22 ottobre 2008

DA PARTE DELL'AMICO VITO

Vivere significa sporcarsi le mani.
Vivere significa buttarsi con coraggio.
Vivere significa cadere e sbattere il muso.
Vivere significa andare al di là di voi stessi.. tra le stelle.
Noi possiamo trasformare la disperazione in speranza, e questa è una magia.
Possiamo asciugare le lacrime e sostituirle con sorrisi.
Molti di noi cercano se stessi qui, alla luce.
Non troverete quello che cercate.
Dovete mettervi carponi dentro, dove qualche volta c'è un buio spaventoso,e scoprire cose meravigliose su voi stessi.
Leo Buscaglia

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Giovanni,
questa poesia è bellissima!
Spero che possa smuovere le coscienze di tutti gli italiani, che non guardano mai nell'orto del vicino, ma si curano solo del proprio! Ma soprattutto che smuova le coscienze di chi su questa terra è POTENTE, e non fa nulla se non tutelare i propri interessi (.....ovviamente solo quelli economici!).

Giusy

Nathan 2000 ha detto...

Carissimo Giovanni, come preannunciato telefonicamente, c'è stata una numerosa partecipazione di bloggers e sul Facebook una numerosa partecipazione di iscritti. Probabilmente il mio amico di cui ho parlato ieri sera, scriverà un pezzo che, speriamo, sarà pubblicato sul Quotidiano. Vediamo come si evolve la situazione e incrociamo le dita.