20 ottobre 2008

il dopo film

E' da poco finito la proiezione del film "Ovunque tu sia", ho poco o nulla da dire, se non che tutto quello che avete visto non è neanche la minima, minima parte delle storie vere, certo è un film e non si possono trasmettere cose troppo dure per il pubblico, ma neanche tutta la verità perchè si potrebbero offendere e urtare delle coscienze, tutto deve rispettare il Protocollo, altrimenti non se ne fa nulla. Bello, facile e sì famiglia benestante, senza problemi, conoscitore delle lingue, subito si parte, io invece quando sono andato a trovare Angelo l'unica volta ho dovuto raccattare i soldi del viaggio dai nostri risparmi insieme a mia moglie, affidarci alla bontà e clemenza di chi ci ha aiutato, in quell'occasione devo dire con piacere anche l'Ambasciata. Ma da allora non mi è stato più possibile, vuoi per i soldi, vuoi per i rapporti dilatatesi con chi questo non dovrebbe accadere, con chi dovrebbe avere a cuore l'onorabilità dei propri cittadini perchè questo vorrebbe dire difendere anche l'onorabilità della patria, anche se è vero per i più tutti queste persone per il semplice fatto di essere stati arrestati (sebbene con inganno) sono colpevoli ancor prima di essere condannati da un giusto ed equo processo davanti a un giudice imparziale a seguito di indagini imparziali condotte da polizia terza. E questo non mi stancherò mai di gridarlo, alla faccia di chi parla di questi uomini definendoli straccioni di cui io e gli Italiani giusti ne siamo fieri.
Un grazie particolare va a Bruno Vespa, al quale da sempre sto scrivendo e che non si è voluto mai interessare ai 3000 dimenticati, forse per non sporcarsi, sarebbe stato giusto questa sera dopo il film far seguire un dibattito, invece è passato altro, per i 3000 non si spende mai un centesimo, però per i delinquenti anche stranieri si, per Del Turco, di cui ho la massima stima perchè non compete a me giudicare, tutto si può, chiaro, membro influente della Casta che mertita anche di andarlo a intervistare a casa sua a spese mie ,dei 3000 dimenticati e delle famiglie che paghiamo regolarmente il canone alla RAI, grazie. Vi chiedo solo un pensiero dolce e una preghiera per Angelo, Simone, Carlo, Kassim, Angelo C., Ivano, Erik, Simone, Juri, Giuseppe, Simone che non è più tra noi insieme ad altri uccisi da criminali senza scrupoli soci di tanti altri coi colletti bianchi che si mimetizzano come camaleonti e tutto e solo per i soldi, maledetti soldi.
Un grazie particolare va ai rappresentanti della Chiesa che si tengono sempre nell'ombra, al prete del mio paese che ancora dopo oltre 19 mesi non si degna di dedicare una preghiera, ma anche al suo Vescovo che sebbene ho incontrato 3 volte portandolo a conoscenza della storia, tace, ad altro Vescovo alto rappresentante nazionale avvisato con raccomandata A/R non si è ddegnato di rispondermi, ma anche alta Sede di Roma, a tutti va il nostro grazie.
Questo non è solo disperazione e rabbia, ma voglia di verità e Giustizia e prima o poi spero di avere la possibilità di gridarlo nelle sedi tutte opportune guardando in faccia chi di dovere, l'ho detto fosse l'ultima cosa che farò nella mia vita. Giovanni Falcone

Nessun commento: