26 aprile 2008

SECONDO COMPLEANNO IN INDIA

Oggi, 26 aprile è il giorno del 28° compleanno di Angelo, il mio Angelo ma anche di tutti voi che insieme a me da oltre 13 mesi sto cercando di riportare a casa. L'altro compleanno parlando con lui eravamo sicuri che sarrebbe stato il primo ed unico compleanno nel carcere di Mandi, invece purtroppo così non è stato, non è stato grazie al disinteresse totale della politica e giornalisti TV e carta stampata ma anche di altre autorità civile e Ecclesiastiche, questa poi è una nota dolente che deve farci riflettere tutti, è proprio il caso di dire che dal pulpito si fanno bei discorsi, invitando la gente a seguire e mettere in pratica i dettami dei Vangeli, ma purtroppo poi la realtà che tutto questo non è seguito dagli esmpi dati da tanti rappresentanti prelati. Grazie all'On. ZACCHERA, Foti, e tutti gli altri che potete leggere sul blog, ai giornalisti che si sono aggiunti alla pattuglia iniziale di quei giornali, tv e radio locali(ometto i nomi per non dimenticare qualcuno) che da subito si sono attivati per il caso, grazie alla solidarietà dei tanti che anche solo con le visite fatte al blog hanno tenuto vivo l'interesse per il caso di Angelo e Simone ma che da tanto scrivo dei 3000 dimenticati nel mondo.
Grazie all'amico Pino Battafarano che proprio ieri pomeriggio mi ha fatto ascoltare la bellissima canzone composta apposta per Angelo per l'occasione e che di seguito vi linko, chiedendovi anche di farci sapere il vostro parere:
Grazie a tutti di cuore anche da parte di Angelo che oggi sono riuscito a sentire. Giovanni, Sylvi e Denise

5 commenti:

Anonimo ha detto...

auguri! speriamo le arrivano!
violet

Gardagami ha detto...

See Please Here

Sara ha detto...

Auguri ad Angelo e un grande abbraccio. Spero che sia l'ultimo compleanno passato in questo modo orribile e che presto Angelo e Simone possano tornare a casa. A presto

Anonimo ha detto...

come si può ascoltare la canzone?

Giovanni ha detto...

Fai gli auguri anche da parte mia... anche se con qualche giorno di ritardo...

Saluti,
giovanni