29 settembre 2007

ANNUNCIO AZIONI DRASTICHE

NELL'INTERVISTA DEL 24 C.M. SULLA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO RILASCIATA A FILIPPO MELE HO DICHIARATO CHE SAREI ARRIVATO A CONSEGUENZE ESTREME SE NON AVESSI AVUTO NOTIZIE CONCRETE DI INTERESSE DA PARTE DELLE ISTITUZIONI, PURTROPPO DAL 26 HO INIZIATO LO SCIOPERO DELLA FAME E SONO AL QUARTO GIORNO, POSSO SOLO DIRE CHE E' IL PRIMO PASSO POI VEDREMO SE SI DOVRA' ARRIVARE ALL'ATTUAZIONE DELLA SECONDA FASE CIOE' ANDARE A ROMA E FARE QUELLO DICHIARATO A FILIPPO MELE.
href="http://3.bp.blogspot.com/_6ZmLEcq8Cdc/Rv6Tx4tL3fI/AAAAAAAAAKg/Y9SB7WPm0RE/s1600-h/GAZZETTA+DEL+MEZZOGIORNO+24.09.2007.JPG">

27 settembre 2007

Egregio Signore Falcone,

sollecitato dall’onorevole Piero Fassino mi sono interessato della vicenda relativa a suo figlio. Ho parlato con la nostra ambasciata a Delhi e – ne limiti (purtroppo assai ristretti) delle nostre possibilità – mi adopererò per un esito positivo.

Assicurazioni in tal senso mi sono state ribadite dalla nostra Ambasciata.



Cordiali saluti

Luigi Manconi

Sottosegretario alla Giustizia

ANCORA INTERROGAZIONI PARLAMENTARE

GRAZIE RAIMONDI MAGNANI E GRAZIE ANCORA A QUELLI COME LEI E A TUTTI I MEMBRI DEL CONSIGLIO PROVINCIALE DI PIACENZA, GRAZIE A VOI E AL PRESIDENTE GUALAZZINI CHE CONTINUAMENTE SI INTERESSA AL CASO, GRAZIE ANCHE A MICHELE BORGHI CHE DA SUBITO SI E' INTERESSATO ANCHE A LUI, GRAZIE AL SENATORE GRASSI CHE OGGI HA FATTO FIRMARE AD ALTRI 8 COLLEGHI E POI PRESENTATA L'INTERROGAZIONE PARLAMENTARE AL SENATO SOTTO RIPORTATA.

CLICCARE SULL'IMMAGINI


26 settembre 2007

CARLO PARLANTI

ANGELO E SIMONE NON SONO SOLI NELLA SVENTURA, TANTI ALTRI CASI COME LORO CI SONO NEL MONDO, E' IL CASO DI CARLO PARLATI DI CUI POTETE LEGGERE APPROFONDITAMENTE E VE LO CHIEDO DI CUORE, PERCHE' HA BISOGNO DI TUTTO IL NOSTRO SOSTEGNO. DI SEGUIT VI SEGNO GLI INDIRIZZI DOVE FAR ARRIVARE IL NOSTRO SOSTEGNO A SUO FAVORE:
Carlo Parlanti BN 1134735 C1 Cell. 6 800 South Victoria Avenue Ventura, CA 93009 USA
far conoscere i volantini che trovi sulla pagina: http://www.carloparlanti.it/Volantino.htm
è tutto riscontrabile nelle dichiarazioni del processo: http://www.thepeoplevscarloparlanti.com
TUTTO QUESTO E ALTRO SU www.secondoprotocollo.org

R I N G R A Z I A M E N T I

E' CON VERO PIACERE CHE OGGI VOGLIO RINGRAZIARE QUANTI SI SONO ADOPERATI FINO AD OGGI PER LA CAUSA DI ANGELO E SIMONE, L'ON.FOTI CHE HO L'ONORE DI CONOSCERE GIA' DA PRIMA DEI FATTI CHE PER PRIMO HA PRESENTATO L'INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DISCUSSA IN AULA INSIEME A QUELLA PRESENTATA DALL'ON. MANTOVANI CHE RINGRAZIO E CHE HO CONOSCIUTO A ROMA, L'ON. FOTI HA RIPRESENTATO UNA SECONDA INTERROGAZIONE PARLAMENTARE AD OGGI NON ANCORA DISCUSSA, LA VICE MIN. SENTINELLI, LA PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE EMILIA ROMAGNA SIG.RA DONNINI, IL SIG. MAINARDI SEGR. REG. RIFONDAZIONE COM.,STEFANO RATTOTTI, RENATO DEL CHIAPPO E LEONARDO MASELLA DEL GRUPPO DI RIF.COM. ALLA REGIONE E.R., UN GRAZIE PARTICOLARE VA AL PRESIDENTE LA PROVINCIA PIACENZA GABRIELE GUALAZZINI CHE OSO DIRE CON IMPEGNO PATERNO SEGUE GIORNALMENTE LA VICENDA DEI RAGAZZI, TELEFONA AI MINISTERI E PARLAMENTARI TENENDOMI COSTANTEMENTE INFORMATO SUI FATTI, ANCORA IL CONSIGLIERE BALLERINI, IL SINDACO DI BOBBIO PASQUALI, IL SINDACO CAORSO CALLORI, IL DOTT. CARDIS DI CADEO, IL PRESIDENTE DELLA COMUNITA' MONTANA GUARNIERI.
ANCORA IL CONS. DI SANZA CHE DA SUBITO E DI INIZIATIVA SI E' ADOPERATO A CHE LA REGIONE BASILICATA PRESENTASSE LA PRIMA MOZIONE PER I RAGAZZI, IL PRESIDENTE DELLA REGIONE BASILICATA VITO DE FILIPPO, ON. LETTIERI, SEN. PALERMO, SEN. ADDUCE, ON. LOMBARDO, AVV. LAPOLLA, AVV. PALAZZO TONINO, ON. PISICCHIO PINO CHE IL 17 C.M. HA PRESENTATO UNA SECONDA INTERROGAZIONE PARLAMENTARE, IL SINDACO DI ROTONDELLA VITO AGRESTI E IL PRES. COMUNITA' MONTANA DI TURSI RUGGERO VINCENZO CHE HANNO PRESENTATO UN O.D.G., FRAMMARTINO OTTAVIO E FITTIPALDI IVA AI QUALI VA UN GRAZIE PARTICOLARE PERCHE' PER PRIMI FATTIVAMENTE E TANTI SE NE SONO INTERESSATI PORTANDOMI ANCHE A ROMA DAL VICE MINISTRO, ANCORA GIANNI FABBRIS E TANTISSIMI ALTRI ANCORA CHE A VARIO LIVELLO E TITOLO SI SONO E SI STANNO OCCUPANDO DEL CASO. MI SCUSA CON CHI NON E' STATO SEGNALATO PER MERA SVISTA.
TUTTO QUESTO VI FA CAPIRE QUANTO SIA COMPLESSA LA MATERIA SE E' DIFFICILE CON QUESTO ESERCITO DI PERSONE CHE SE NE OCCUPANO, PROVATE A PENSARE COSA SAREBBE E POTREBBE SUCCEDERE SE ANCH'IO AVESSI TENUTO LA TESTA SOTTO LA SABBIA.

SCIOPERO DELLA FAME

Oggi siamo al 26 settembre sono le 09,00 di questo nuovo giorno e di nuovo c'è solo il fatto che iniziato e basta, per il resto non è cambiato nulla, anzi la novità sta nel fatto che dopo gli ultimi eventi o notizie acquisite nella giornata di ieri, ho deciso di iniziare per adesso lo SCIOPERO DELLA FAME. Speriamo di riuscire a portare avanti questa iniziativa,questo perchè chi è preposto a far sì che la situazione di Angelo e Simone si risolva o comunque per addivenire alla verità dei fatti, con un lavoro di diplomazia e legali portati avanti da Autorità, mi fa sempre sapere per bocca di altri che devo stare calmo, non alzare polveroni e di accontentarmi di quello che loro fanno, cioè io dico NULLA. Ora basta, sono passati più di 6 mesi e i fatti sono sotto i vostri occhi, i ragazzi sono ancora là, io dico per niente, perchè abbandonati, solo Filippo la settimana scorsa è riuscito per 3 volte ad entrare in carcere e visitarli e mi ha confermato quello che ho sempre scritto al riguardo dei fatti e delle condizioni di detenzione, benchè altri hanno detto che non è vero. I ragazzi mi hanno sempre detto di lottare per loro e lo farò sempre con ogni mezzo, io la testa sotto la sabbia non la voglio tenere, non passo le giornate in casa o al sole sul muretto, il mio lavoro è sotto gli occhi di tutti e chi vuole, deve passare solo una giornata e una nottata con me per vedere in cosa consiste, non le chiacchiere di mercato. Non voglio che Angelo e Simone facciano la fine di altri 6 italiani detenuti in India di cui io in 6 mesi che navigo in internet non ho trovato scritto una virgola, chi sono? di dove sono? perfetti sconosciuti, può anche darsi (e lo spero per loro) che la loro situazione si sta evolvendo diversamente, mi piacerebbe parlare con i parenti, spero di riuscirci un giorno.

23 settembre 2007

20 settembre 2007

ANCORA MOZIONI DA PARTE DEI COMUNI

DA LIBERTA'.
"ALESSANDRO BALLERINI, CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA A PIACENZA HA SCRITTO AL SINDACO REGGI PER SOLLECITARE L'INTERVENTO DELL'ASSEMBLEA A FAVORE DEI DUE BOBBIESI DETENUTI A MANDI. BALLERINI HA ALLEGATO IL TESTO DI UNA RISOLUZIONE DA APPROVARE E INVIARE AL MINISTERO DEGLI ESTERI PER LA SCRCERAZIONE DI ANGELO E SIMONE. LA RISOLUZIONE HA CARATTERE DI IMPELLENTE URGENZA CONSIDERATA LA SITUAZIONE SANITARIA CHE I DUE VIVONO SENZA CHE SIANO GARANTITI I MINIMI DIRITTI UMANI CON GRAVE PERICOLO PER LA LORO VITA."
POSSO SOLO DIRE CHE BALLERINI E' STATO DA ME CONTATTATO A BOBBIO, ANCHE I SINDACI DI BOBBIO E CAORSO MI HANNO ASSICURATO TALE INIZIATIVA IL PRIMO IN SETTIMANA E CAORSO IL 27 C.M., IMPEGNO PRESO ANCHE DAL PRESIDENTE DELLA COMUNITA' MONTANA DELL'APPENNINO PIACENTINO DI BOBBIO MAURO GUARNIERI IL QUALE HA ASSICURATO CHE INTERESSERA' ANCHE IL COMUNE DI CORTE BRUGNATELLA. GRAZIE A TUTTI

liberta' del 18.09.2007 e RIUNIONE CONSIGLIO PROVINCIA PIACENZA

CLICCARE SULL'IMMAGINE PER LEGGERE



LIBERTA' 16.09.2007

CLICCARE SULL'IMMAGINE PER LEGGERE


A S S E N Z A

BENE, ECCOMI QUI, DOPO TUTTO QUESTO TEMPO, NON SONO SCAPPATO E' SOLO CHE SONO ANDATO IN QUEL DI PIACENZA ,DALLA MIA FAMIGLIA E PER RIALLACCIARE I RAPPORTI CON I CITTADINI E AUTORITA' DI QUELLA PROVINCIA, NON CHE PRIMA NON CE NE FOSSERO PERO' LA VICINANZA FA DI PIU', INOLTRE HO INCONTRATO CON PIACERE E ORGOGLIO POLITICI DELLA BASILICATA, ON. PITTELLA, IL PRESIDENTE DE FILIPPO E L'AVV. DI SANZA DI ITALIA DI MEZZO, A PIACENZA PER LA CONVENTION DELLA CANDIDATURA DELL'ON. LETTA PER LA NASCITA DEL P.D..
IL LAVORO E' ANDATO AVANTI LO STESSO, PER MOTIVI LOGISTICI NON HO POTUTO PUBBLICARE NIENTE DURANTE LA PEMANENZA A PIACENZA.
DI SEGUITO PUBBLICO DEGLI ARTICOLI DI GIORNALI E COME POTRETE LEGGERE IN UNO HO AVUTO PURTROPPO UN DISSENSO CON LA MADRE DI SIMONE LA QUALE INSIEME ALLA FIGLIA IL GIORNO DOPO HANNO FATTO PUBBLICARE SULLO STESSO GIORNALE "DI PRENDERE LE DISTANZE DALLE PAROLE ATTUALI E FUTURE DI GIOVANNI FALCONE" ANCORA "NON C'E' STATO ALCUN TENTATIVO DI ESTERSIONE E NON E' VERO CHE SONO TRATTATI COME ANIMALI. SMENTIAMO ANCHE CHE GLI AVVOCATI ABBIANO PRESENTATO UNA PARCELLA ESOSA (65.000 EURO)"
GUARDACASO QUESTO AVVIENE DOPO 6 MESI, CHISSA' PERCHE', DOVREBBERO SPIEGARLO, POSSO SOLO DIRE CON ORGOGLIO CHE TUTTO QUELLO CHE E' STATO FATTO LO SI E' DOVUTO ALLA MIA CAPARBIETA' E DURO LAVORO, CERTO MAGARI SI SONO FATTI DEGLI SBAGLI, MA SOLO CHI NON FA NON SBAGLIA MAI, IO HO SEMPRE CREDUTO NEI RAGAZZI E I FATTI DI QUESTI ULTIMI GIORNI MI DANNO RAGIONE, LA PRESA DI POSIZIONE DELL'AVVOCATO NELLA SCORSA UDIENZA , CIOE' IL RICORSO SUI SIGILLI, LA PRESENZA DI 10 TESTIMONI TUTTI POLIZIOTTI E L'INTERVENTO DELL'UFFICIALE CHE SECONDO L'AVVOCATO NON AVREBBE POTUTO AVOCARSI LE INDAGINI SECONDO IL CODICE PENALE INDIANO, E PER ULTIMO LA TESTIMONIANZA DIRETTA DEI RAGAZZI A FILIPPO, IN CARCERE (ARTICOLO CHE POTETE LEGGERE SU www.secondoprotocollo.org.
PER QUANTO RIGUARDA POI I 65.000 EURO DOVREBBERO ESSERE A CONOSCENZA CHE RIGUARDANO ALTRI AVVOCATI E NON QUELLI ATTUALI, QUESTO DIMOSTRA QUANTO SONO INTERESSATI E INFORMATI. FA NIENTE IO NON HO REPLICATO SUL GIORNALE, NON NE VALEVA LA PENA TANTO L'APPREZZAMENTO L'HO AVUTO DIRETTMENTE DAI CITTADINI DI BOBBIO NEI GIORNI A SEGUIRE LA MIA PERMANENZA, GRAZIE BOBBIESI E TUTTI VOI CHE MI SEGUITE.
CAPISCO LE PAURE, MA IO VOGLIO LA VERITA' E IL RISPETO DEI DIRITTI PER TUTTI E OVUNQUE, DA CARABINIERE HO FATTO RISPETTARE QUESTE COSE E ADESSO DA CITTADINO ALTRETTANTO, ANDRO' AVANTI ANCORA FINO ALLA MORTE SE NECESSARIO VEDREMO IL FUTURO COSA CI RISERVA. MI RENDO CONTO CHE E' UNA LOTTA IMPARI MA SE FATTA DA SOLO, INSIEME INVECE SARA' UN'ALTRA MUSICA, ANCHE DAVIDE CONTRO GOLIA HA FATTO LO STESSO, NON SI E' TIRATO INDIETRO, PERCHE' DOVREI FARLO IO? I RAGAZZI MI HANNO DETTO PURTROPPO CHE LORO TORNERANNO COMUNQUE A CASA, NON SI SA COME........ MA VOGLIONO TORNARE A CASA. LA MIA FORZA NASCE ANCHE DAL FATTO CHE PROPRIO SIMONE MI HA FATTO PERVENIRE 2 DICHIARAZIONI CON LE QUALI MI AUTORIZZA A PARLARE DI LUI IN TUTTE LE SEDI CHE RITEGGO OPPORTUNE, A DIR LA VERITA' LA PRIMA E' SPARITA.
ADESSO VOGLIO CONCENTRARMI SUI RAGAZZI.

12 settembre 2007

UDIENZA DEL 12 SETTEMBRE 2007



"In data odierna si e' tenuta un'udienza in Corte a Mandi riguardo al caso dei connazionali in oggetto.
L'Avv.Sharma, contattato telefonicamente, ha informato che nel corso dell'udienza l'accusa ha chiesto l'autorizzazione alla Corte di produrre, durante la prossima seduta fissata per il 4 ottobre p.v., un campione del sigillo apposto dalla Polizia su uno dei pacchi contenenti gli stupefacenti sequestrati, in quanto la difesa aveva posto obiezione, in una precedente seduta, in merito alla autenticita' della documentazione prodotta dall'accusa. Si tratta di dettagli tecnici, ma a detta dell'avvocato, la difesa si dovra' basare appunto su dettagli tecnici in quanto tutti i testimoni sono in realta' agenti di Polizia che sicuramente avalleranno le tesi accusatorie. Un importante elemento, secondo l'Avv. Sharma, a favore dei nostri connazionali sta nel fatto che le indagini sono state intraprese dallo stesso Ufficiale di Polizia che aveva ricevuto le informazioni che avevano poi portato all'arresto. Una tale circostanza, secondo l'avvocato, costituisce una infrazione al regolamento di procedura penale indiano".
questo è una parte dell' e-mail ricevuta oggi dall'Ambasciata di Delhi con la quale mi si porta a conoscenza dei fatti dell'udienza odierna, dato che io ho sentito Angelo e Simone solo prima, e basta, per gentile collaborazione con l'Ambasciata mi hanno avvisato di quanto sopra.
Io alla luce dei fatti sopra descritti, mi viene subito da dire che i ragazzi hanno sempre avuto ragione su quanto da loro denunciato, questo per dissipare ogni equivoco da parte di qualche scettico benpensante.
adesso potete seguire la storia di Angelo e Simone anche su www.secondoprotocollo.org un'associazione che si occupa di chi come loro sono vittime di soprusi e atti contro i diritti umani, in più in avanti spero di potervi rendere patecipi di altri sviluppi e novità che spero potranno concretizzarsi quanto prima. In secondoprotocollo si effettua anche una raccolta firme online per la vicenda da inviare in seguito alle competenti Autorità. Grazie e continuate a sostenerci, loro per prima in India e poi io qua in Italia da solo a portare avanti guesta battaglia, abbiamo bisogno del vostro sostegno, scrivetegli e commentate sui blog, perchè quanto da me scritto non sia solo una lettura e basta, grazie Giovanni Falcone

6 settembre 2007

RIFLESSIONI DEL 3 SETTEMBRE

Siamo ormai al 3 settembre, sono passati circa 6 masi da quel 9 marzo. Oggi più che mai per me è una giornata nera, non riesco proprio a prendere pace e sono qua a tirare le somme, a dir la verità già da qualche giorno, perché mi rendo conto che con il passare del tempo anche l’interesse di quei pochi volenterosi incomincia a diventare quasi indifferenza, scocciatura, è quasi un’intrusione nella loro vita, forse (ma spero di no) una perdita di tempo. Chissà quanti mugugni a leggere questa lettera, ma purtroppo oggi è arrivato il momento di fare i conti con me stesso, su quello che ho fatto e mi è stato concesso di fare (devo darne atto a chi mi ha aiutato fino ad oggi).
Sono qui e non mi vergogno, a piangere e chiedere perdono a mio figlio Angelo e a Simone per quello che non riesco più a fare. Non riesco più andare avanti, mi sono arenato nell’indifferenza e menefreghismo della politica, della gente che conta, della Chiesa che fino ad oggi non ha speso una parola (pur sapendo) per Angelo e Simone, per quella Chiesa per la quale ho dato parte della mia vita andando anche in missione all’estero (e non me ne pento, ne sono fiero e lo rifarei ancora anche in India).
Io ci credevo e ci credo ancora, continuo a pregare, anche se a volte mi chiedo e chiedo al Signore (oppure come ha detto Angelo nella sua lettera il grande capo dei dei “cieli” “perchè tutto questo?”. Talvolta mi sento abbandonato anche da Dio e come Gesù sulla Croce grido “Padre perché mi hai abbandonato? sia fatta la Tua volontà”. I politici che dovrebbero aiutarci in questi casi non lo fanno, scordano di occupare quei posti su nostro mandato e che a noi dovrebbero risponderne per primi, ma con quello che sta succedendo dimostrano il contrario: la povera gente è destinata a perire, sono diventati i nuovi zar dell’era moderna, ma spero che prima o poi i1 popolo abbia la propria rivalsa e diventi il detentore del proprio destino. Anche questa mattina, piangendo, ho chiesto aiuto a qualcuno e sto scrivendo ancora email, non so come finirà, ma vi posso garantire che una decisione l’ho presa, NON SOPRAVVIVERO’ a mio figlio Angelo e a Simone. Cosa dire poi dei nostri giornalisti, sia della carta stampata che delle TV nazionale, che ancora si ostinano dopo 6 mesi a non volersi occupare del caso. E’ dell’altro giorno l’ennesima litigata con un redattore del TG2 e la cancellazione dal computer dell’Espresso della mia richiesta di aiuto. E’ dura sentirsi chiedere ogni settimana al telefono dal figlio “AIUTACI PAPA’ NON FARCI MORIRE QUA”, sapere quello che soffrono fisicamente e psicologicamente in carcere in India e non poter fare niente… tutte le volte che ti siedi a tavola e sapere che loro non mangiano, (sono dimagriti 15 kg), tutte le volte che vai a letto su un comodo materasso e loro per terra, tutte le volte che fai la doccia e loro a lavarsi in 50 in un secchio, tutte le volte che ti cambi e loro sempre con gli stessi abiti.Sono solo contento per il fatto che hanno ritrovato la fede, mi hanno chiesto di inviar loro una Bibbia e il Vangelo (cosa già fatta). Speriamo che almeno il Signore li aiuti. Giovanni FALCONE