10 marzo 2008

Per non dimenticare marzo 2008









E'un triste anniversario questo di ieri sera, 09.03.2008, sì perchè purtroppo è già passato un hanno dall'arresto di Angelo e Simone, pur con tutte le contraddizioni e incongruenze emerse nulla è successo. Impegni, promesse tante, ma concretamente e la realtà sta tutta nel fatto che sono ancora lì, in barba a tutti le leggi e diritto internazionale. 365 giorni e nette passate, io e la mia famiglia nella disperazione totale, piato, angoscia, il più delle volte purtroppo nell'ndifferenza totale da parte delle Autorità ma anche purtroppo e questa è quello che ci rattristisce di più della gente comune, quella gente che dovrebbe di più impegnarsi e aiutarci. Tutti pensano che tanto a loro non succederà mai, ma si sa purtroppo i fatti e la realtà è altra cosa, vedasi gli ultimi casi di arresto successo.
Nel ricordo di Angelo in questo triste giorno, ho voluto organizzare, con l'aiuto dell'Amministrazione comunale di Rotondella, il 9 alle ore 21,00 presso la palestra comunale una veglia di preghiera e il 10 alle ore 10,00 presso la sala Consiliare del comune un dibattito a tema sul problema dei detenuti all'estero.
Alla veglia è intervenuta la cittadinanza di Rotondella ma anche di paesi limitrofi, il Sindaco Vito Agresti, come sempre pronto e sensibile al problema di Angelo, gli amici e fratelli dell'Associazione Papa Giovanni xxiii di Castella Grotte (BA) e Casarano (LE) che hanno preparato e diretti le preghiere. Emozionante e toccante, specie quando Lucia ha letto la bellissima poesia scritta da Angelo e pubblicata fissa sul blog.
Il 10 mattina con gli interventi del Sindaco, del Consigliere Regionale Antonio Di Sanza in rappresentanza del Presidente della Giunta Regione Basilicata e mio, si è sviluppato il dibattito con interventi del pubblico in sale, dell'avv. Lapolla e giornalisti presenti. E' stato il momento per fare il punto della situazione e diell'azionelo che porteremo avanti per il futuro. Non posso a nome mio e della mia famiglia ringraziare quanti si sono adoperati per quanto sopra, un grazie di cuore e chiedere a tutti di pregare per tutti i ragazzi detenuti nel mondo dimenticati e nell'indifferenza totale di quanti continuano a far finta di non sapere, ma si sa, non c'è peggior sordo e ceco di chi non vuole sentire e vedere. Giovanni, Sylvie, Denise






Nessun commento: