13 marzo 2008

Questa sera parlando con l'amico Marco di radio MPA mi segnalava un articolo dell'Espresso di Alesandro Gilioli su una storia assurda accaduta nel 2002 al povero Marcello MANCUSI. In vacanza per divertimento in Thaillandia è ritorna a casa solo da morto e privo degli organi, storia di intrighi e comportamenti quanto mai strani da parte della polizia locale e qui siamo alle solite io posso solo dire ai ragazzi di stare attenti a dove andare in vacanze.
Quante stranezze in quei luoghi ma che non hanno mai fatto chiedere alle nostre autorità "perchè?" e controllare, indagare, garantire così ai nostri concittadini sicurezza, ma si sa c'è sempre qualcosa di più importante da fare.
Leggete e indignatevi contro tutti, questa storia sta venendo fuori adesso dopo 5 anni, grazie alla tenace Benedetto e Giampiero MANCUSI che vogliono chiarezza su quanto è successo ma anche giustizia. GIUSTIZIA, che bella parola, ma sembra solo una bella parola e rimane un qualcosa di astratto. Alla fine ragazzi dobbiamo sempre essere noi ad attivarci per tentare di avere Giustizia e vederci garantiti i nostri diritti. come ha dichiarato la sorella Lucia MANCUSI in un'altro articolo su Calabria Notizie - live news "la nostra famiglia è stata lasciata da sola a lottare contro quanto è successo a mio fratello in Thailandia". Giovanni Falcone

Nessun commento: