11 settembre 2008

Dal blog di Antonio Bevilacqua



Dal blog di Antonio Bevilacqua:
"Tempo fa, ho fatto un post su Angelo Falcone; con il poco tempo a disposizione ho sempre cercato di seguire la vicenda che papà Giovanni Falcone sta affrontando senza aiuto da parte di nessuno.Oggi, andando a leggere sul suo blog, ho trovato, con mio grande dispiacere, parole dense di disperazione! Sarà un momento passeggero? Sarà che lottare contro qualcosa di più grande di lui (e nella totale assenza di ausilio da parte delle istituzioni) fiacca le energie?Io non lo so! So soltanto che, dopo la sentenza negativa, ci può stare un attimo di sconforto! Ma le mie parole sono soltanto parole vuote! E chiedo ai visitatori del mio spazio virtuale, cosa possiamo fare per aiutare Giovanni Falcone a non mollare... Certo, si può provare a farlo sentire meno solo andando a visitare il suo blog, lasciando qualche parola di conforto. Ma quando l'assenza, da parte di coloro che potrebbero fare qualcosa di concreto per Angelo e per tutti i 3.000 nostri concittadini detenuti all'estero, si fa sentire come un macigno... come si può non comprendere il momento di disperazione di chi sta vivendo una vicenda allucinante?"

postato da: iltratto alle ore 10:00 Permalink commenti (4)categoria:politica, giustizia, angelo falcone
lunedì 8 settembre 2008

1 commento:

Anonimo ha detto...

Nino ho gia commentato sul blog di Nathan 2000 quello che penso.comunque non ti arrendere.ciao Rocco.