24 agosto 2008

LA CHIESA - riflessioni 24.08.2008

Nella giornata inagurale a Rimini del Meeting di Comunione e Liberazione http://www.imgpress.it/notizia.asp?idnotizia=35820&idsezione=4
ha affermato " la Chiesa ha il diritto di occuparsi di politica perchè i problemi li vive in prima persona, non li legge nei sondaggi".
Mi viene da dire che non tutta la Chiesa, o meglio alcuni dei suoi rappresentanti non la pensano esattamente così e lo dimostrano giorno per giorno e parlo del caso che tutti conoscete di Angelo, quello che da sempre grido, l'assenza e il disinteresse della Chiesa nel caso specifico confermatomi anche da altri familiari in varie parti d'Italia. Questo volersi atteggiare, da parte di alcuni a esseri che più che meritare, pretendono rispetto, ai quali sempre dover chiedere per tutto, anzichè dare a piene mani, dedicarsi ai poveri, ammalati, bisognosi così come ha fatto nostro Signore prima, gli Apostoli e i Santi dopo, che volontariamente hanno rinunciato a tutto e dato tutto per farsi poveri tra i poveri e mettere la propria spalla sotto la croce di ognuno di noi.
Monsignor Bagnasco parla di una Chiesa senza autorità sia di magistero che di governo, senza configurazioni gerarchiche, nè giuridiche, obbedienza e norme liturgiche, una Chiesa senza sacrificio.
Norme Liturgiche, quello che ho reclamato, l'inosservanza di canoni del Codice di Diritto Canonico e del Benedizionale di Santa Romana Chiesa (che potete rilevare da artt. precedenti).
Gesù mi pare abbia detto "venite e vi farò pescatori di uomini, ancora, vi affido il mio gregge e quando vi accorgete che una sola manca, chiudete le 99 nel recinto e andate a cercare quella smarrita".
Sull'articolo del Quotidiano, l'amico Pino Suriano dice di non essere d'accordo su mie pretese di intervento della Chiesa locale e non solo. Posso dire con assoluta certezza che da parte mia nulla ho mai avuto a pretendere se non quanto dovuto da quei rappresentanti in forma puramente gratuita, così come ha detto il Santo Padre nel messaggio per la XLV Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni il 13 aprile 2008 " al punto 5 si legge: tra le persone che si dedicano totalmente al servizio del vangelo vi sono in particolar modo sacerdoti chiamati a dispensare la Parola di Dio, amministrare i Sacramenti, specialmente l'Eucarestia e la Riconciliazione, votati al servizio dei più piccoli, dei malati, dei sofferenti, dei poveri e di quanti attraversano momenti difficili.........."
Ancora al punto 6: da sempre nella Chiesa ci sono poi non pochi uomini e donne che, mossi dall'azione dell Spirito Santo, scelgono di vivere il Vangelo in modo radicale, professando i voti di castità,povertà e obbedienza...."
E' vero poi, la Chiesa non è un Ente Pubblico nel senso del Diritto Civile, dico però e forse potrei anche sbagliare, che è un Ente Pubblico Morale Religioso, che in tal senso amministra anche la cosa pubblica, non ha caso è stato firmato un trattato con lo Stato Italiano e non a caso ottiene e Le vengono elargite a tale scopo cospiqui fondi che amministrano in tutta autonomia.
Per quanto poi la moralità evangelica, penso che i fatti continuano a parlare da solo, ho solo chiesto e preteso (per questo si) preghiere, e questo è un mio diritto di fedele, anche se ritengo che non si dovrebbe parlare di diritto ma di doveri evangelici, è brutto anche parlare di Diritto Canonico, ma evidentemente c'è e va rispettato da tutti e in tutte le occasioni, non solo a convenienza e questo è dimostrato da quanto accaduto qualche mese fa mi pare a Latina dove quel vescovo non ha voluto sposare una coppia di giovani perchè lui a seguito di grave incidente stradale è rimasto (pare) andicappato nei genitali per cui non può procreare, per il rifiuto da parte del Vescovo è stato invocato il Canone 1028.
Io penso che oggi, per quanto anche affermato da Monsignor Bagnasco, tutti dovremmo incominciare ad avere pretese da certi rappresentanti di Santa Madre Chiesa.
Giovanni Falcone

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Giovanni, ciao, sono Pablo Trincia, collaboratore della Stampa. Vorrei mettermi in contatto con te, mi mandi gentilmente un recapito a pablo_trincia@yahoo.co.uk?
Grazie e a presto

Pablo

Giovanni Falcone ha detto...

Paolo ti ho inviato un messaggio, non l'hai ricevuto?
3384005065 Falcone Giovanni
vai anche sul mio profilo del blog per i contatti