20 febbraio 2008

SALMO 7

E' LA MIA INNOCENZA A DARMI RAGIONE
2 Signore, mio Dio, in te mi rifugio
di salvarmi ti grido e di liberarmi
dalla furia che mi perseguita.
9 tu che giudichi i popoli, o Altissimo,
rendi giustizia alla mia pietà:
è la mia innocenza a darmi ragione
17 gli cascherà il suo male sul capo,
la sua stessa violenza gli piomberà
sulla testa .

è il lamento di un innocente perseguitato, abbandonato dalle magistrature terrene, si rivolge alla suprema cassazione divina con un giuramento d'innocenza,
il giusto giudice dei popoli non può restare indifferente di fronte al diritto violato.
Tratto da "Lungo i fiumi..." I SALMI, per te Angelo, mia delizia e gioia, è passato quasi un anno, un anno di vita che ti è stata rubata ingiustamente da uomini senza scrupoli in posti dove pensavi trovare gioia e felicità, nella terra del Mahatma GANDI, padre della non violenza e dei diritti umani. Anche se nessun prete prega per Voi (circa 3000 nel mondo), lo faccio io, tutti i giorni certo che il Signore Dio non vi abbandonerà come stanno facendo i nostri governanti. Ti voglio tanto bene, il tuo papà. Giovanni Falcone

Nessun commento: