13 settembre 2008

Disperazione


Sono qui a dimenarmi come un ossesso, la notte, la notte che dovrebbe essere un dono della Divina Provvidenza, il riposo per un giorno di lavoro, dato da Dio, per me invece altro non è che una tortura.
Odio la notte e tutto quello che si porta dietro, vorrei ancora sapere cosa ho fatto di male a Dio per potermi meritare tutto questo, aver dato una vita a chi soffre e avere tutto ciò adesso nel momento del meritato riposo.
Lo so, sono egoista, c’è tanta altra gente che sta peggio, ma penso ad Angelo, a tutto quello che sta soffrendo, chiuso in una gabbia come un animale, privato di tutto e non per colpa sua, io essere costretto a fare e rifare conti per cercare di dargli una difesa migliore, questo vale la vita di mio figlio, soldi maledetti soldi che non ho.
Tutti i giorni in tv e sui giornali si parla di sperperi di miliardi che come noccioline vengono bruciate e spariscono, mentre chi come Angelo avrebbe bisogno di bricciole per la sua libertà, per avere Giustizia, quella Giustizia negata fino adesso, peggio ancora gente che non riesce a potersi comperare un panino per lenire i dolori della fame, poveri vecchi che hanno fatto guerre per la Madre PATRIA, adesso costretti a rovistare nei bidoni della spazzatura e litigarsi qualcosa da mangiare con i gatti e cani randagi e lo Stato cosa fa per questa gente? NULLA
Nessuna risposta , nessuno si interessa, nessuno ti cerca, tutti indaffarati in cose più grande “dicono”.
Ma cosa c’è di più grande della Giustizia, della Libertà, della Vita? Dov’è lo Stato? Cosa Garantisce ai suoi cittadini inermi? Cosa è la Costituzione? Per Angelo ma non solo sarebbe un suo preciso dovere, è un problema di esigere rispetto da altri Stati, quegli Stati che dovrebbero esercitare controlli sui propri funzionari a che non succedano fatti come quelli che sono successi ad Angelo, così come avviene da noi in Italia per gli stranieri, Garanzie e Reciprocità, ecco cosa dovrebbe pretendere.
Come ha dichiarato oggi il Presidente Berlusconi in una sua dichiarazione odierna, certezza del Diritto a tutti i cittadini, ma quando mai? Solo belle parole.
Anche l’ONU in tutto questo ha le sue colpe e responsabilità perché non esercita azioni Ispettive verso quei Stati che pure hanno firmato Convenzioni e Leggi Internazionali e fanno parte di Essa.
Aveva ragione albert einstein : il Diritto Internazionale esiste soltanto nei manuali di diritto Internazionale…..
La Chiesa poi ha le colpe maggiori in tutto ciò, non fosse altro perché dovrebbe essere la più vicina ai disagi della povera gente, a chi soffre, agli emarginati, ammalati, carcerati.
La Chiesa che non ha l’obbligo di elargire fondi in denaro (se non volontariamente) , ma che pure amministra fondi Istituzionali, (5 e 8 per mille e altre sovvenzioni dello Stato, e lasciti privati, di cui mai si conosce la vera destinazione) dare in abbondanza Preghiere e invece NULLA.
Ho tanto scritto a tutte le Autorità Ecclesiali, nulla, silenzio. Ponzio Pilato a confronto era un angioletto, vergogna, vergognatevi tutti non per quello che non mi avete dato, ma per quello che non date a tutti, secondo quanto stabilito dalle Sacre Scritture, secondo tutto quello che dovreste portarvi dentro dal giorno della chiamata di Cristo, Pescatori di uomini, voi non siete capaci a pescare neanche le rane.
Voi dovreste essere i Pastori del Gregge di Cristo, coloro che la sera al rinchiudere il gregge nell’ovile si accorge che una sola pecora manca, mettere al sicuro le 99 e andare alla ricerca dell’unica persa e non ritornare fino a quando non l’avrà trovata.
No ,voi siete quelli che pensano solo ai vostri sporchi interessi, quelli che servono a Dio e Mammone, ma verrà il giorno del Giudizio, e come ho scritto in Altro articolo, voi sarete in fondo al fuoco eterno, la Geenna, anche io, ma in alto e vi calpesterò. Non sarà sufficiente, vi meritereste altro ancora di peggio.
L’unica cosa che ho trovato e avuto in abbondanza è stato il SILENZIO……………. Dio ma dove sei?
Io dico che tutto questo non è giusto, anche se accetto solo in parte la Tua volontà.
Giovanni Falcone

5 commenti:

violet rouet ha detto...

Si mi stringe il cuore leggendoti.. e sono senza fiatto..
e anche io mi domando, ma tanti non lo sentono loro cuore?
dove lo hanno perso? fra la retorica e le preghiere..?
Tiene duro caro giovanni, Angelo e tanti hanno bisogno di te...
In questi momenti di sconforto.. senti i battiti del tuo di cuore..
non smettere prego di ascoltarlo.. Basta per riempire di amore il mondo intero..
Vi voglio bene

MattBeck ha detto...

Un forte Abbraccio.

Non so, non posso dire altro

VIVINDIA ha detto...

Giovanni io ho 27 anni e ho bisogno di un padre adulto come tè che lotta per suo figlio e per divulgare queste situazioni... noi giovani abbiamo bisogno di sapere cosa succede nel mondo e di adulti che si battano per noi!!! Cosa fai mi perdi la voglia di lottare,al telefono mi hai detto che non la perderai mail!!!! Sei una luce per tuo figlio e per tutti i giovani... io nel mio piccolo sto diffondendo la tua parola... se perdi la speranza tu, la perdo anche io...

Con affetto Marina / Vivindia

Giovanni Falcone ha detto...

No, ma capite, è dura, sono momenti terribili, poi se guardi sono articoli della notte, odio la notte, vorrei non arrivasse mai. Grazie a te per le belle parole e grazie a tutti, mi sento anche colpevole perchè di sicuro in qualcosa sono mancato, sicuramente dopo la separazione non sarei dovuto andare via, anche se è successo dopo molto tempo, non so, ma di sicuro e ne sono cosciente tutto quello che succede ai figli nel bene e nel male c'è qualcosa di nostro. Giovanni Falcone

Elena ha detto...

Caro Giovanni,
la situazione è davvero insopportabile,Angelo è mio amico e ogni volta che mi collego penso a cosa posso fare nel mio piccolo per fare luce su questa maledetta storia. ho paura che in realtà a nessuno dei potenti interessa che noi italiani ci sentiamo davvero italiani...lo siamo solo per fare numero, per batter cassa ai nostri portafogli ormai logori,a prenderci in giro come una massa di somari.
parlare oggi con lei e Silvye mi ha bruciato il cuore, perchè se mi sento io cosi riesco solo ad immaginare cio' ke provate Voi.
continuo a pregare per Angelo,per lei,per Silvye,e per Denise...che siete vittime di questo sistema ignobile, e dell'ennesima cosa di cui l'Italia si è dimenticata...la dignità.
Sinceri saluti.