14 gennaio 2008

Partecipazione a RAI International

La mia perseveranza e impegno incomincia, spero, a dare i frutti, speriamo che continui, per Angelo, Simone, Kassim, Carlo, Simone Righi, Angerlo C. anche se a casa, ma per tutti i quasi 3000 ragazzi che considero miei figli, fratelli e AMICI, che purtroppo si trovano dimenticati nelle carceri di tutto il mondo. Non importa se colpevoli o no, comunque esseri umani che dovrebbero essere trattati tali e con rispetto da tutti, proprio perchè in difficoltà.
Vi riporto, con piacere, il titolo e parte di un articolo di Francesco Alberoni al Corriere della Sera, della scorsa settimana:
CHI GIUDICA E CONDANNA NON RIUSCIRA' AD AMARE. Come possiamo amare gli altri? Chi giudica, chi condanna non può amare. E non credo nemmeno che si possa amare "tutti gli uomini" come genere umano, amarli in Dio. Amare gli altri vuol dire sempre amare ogni singola persona così com'è, prima questa, poi quella, poi quell'altra via via che li incontri, e accettarle in qualche modo per come sono, con i loro difetti le loro debolezze, la loro antipatia...... omissis
"aprire il cuore può essere un rischio ma è sempre un dono"
Mercoledì 15 gennaio parteciperò, con collegamento telefonico?, ad una trasmissione di RAI International alle ore 15,00. La trasmissione sarà incentrata sul problema degli italiani detenuti all'estero, alla treasmissione sarà presente una funzionaria del Ministero Affari Esteri.
Riserva di comunicare ulteriori dettagli appena possibile. Giovanni Falcone

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Giovanni sono Maria, ti vorrei fare i miei più sentiti complimenti per questo post, c'è davvero tutto il bello della tua anima !! Se mi permetti lo vorrei trascrivere nel mio blog, citandone la fonte, vorrei poterlo condividere con i miei amici, con chi ogni giorno mi legge, se ci sono problemi, avvisami, lo rimuovo subito. ti lascio un grande abbraccio con tanta stima.
http://blog.libero.it/stelladnz/

Giovanni Falcone ha detto...

ok Maria e tutti pubblicate sempre se volete quello scrivo, scuste solo gli ORRORI di ortografia e grazie per le belle parole giovanni

Anonimo ha detto...

E' un po' che non ci racconta come sente Angelo e Simone, c'è qualche novità?
Elena