’Assisi che Ghandi.

CONCERTO DI MUSICA INDIANA
Giovedì 20 novembre alle ore 20:30 nella Chiesa della SS. Annunziata avrà luogo il concerto di musica classica indiana di Sanjay Subramanian. L’occasione di questa visita è data da un programma di scambio culturale con l'India, che prevede la presenza in Italia di musicisti vincitori di premi ed onorificenze di alto livello.
Anche in questo caso l’ingresso è libero e si raccoglieranno fondi per la Mensa di Padre Lino.
Saranno presenti Padre Vittorio Schiavetta, Guardiano e Padre Secondo Bollati, responsabile della mensa di Padre Lino.

Queste iniziative, nata dalla disponibilità e dalla richiesta del Console Indiano, vogliono rappresentare una voce positiva, un segno di ripresa per ricordarci a vicenda che la grandezza di una città e della sua gente si intuisce anche dalla capacità di accogliere l’altro – in questo caso una grande cultura estera che ha storicamente dato tanto all’umanità.

Il vero fulcro del messaggio e la sua forza sono proprio l’accoglienza reciproca di due grandi culture, due grandi religioni, due grandi realtà che, nel segno del rispetto reciproco, si incontrano e dialogano. Non solo, ma proprio dall’India, paese storicamente in lotta con il problema della fame, parte l’occasione di sostenere un progetto in aiuto della realtà locale che incontra nuove povertà ed il problema del cibo. E’proprio l’India che proponendo lo scambio culturale rende possibile la beneficenza. Allo stesso tempo, è grazie all’accoglienza francescana che possiamo conoscere un tesoro culturale di musica classica orientale, accogliendo la tradizione di un grande popolo proprio in un momento in cui questi gesti di rispetto reciproco assumono un significato anche simbolico ed esemplare fra le comunità.

Anche verso gli immigrati indiani in Italia, questo momento insieme vuol essere una speranza di comprensione, dove i recenti fatti di cronaca hanno preoccupato la comunità internazionale, spingendo le alte personalità religiose ad esprimere un appello alla pace.

Mensa di Padre Lino
La serata sarà dunque anche una importante occasione di sostenere con la beneficenza il lavoro della Mensa di Padre Lino, che sin dalla sua fondazione ad opera di Padre Onorio negli anni ’50 provvede un importante servizio sul territorio, fornendo il pasto giornaliero a circa un centinaio di ospiti.

Il Venerabile Padre Lino Maupas negli anni venti si era fatto portavoce dell’accoglienza agli ultimi, ai poveri, e soprattutto ai carcerati e a coloro che venivano in qualche modo emarginati e discriminati: nel segno di questa figura storica amatissima a Parma, i francescani hanno continuato a svolgere un’opera intensa in questo senso, facendosi portavoce dell’accoglienza, del dialogo, e rimanendo sempre in prima linea nel contesto sociale, anche grazie alla presenza e all’operato dell’Ordine Francescano Secolare, che sostiene con l’opera di numerosi volontari la Mensa.

Per informazioni
Associazione Silentia Lunae
Via Pellizzari 4
43100, Parma
Tel. 349 833 3689
www.silentialunae.com

Provincia di Parma
Assessorato alle Politiche Sociali
P.le Barezzi 3
43100 Parma
Te. 0521.931308
www.festivaldirittiumani.it

Nessun commento: