1 marzo 2008

A Policoro tre donne hanno proclamato lo sciopero della fame ad oltranza. Smetteranno solo con un impegno formale delle Istituzioni

Questa mattina ho avuto modo di conoscere via etere da radio Bierre2 Basilicata le ragazze precarie di Policoro, che da diversi giorni stanno attuando lo sciopero della fame. Si tratta di Rosa Modarelli, Carolina Tramonte e Rosa Zagaria lavoratrici precarie della Asl 5 di Montalbano Jonico, senza contratto da sei mesi a causa di una legge che impedisce loro di proseguire nei rapporti di lavoro a termine al fine di giungere alla tanto agognata stabilizzazione. Stanno effettuando lo sciopero della fame ad oltranza, davanti all'ospedale di Policoro(MT) nella speranza che qualcuno si accorga di loro. Oramai è 6 mesi che si trovano lì davanti a manifestare in modo pacifico per far valere i propri diritti, fino ad adesso inutilmente, ma speriamo forse in campagna elettorale qualcosa potrebbe cambiare, questa è l'Italia oggi, per ogni cosa, per i propi diritti bisogna per forza arrivare a atti del genere, autolesionisti, perchè di questo si tratta purtroppo. Strano perchè questo vale solo per la povera gente, i potenti, loro parenti e amici di questi problemi proprio non ne hanno. Domani sera porterò la mia solidarietà a queste coraggiose donne, nella speranza che anche altri si uniscano a noi in una grande manifestazione unitaria, perchè la salvaguardia dei diritti è cosa che riguarda tutti, prima o poi, inutile dire o pensare: tanto a me non toccherà, avanti di questo passo in Italia non so dove arriveremo a parare e grazie a chi come Filippo Dagostino che ci da voce che possiamo portare avanti le nostre battaglie, forza ragazze, vi capisco, anch'io ho dovuto fare uno sciopero della fame per vedermi garantire un mio diritto, anzi di mio figlio Angelo, ma non mollo, piano piano sto risalendo la china,è irta e impervia, il Signore ci ha messo sulle spalle questa croce e come Lui dobbiamo avere coraggio, forza e Fede per andare avanti, non per noi ma per i nostri figli, questo è il più bell'esempio di vita che possiamo trasmettergli. Vi auguro ogni bene e felicità. Falcone Giovanni

Nessun commento: