17 luglio 2008

Aiuti negati a noi, mentre nel mondo........... grazie Prodi e grazie a tutti

da News Italia Press
http://www.circoscrizionestero.it/pages/dettaglio.php?id_pol=20&id_com=186

comunicato stampa
evitiamo gli sprechi
ESTERI: ZACCHERA CHIEDE CHIARIMENTI SUI CONTRIBUTI MAE NEL MONDO
16.07.2008 19:07:51
"Occorre razionalizzare la concessione di contributi italiani per iniziative all'estero e concentrarli sulle priorità, a cominciare dall'assistenza alle nostre comunità " Lo ha affermato in Commissione Esteri alla Camera l'on.le Marco Zacchera avanzando molte e documentate perplessità per i "contributi a pioggia" previsti ad una lunga serie di Enti ed iniziative sparse per il mondo senza avere - secondo Zacchera - un'idea complessiva delle scelte prioritarie italiane nel campo umanitario, della solidarietà e dei diritti umani. "Non vorrei che certi contributi servissero soprattutto a mantenere discutibili e politicizzati organismi - ha ricordato Zacchera - ai quali non si chiedono poi adeguati rendiconti non tanto o non solo dal punto di vista contabile, ma - soprattutto - di coerenza politica con la linea di governo". Zacchera ha fatto il caso dei contributi concessi nel 2007 (Governo Prodi) ad iniziative marginali, ma anche alla Lega Araba, ai concerti per la pace o ad organismi del tipo "Centro internazionale di transizione democratica", la"Community of Democracies", "Non c'è pace senza giustizia", "Centro italiano per la pace in Medio Oriente", "Ufficio del relatore speciale per la libertà di espressione nei paesi americani" ecc.ecc. C'è poi una lunga serie di spese curiose: dai 64.516,13 euro dati al governo cambogiano per la lotta contro la droga ai 18.165 euro per un programma di assistenza ai Rom del Kossovo potenzialmente esposti, a Zvecan, all'avvelenamento da metalli pesanti. C'è la realizzzazione di un bagno pubblico in un paese della Moldova (28.975 euro) ai 34.000 euro stanziati per "La promozione del dialogo interetnico e lo sviluppo zootecnico del comune di Klina (Kossovo)". 22.000 euro sono donati al sindaco di Cojasca (Romania) mentre 64.500 euro alla associazione "Abuelas Plaza de Mayo" di Buenos Aires. Numerosissimi i corsi, convegni, seminari, fondazioni, viaggi: dai 30.000 euro erogati per il seminario "Medio Oriente, ricominciare dalla fine" fino al 1.240.000 euro concessi per la "Formazione della polizia stradale palestinese" "Cose potenzialmente utili e nobilissime - dice Zacchera - ma sulle quali serve chiarezza, perchè forse è meglio dotare le singole ambasciate di un budget per "mance, regalie e pubbliche relazioni" tagliando almeno sulle spese generali di problematici enti ed associazioni. Proponendo emendamenti al testo di risoluzione finale, Zacchera ha ottenuto un testo in cui si impegna il governo a dare entro mesi un elenco completo dei contributi assegnati a vario titolo a livello internazionale " Per una adeguata valutazione - ha concluso il responsabile esteri di AN-PDL - di costi, obbiettivi e risultati ottenuti di contributi che alla fine "contano" per diversi milioni di euro".

Nessun commento: