21 febbraio 2008


1 commento:

Anonimo ha detto...

E' quasi passato un anno da qundo non abbiamo più vicino Simone ed Angelo, un anno dall'ultima volta che li abbiamo visti ridere e abbiamo riso con loro. Un anno e il bilancio è così tristemente negativo: nulla di nuovo, niente di cambiato, nulla di definito. Un anno delle loro vite e della bostra amicizia perso per sempre, e la continua incertezza di non sapere come stanno, cosa sperano, cosa provano, solo frammenti di notizie carpite qua e là.
La paura di dimenticare i lineamenti di un volto, un timbro di voce. Uniche armi per combattere tutto questo, un foglio e una biro e il bisogno di non dimenticarli, di non lasciare che l'India li ingoi nelle sue viscere.
A volte mi sento così impotente, ma se c'è anche una sola cosa che posso fare per loro, allora io la farò persempre.
Perchè migliaia di Km non riescano acancellare il mio affetto e la mia amiciza.
Ele.