9 settembre 2008

riflessioni di una notte d'estate

Come si fa a dormire con questo caldo? ma maggiormente come si fa a dormire con tutto quello che mi frulla in testa?. Non è da molto che ero andato a letto, ma come sempre il pensiero va, corre, e come si dice: la lingua batte dove il dente duole. Oggi ho sentito la mamma di Angelo, mi ha detto che ieri è riuscito a sentirlo per pochi minuti, è disperato, a pezzi, e come non dargli torto, facendo un paragone alla mia disperazione qua a casa, comodo.
Il tempo passa, dopo i primi giorni della sentenza quando un certo interesse si era creato, adesso tutto è ritornato alla normalità, normalità della indifferenza.
L'altra sera è passato al TG3 il servizio della manifestazione a S. Arcangelo di Romagna, organizzata dal Comune e associazioni locali per i ragazzi che devono essere estradati in Grecia per un mandato di cattura Internazionale per una storia di qualche anno fa, quando sono stati arrestati e pare, trovati in possesso di 21 grammi di haschisc. Tra le persone intervistate il parroco del paese che si è interessato attivamente in tutto.
Allora mi sono chiesto il perchè qua nè il parroco ma anche i gradi della scala gerarchica della Chiesa da me interessati ancora non hanno dato una risposta concreta al caso di Angelo? Non una parola e preghiera, forse che lì esistono Preti diversi e regole diverse? Come perfetti capi mandamenti o zone devono dimostrare chi comanda? Giusto la colpa è mia, mi sono dimenticato di vivere in meridione dove purtroppo si vive anche e soprattutto di questo. Tutti nessuno escluso anche da parte dei giornalisti interessati di tutte le correnti, anche quelli che vanno a nozze quando devono additare la Chiesa tacciono. Intanto visto il comportamento sto rivedendo il mio credere, inoltre e per questo non credere ho dato ordini affinchè in caso di una mia dipartita improvvisa di essere portato direttamente all'ultima dimora senza passare dalla Chiesa e senza alcun simbolo che la rappresenti.
Ma anche il TG3 ai quali dirigenti volevo chiedere o se qualcuno dei blogghisti e altri lo possono fare, perchè lì subito in pochi giorni dal caso è stato fatto un servizio e qua dopo oltre 18 mesi e le tantissime richieste nulla è successo?
Questa cos'è se non discriminazione?
Cari amici del Rango più basso della popolazione, questo succede a noi, oggi è toccato a me e Angelo. Non siamo capaci ad aiutarci tra di noi, e perciò lassù non si preoccupano, come dice l'amico Filippo, siamo un popolo belante.
Avrei tanto da scrivere e gridare ma anche questo penso non serve a niente, ci si lava la coscenza solo a entrare nel blog leggere e uscire, nulla non una parola lasciata o un consiglio, NULLA posso solo ringraziare i pochi che mi sono vicini realmente, grazie............................................................................................................................................................... Metto in vendita gli organi trapiantabili per pagare gli avvocati o in cambio a chi può di farmi avere 2 capsule di cianuro.
Non so neanche se scriverò più.............................

5 commenti:

Nathan 2000 ha detto...

Carissimo sig. Falcone... la disperazione è un sentimento giustificabile quando si vive sulla propria pelle una situazione pesante come un macigno e si è lasciati soli a combattere.... provo a lasciarle le mie parole di conforto dicendole che ho pubblicato sul mio blog un post in cui chiedo a chiunque passi di esprimere una opinione, un'idea... ma comprendo benissimo che, senza l'ausilio delle istituzioni è molto più difficile arrivare alla meta. La saluto con affetto nella speranza che a qualcuno venga un'idea geniale per rendere il traguardo più raggiungibile.

Anonimo ha detto...

Caro Giovanni,
ti comprendo e posso, magari lontanamente, immaginare quello che stai vivendo. In realtà solo tu, che lo stai subendo concretamente sulla tua pelle, sai quali sono le spese e le conseguenze di questa situazione assurda.
L'assenza delle istituzioni è ingiustificabile......
Certo, anche gli uomini di Chiesa da te contattati e che avrebbero potuto far qualcosa, ed invece....nulla hanno fatto, hanno le loro responsabilità.
Ma non condivido la tua opinione circa il venir meno della fede. Conosci quella bella poesia di un Anonimo brasiliano in cui si dice che, proprio nel momento in cui ti sentivi solo, il Signore ti portava in braccio?
Non permettere che il comportamento di alcuni (siano essi uomini di Chiesa o meno) ti allontani dalla tua fede e dal tuo Dio, che è l'unico che non ti tradisce.
E comunque sia, un giorno ciascuno dovrà render conto e "versare la propria quota"......indipendentemente se indossa una talare, una corona, uno scettro, o più semplicemente va in giro con un auto blu!
Forza Giovanni!! Ti siamo vicini!!
Giusy

Anonimo ha detto...

non ora, la prego...
appena ieri le abbiamo proposto un lavoro da fare insieme... l'idea c'è, ma deve avere la forza di portarla avanti con noi nel miglior modo possibile affinchè sortisca certi effetti...
CORAGGIO

Anna

Anonimo ha detto...

Non mollare adesso e continua la tua battaglia.Fallo per Angelo,ma fai vedere agli intoccabili che nonostante il loro disinteresse totale tu non molli.Dalle avversità deve venire la forza di andare avanti,coraggio.

Anonimo ha detto...

L'Amore è l'unica arma valida che abbiamo per combattere ciò che ci travolge senza pietà sia nell'anima come nel corpo.
La chiesa...sai,è una bella frase quella che hai detto...la chiesa è capace di far perdere la fede, ed anche io purtroppo ne ho avuta la prova.
Non che ne abbia la colpa, la chiesa deve difendersi dalla società che la comprende e...se la socità fa schifo...è quasi "normale" che anch'essa faccia buchi ovunque.
Ad esser sincera io non ho un buon rapporto con la chiesa, ma non per questo non devo credere.
Credo nell'Amore di Dio, Universale e Assoluto, capace di dare luce anche là, dov'è il cuore di chi pensa ad Angelo e a Simone.
Molte volte l'Amore viene frainteso..perchè viene visto con occhi da materialisti e consumisti.
Non con gli occhi di chi ama.
Il dolore di questi anni porterà ad un'era ben diversa da quella che stiamo vivendo.
Molti si accorgeranno che il vero Amore è ben lontano da quello che viene considerato tale.
L'Amore Assoluto non ha limiti, non ha possesso, non ha interessi;
ha solamente la voglia di Donare e Donarsi per tutti coloro che accecati dall'ignoranza non sanno Amare.
Dare amore è dare speranza, gioia: E' DARE VITA.
Non permettere a gente ignorante e sconsiderata di poter comandare sulla tua vita, la vita è cara, e come vedi...fa gola a molti.
"NON PERDERE LA FEDE,
NON PERDERE IL CORAGGIO,
NON PERDERE L'AMORE PER LA VITA"

Ama, con la speranza di vedere giorni migliori e felici,
Vivi, facendo capire anche a chi ti circonda l'importanza di quell'Amore innato che eternamente cercheremo.
Gli uomini, non devono avere il potere di far del male ad una vita, ma l'illusione che ci attanaglia la mente fa credere il contrario.
E...quando si accorgeranno che il Loro Potere è così poco rispetto al potere dell'Amore, allora si renderanno conto che nulla vale di più di un sorriso donato solo con la voglia di rivederlo sul volto di chi lo riceve.

"NON PERDERE LA FEDE,
NON PERDERE IL CORAGGIO,
NON PERDERE L'AMORE PER LA VITA"

Purtroppo il tempo a mia disposizione è terminato, ma tornerò a visitare il tuo blog e spero che le parole che ho scritto siano servite a ridonare un pò di SPERANZA, a te; a chi non l'ha più e anche a chi non ricorda di averla.

Non sei solo.
Un saluto e un sorriso.