16 maggio 2008

Non si riesce a capire come ancora a distanza di 14 mesi c'è ancora chi si chiede se Angelo è incensurato, colpevole o innocente, pensavo che in tutti i miei articoli avevo ben evidenziato che questo è irrilevante, ovvero io lotto chiaramente per la libertà di mio figlio ma anche per il rispetto dei diritti umani per tutti i detenuti nel mondo. Tutti quelli che sono stati intervistati nelle carceri , innocenti e rei confessi, hanno sempre detto unanimemente che vogliono essere trattati da essseri umani, garantiti dai propri Stati e se in attesa di giudizio, di avere un giusto ed equo processo in tempi ragionevolmente breve, tutto qua.
Vogliamo anche avere la possibilità di poter andare in TV o su giornali nazionali e parlare e portare a conoscenza la gente e le autorità delle nostre aspettative, di essere aiutati nei limiti del possibile e nei termini e modi previsti dalle Leggi Nazionali e Internazionali, che, chi si deve occupare di questi problemi lo faccia finalmente senza tergiversare e perdere tempo, perchè chi sta in galera in certi posti e nei modi che ci descrivono tempo ne ne hanno, come non ha avuto tempo chi è stato letteralmente assasinato in carceri e stazioni di polizia all'estero, tempo non ne hanno quelle famiglie che non hanno più quei cari e che ancora, assurdo ma vero, non sono ascoltati e chiedono gioustizia.
Speriamo che questo Governo e le persone deputate agli incarichi di questa problematica finalmente prendono coscienza della gravità della situazione, del problema sociale che rappresenta. E' giusto occuparsi degli stranieri clandestini in Italia, loro almeno hanno tutti i diritti garantiti, sono portati tutti i giorni in trasmissioni televisive e sui giornali, alcuni nonostante i gravi reati commessi anche ben pagati per rilasciare interviste e per noi? nulla silenzio e come mi è stato detto più volte in faccia: "sa questi fatti non fanno notizia" capito? il dramma che proviamo noi e loro non fa notizia, siamo diventati un fatto che non fa notizia. Basta andare in internet e trovate tantissimi casi di extracomunitari ai quali la Corte Costituzionale ha annullato l'arresto solo perchè il traduttore non era riconosciuto ufficiale oppure un determinato documento è stato ratificato in ritardo e via di seguito. Angelo non aveva un avvocato presente all'interrogatorio, non aveva un traduttore ufficiale o no, è stato costretto a firmare una dichiarazione in lingua Indi preparata in precedenza e in loro assenza dalla polizia e nessuno se ne preoccupa nè in India e tantomeno in Italia e l'ONU che dovrebbe garantire e salvaguardare i Diritti Umani? e Amnesty International? Amnesty da me interessata neanche mi ha risposto però mi invia regolarmente la pubblicità e i versamenti prestampati per le loro campagne umanitarie.
La Chiesa, o per onestà solo una parte di essa, la grande assente e disinteressata che nonostante io abbia scritto ancora non hanno risposto, chi invece è stato da me interpellato personalmente è stato evasivo, attento a non sbilanciarsi, umanità, fede, misericordia, aiuto morale, religioso, preghiere negate, indifferenza, lotta che sto portando avanti contro il prete del mio paese che mi ha negato tuttu quanto di cui sopra. Cosa ne sapete voi di tutto questo, parlando con la gente che pensa che tutto ti dovrebbe essere assicurato, come giusto che sarebbe, neanche immaginato lontanamente quando è difficile tutto per noi.
E ancora ce ne sarebbe da dire,ma tanto voi pensate solo e vi chiedete sono Colpevoli? o Innocenti? ma si se li hanno arrestati qualcosa avranno fatto, oppure è meglio lasciarli dove sono, tutti moralisti quando si tratta degli altri.
Per fortuna c'è stata e c'è qualcuno che ci ha aiutato, hanno tutta la nostra benevolenza e non dimenticheremo mai, il Signore gli renderà Grazia per tutto. Noi vi diciami Grazie.
Giovanni Falcone

3 commenti:

Sara ha detto...

credo che il problema non sia se Angelo è incensurato o meno. Non è di questo che ci si dovrebbe interessare, ma piuttosto del fatto che lui e Simone si trovano in carcere e non gli viene garantito un processo equo, e non gli vengono garantiti i più fondamentali diritti... è solo di queste cose che ci si dovrebbe preoccupare. Ma tu fai bene a rispondere e a ribadire che Angelo è incensurato ed innocente.
Un abbraccio

Giovanni Falcone ha detto...

Non è solo questione se Angelo è innocente o colpevole, ma anche Simone, anche se per me questo come padre e ex Carabiniere lo è, il fatto è che voglio che siano garantiti tutti i Diritti, non solo a loro ma anche ai 3000 dimenticati, gli invisibili. Giovanni Falcone

Sara ha detto...

Hai più che ragione Giovanni... Sono troppe le persone che vedono calpestati i propri diritti :(